Biscottini di mandorle e cocco farciti all’arancia

Questa ricetta la dedico alla Roby.

Quando mi invitano a cena o in giro per casa, come sapete, mi piace non arrivare a mani vuote. Di solito preparo dei biscotti perché sono meno impegnativi di una torta, durano di più, sono comodi da portare in giro e lasciano liberi i miei amici di aprirli e mangiarli quando c’hanno voglia. A seconda del destinatario scelgo la ricetta, se gli amici sono vegan friendly sperimento, se sono tradizionalisti vado sul classico. Poi ci sono le eccezioni come in questo caso quando, ancora una volta, sono partita da una ricetta tradizionale e in corso d’opera ne ho creata un’altra causa insufficienza di ingredienti nel frigo. Insomma se leggendola vi pare una mix un po’ strano, non avete torto, la colpa è tutta mia.

Non so se sta roba capiti solo a me, ormai io ci sono abituata. Una delle cose che più spesso devo sostituire in qualche modo è il burro, perché a casa mia scarseggia sempre, spesso non c’è proprio. Anche lo zucchero raffinato non esiste più, così come la farina di grano. Inutile che stia a raccontarvi tutte le sostituzioni che ho sperimentato in questa e in altre ricette, l’importante è il risultato. E su quello vado tranquilla, ho parecchi testimoni, fidatevi.

E infatti dicevamo che questa ricetta la dedico alla Roby, è a lei e al mio “parrucchiere di fiducia” che ho portato un pacchettino con questi biscotti una sera. Un po’ per comodità nel trasporto e un po’ perché non ero sicura del risultato, ho deciso di lasciare la maggior parte lisci e di farcirne solo alcuni con la marmellata. Ma i miei amici sono assaggiatori di tutto rispetto e dispensatori di consigli preziosi, e la Roby mi ha ripetutamente sottolineato come la versione farcita “spaccasse”. Quando dico che l’ha sottolineato intendo dire che i messaggi su Whatsapp si sono susseguiti per almeno un quarto d’ora, ogni messaggio un assaggio per capirci, ogni messaggio una conferma dell’importanza della marmellata. Quindi ragazzi, ascoltate la Roby e farciteli e basta, crepi l’avarizia.

 

Ingredienti

100 g di farina di riso

180 g di farina integrale (per me di farro)

100 g di mandorle tritate

100 g di farina di cocco

200 g di zucchero di canna

100 g di ricotta

80 g di burro

2 uova

1 bustina di cremor tartaro

scorza di limone

marmellata d’arancia

Lavoriamo il burro con la ricotta e lo zucchero fino a ottenere una crema, uniamo le uova leggermente sbattute, la scorza di limone e poi, poco per volta, l’insieme di farina di riso, farina integrale, mandorle tritate, cocco e cremor tartaro. Amalgamiamo bene tutti gli ingredienti fino a ottenere un impasto omogeneo.

Formiamo delle palline d’impasto e le disponiamo sulla placca da forno spingendo la superficie per appiattirli. Su alcuni formiamo un incavo premendo con l’indice e lo riempiamo con poca marmellata d’arancia.

Inforniamo a 180°C per circa 10-15 minuti, fino a doratura.

Lascia un Commento

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

In libreria!
DIARIO DI UNA VEGETARIANA
Food District - Ultra

Plumcake al limone e semi di papavero e il nuovo Taste
Crema di zucca e patata dolce con polenta al curry
Salame al cioccolato vegan
Biscotti pan di zenzero

Seguimi via mail!

Follow on Bloglovin

Leggi le mie ricette su:

Leggi le mie ricette su: