Dolci al cioccolato e al cacao

Tortini al cacao cocco e mirtilli senza zucchero

tortini cacao cocco

Maggio è un mese strano. Maggio è il mese in cui comincio a sentire il profumo dell’estate e mi fermo a prendere fiato dopo i mesi invernali. Maggio quest’anno è un momento per cominciare a tirare le somme, per cercare – di nuovo – di capire cosa voglio fare da grande. Maggio è un mese che immaginavo perfetto, e invece la perfezione non esiste. E’ il mese in cui avrei voluto avere tutte le mie cose in ordine, le decisioni prese, i planning pronti, il mese in cui avrei voluto sentirmi al massimo della forma. Un mese che doveva andare in un modo, e invece poi…la vita.

Sono davvero pessima con la gestione delle aspettative. Ho questa tendenza insana a crearmi aspettative anche quando mi dico chiaramente di non farlo. E’ un po’ come la tendenza che ho a pensare quando non dovrei farlo, ad esempio la notte, che in teoria sarebbe fatta per dormire. Ci sono degli schemi che non riesco a rompere, dei vizi di fabbrica a cui non ho ancora trovato rimedio. Sono alla ricerca continua di soluzioni, ho il desiderio fortissimo di arrivare da qualche parte, di risolvere, di trovare la quadra. E’ la mia parte razionale che si esprime prepotentemente anche quando vorrei metterla a tacere e farmi portare solo dalle emozioni. E’ un esercizio costante che cerco di fare, per ora senza successo. Ma la perseveranza mi premierà e forse non sarà maggio il mese in cui vedrò i risultati, ma prima o poi…arriverà il mio maggio!

Come siete messi voi a gestione delle aspettative e dialoghi con la vostra parte razionale?!

In questo maggio qui, nella vita reale, la mia alimentazione è stretta stretta e non mi regala purtroppo grandi soddisfazioni. Ma nella vita virtuale per fortuna posso raccontarvi anche di esperimenti fatti qualche tempo fa, esperimenti golosi intendo.

Come questi tortini al cacao e cocco vegan, senza glutine e senza zucchero, dolcificati con una banana e una punta di stevia. Ho aggiunto i mirtilli, che adoro, e una colata di cioccolato fondente per non farci mancare nulla.

Non vi aspettate dei muffin perché questi tortini hanno una consistenza compatta completamente diversa e con le giornate più calde – speriamo – vi consiglio anche di provarli freschi da frigo, magari accompagnati con dello yogurt al cocco o una pallina di gelato al cioccolato.

Leggi il resto di questo articolo »

Plumcake cioccolato e noci al latte di cocco

plumcake cioccolato noci latte cocco

Se anche voi come me odiate gli sprechi ma in cucina vi piace variare, se anche voi come me aprite la lattina di latte di cocco per farci il curry o qualche piatto d’ispirazione orientale e non riuscite mai a finirla, se anche voi come me pensate “la congelo” e poi quando vi serve dimenticate di scongelarla per tempo, ecco, allora questa è una ricetta per voi. La parola d’ordine è sempre la stessa: ottimizzare.

Sono sempre stata bravissima a incastrare 80 ricette in un giorno solo perché se apri un ingrediente lo devi finire, perché poi ti viene in mente che questo starebbe benissimo con quello e perché vuoi non arrostire anche qualcosa già che hai acceso il forno? Questa sono io, nel bene e nel male. Passare da l frigo pieno alla cucina piena di piatti pronti è un attimo.

Questa ricetta l’ho preparata mesi fa, quando la detox non era neanche nei miei pensieri. E si vede, perché fra noci, cioccolato e latte di cocco è un vero concentrato di gusto e di energia. Ma non vi preoccupate perché è senza burro e senza olio oltre che vegan! Basterà mangiarne una (?!?) fetta a colazione oppure a merenda dopo la palestra, sarà la giusta ricompensa per chi ha affrontato o deve affrontare una giornata dura.

Questo dolce per me è una delizia: goloso e confortante, quello che praticamente al momento mi sogno anche di notte 😉 L’unico problema: riusciranno i nostri eroi a mangiarne solo una fetta per volta?!

Leggi il resto di questo articolo »

Brownies di patate dolci al cioccolato e noci

Brownies patate dolci

Prima delle feste mi sono fatta prendere un attimo la mano dalla smania di sfornare biscotti. Ho riempito due barattoloni con quelli che sono diventati i miei biscotti preferiti negli ultimi mesi: cookies al cocco e gocce di cioccolato e biscotti di castagne alle uvette (le volete le ricette? Sono entrambe vegan e glutenfree). Ho pensato che così sarei stata pronta per ospiti improvvisi, regalini homemade e raptus di fame. Ecco. L’unica cosa su cui c’ho azzeccato sono stati i raptus. Che ho una dipendenza da biscotti già l’ho confessato ma in quei giorni ho letteralmente perso il controllo. Non riuscivo a fare le foto dei biscotti perché ogni volta erano già finiti! Così quando quei due barattoloni si sono svuotati mi sono promessa che per un po’ sarei stata senza biscotti: senza farli, senza comprarli, senza mangiarli. E, udite udite, per ora mi sono comportata bene.

Poi è arrivato il 2019 (yay!!) e mi sono detta che avrei avuto bisogno di un po’ di detox, perché ceno sempre tardissimo e so che non va bene.

Poi è arrivato oggi e mi sono messa a riordinare le foto scorrendo le ricette fino a quando mi sono imbattuta in questi brownies di patate dolciche avevo dimenticato. Ragazzi, sarà l’assenza di biscotti, ma sono stati come il richiamo delle sirene per Ulisse e NO, non li ho rifatti, ma non potevo non condividerli con voi!

Questa ricetta cioccolatosa vi darà un’immensa soddisfazione: i brownies di patate dolci alle noci sono fondenti e morbidi, la ricetta è vegan, senza glutine (solo farina di riso) e senza zucchero.

La ricetta è per una teglia piccola e un motivo c’è: non riuscirete a smettere di mangiarli!

Leggi il resto di questo articolo »

Zuccotto vegan al cioccolato e cocco

Zuccotto-vegan-focaccia-cioccolato-1530

Natale sta arrivando, io continuo a non essere pronta ma, nel mio piccolo, sento di aver fatto la mia parte. Ho preparato teglie infinite di biscotti? No. Ho decorato tutta la casa con lucine e addobbi colorati? No. Ho messo in loop le canzoni di Bing Crosby? No. Ho preparato pacchetti con mille decorazioni che neanche Giovanni Mucciaccia? No.

E quindi cos’ho fatto per questo Natale? Ho preparato uno zuccotto. Ma non uno zuccotto qualsiasi, no. L’ho preparato con la focaccia alle uvette. Ed è tutto vegan.

Ed è buonissimo <3

Zuccotto-vegan-focaccia-cioccolato-1524

È andata così: mentre io impastavo e guardavo lievitare diverse versioni della mia focaccia vegan (che come mi avete chiesto posterò prossima settimana) ho avuto il piacere di ricevere un pacchettino con dentro il pandolce alle uvette di Fraccaro*, un’azienda del mio territorio che già conoscevo, che da qualche anno si è aperta alla produzione di dolci da forno con farine alternative e in versione vegan. Avendo ben in mente la bontà dello loro brioches vegan di fatto immaginavo che questa focaccia non potesse che essere deliziosa. E in effetti non mi ha delusa: soffice, profumata, non troppo dolce. Una fetta tira l’altra. Ma mica potevo accontentarmi di mangiarla così, scherziamo? Così ho pensato di preparare lo zuccotto e  dentro ho preparato una crema di cocco e cioccolato che stando in frigo (o in freezer) somiglierà un po’ a un semifreddo. E chevelodicoafare, è una bomba.

Ora vado a impastare la mia focaccia vegan, perché il prossimo zuccotto lo preparo con quella 🙂

continua >>

Quadrotti al cioccolato e arancia

quadrotti cioccolato arancia

Non so individuare precisamente l’attimo in cui la mia vita ha cambiato binario.

Non so risalire a un evento, un momento, una frase precisa. So che da un giorno all’altro mi sono svegliata con una consapevolezza diversa e niente è più stato come prima. Non so quanto sia stata colpa mia e quanto sia stata colpa della vita. Credo che ci siamo incontrate a un incrocio, una deviazione non prevista sulla mia strada. Lei aveva deciso che tutto sarebbe cambiato, io mi sono resa conto che tutto stava per cambiare.

Il senso di smarrimento è difficile da spiegare e da comprendere fino a quando non lo vivi. La sensazione di non sapere cosa fare, dove andare, come comportarsi. La consapevolezza che qualcosa non funziona più come aveva funzionato fino a quel momento e il senso di profonda instabilità. Vedere due strade davanti a te e non sapere quale percorrere. Aggrapparti alle certezze che credevi di avere e vederle andare in mille pezzi.

Forse, semplicemente, si diventa grandi così. Forse, semplicemente, non sono ancora pronta per diventare grande.

E per cercare di sfuggire a una situazione che non so gestire mi rifugio in un’agenda fitta fitta che mi fa sentire stanca, in affanno, ma troppo impegnata per stare a pensare. Le giornate diventano dense di impegni, i sabati e le domeniche non si distinguono più dal resto della settimana in uno schema da 7 giorni su 7 e poche ore di sonno. L’unica cosa che rende il fine settimana un po’ più fine settimana è la cucina. E’ il momento in cui mi metto ai fornelli stanca, scalza, accendo la musica e comincio a preparare quello che salverà le mie colazioni nei giorni a venire.

Ah, se non ci fossero le colazioni e le torte al cioccolato

continua >>

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

DIARIO DI UNA VEGETARIANA, il mio libro, è in vendita su ordinazione in libreria, su Amazon oppure da 11 a Treviso, in via Diaz!

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Pancakes alle banane con yogurt e pere
Biscotti croccanti senza glutine con chia jam di mirtilli
Risotto con crema di piselli e zucchine
Polpette di patate con verdure e olive

Seguimi via mail!