L’eterno dilemma “meglio bello o buono?” e il contest “Bello&Buono” di Taste&More!

ContestBello&Buono_Unavegetarianaincucina_00

[Qualcuno di voi saprà già di cosa sto per parlare visto che ne ho già scritto sulla mia pagina Facebook]

Sul dilemma “meglio bello o buono?” mi sono già espressa varie volte dunque ormai avete capito che a mio parere la cucina di tutti i giorni, quella di casa insomma, deve essere prima di tutto buona. Credo fermamente, da sempre, nell’importanza di non fermarsi alle apparenze (nel cibo come nella vita) dunque capisco che un piatto di miglio possa non avere l’aspetto meravigliosamente invitante di una lasagna millegusti, ma questo non significa che non possa essere altrettanto buono.

Sono sensibile al tema, forse più di altri, per colpa dei pregiudizi ormai consolidati intorno al mondo vegetariano/vegano/delle intolleranze, pregiudizi che associano questi mondi a insalate scondite e piatti “da ospedale” (purtroppo c’è anche chi, se non mangiasse questi piatti, all’ospedale potrebbe finirci sul serio..ma questo è un altro discorso), a preparazioni insipide e poco invitanti. Anche io ho le mie fisse e le mie convinzioni dure a morire, anche io fino a qualche anno fa non avevo in dispensa il miglio, la quinoa, l’amaranto e compagnia bella, eppure oggi non potrei pensare di non utilizzarli, a prescindere dalla mia scelta vegetariana.

Tuttavia, se c’è una cosa che ho capito, è che a volte un piatto può anche essere deliziosamente delizioso, ma se non ha un aspetto invitante chi lo vede non avrà voglia di rifarlo o di assaggiarlo, molti partiranno già pensando che non può essere buono, alcuni coglieranno l’occasione per convincersi ancora di più che la cucina vegetariana è una cucina triste. Dunque sì, sono ancora convinta del “meglio buono che bello”, senza dubbio, ma senza dubbio vi dico anche che il massimo della vita – e la mia sfida personale, nel mio piccolo – è riuscire a fare dei piatti “belli&buoni”. A maggior ragione se sono vegetariani, o vegani, o “senza” e devono sfidare il giudizio degli onnivori.

E allora dai, è arrivata l’occasione per mettersi alla prova in cucina, per sognare piatti da ristorante stellato e per concentrarsi sul sapore quanto sull’aspetto delle vostre ricette: questa è la sfida che vi (ci) lanciano dalla redazione di Taste&More, la bellissima rivista con cui collaboro da un po’, che ormai conoscete. Al contest “Bello&Buono” potete partecipare tutti ma proprio tutti e verrà premiato chi fra voi riuscirà a preparare il piatto più bello e buono, appunto (ma va?). Prendete carta e penna allora e, insieme alla lista della spesa, provate a disegnare anche uno schizzo per l’impiattamento, pensate ai colori, alle forme, alle consistenze. Io sono una frana, lo so, non sono brava nella presentazione, ma sto cercando di impegnarmi ogni giorno di più e sogno di riuscire a partecipare anche io a questo bel contest. Avete tempo fino al 25 marzo per inviare la vostra ricetta e tutte le informazioni sulle modalità di partecipazione le trovate qui!

PS: per chi si fosse perso l’ultimo numero della rivista eccovi il link per sfogliarla di nuovo e qui sotto le mie ricette che trovate all’interno del magazine!

Taste&More12_unavegetarianaincucina_01 Taste&More12_unavegetarianaincucina_02

2 Commenti a “L’eterno dilemma “meglio bello o buono?” e il contest “Bello&Buono” di Taste&More!”

  • Barbara:

    Giulia! ma come non sei brava nell’impiattamento! Sei bravissima, invece! penso infatti al tuo post precedente: sei riuscita con la tua presentazione a far sembrare un dessert un piatto da pausa pranzo! Continua così e vedrai che magari qualche chance per vincere il contest ce l’hai di sicuro anche tu! Buon lavoro e in bocca a…..i lupini! 😀

Lascia un Commento

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

In libreria!
DIARIO DI UNA VEGETARIANA
Food District - Ultra

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Pane di kamut ai semi
Tofu marinato con uva e finocchio
Ibiza: cosa fare e dove mangiare veg in meno di 72 ore nella Isla Bonita
Cookies integrali con avena cocco e cioccolato

Seguimi via mail!

Follow on Bloglovin

Leggi le mie ricette su:

Leggi le mie ricette su: