Mezze maniche, profumi d’estate e ricordi d’inverno

Dici fagiolo e pensi all’inverno. Il caminetto acceso – avercelo! -, la neve, una bella zuppetta calda. Che incubo. State già sudando?! E’ tutta suggestione, è che d’inverno usiamo i fagioli secchi o surgelati dell’estate. Perché è questo il loro momento, checccchesenedica.

La cosiddetta “carne dei poveri” è un ingrediente prezioso per la cucina vegetariana, il borlotto in Veneto è molto diffuso – il fagiolo di Lamon, il borlotto nano di Levada, per dirne un paio – ed è protagonista di molti piatti, un po’ in tutte le stagioni. Quindi non potevo che sfruttarlo nel suo momento di massimo splendore.

Da un po’ avevo voglia di risottare una pasta – se non l’avete mai fatto provatela, è di un cremoso che più cremoso non si può – e così ho deciso di preparare delle mezze maniche con patate, borlotti e pomodori al basilico.

E’ un piatto unico, ok, è sostanzioso ma non è pesante, e poi mica dovete mangiarne un quintale! La dose della pasta è ridotta vista la presenza di altri carboidrati, e se avete davanti una giornata impegnativa vi darà la carica. La trovate sul Cucchiaio.it!

Lascia un Commento

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

In libreria!
DIARIO DI UNA VEGETARIANA
Presentazione VENERDì 15 DICEMBRE a Treviso da 11 (via Diaz) ore 17.30

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Quiche alla zucca con carote barbabietola e gorgonzola
Interpretazione vegan degli zaèti (e cose belle che finiscono)
Biscottini morbidi di segale avena e cioccolato (e un post pesantone su chi ci fa sentire dei malati immaginari)
Crema di finocchi piselli e sedano al limone

Seguimi via mail!

Follow on Bloglovin

Leggi le mie ricette su:

Leggi le mie ricette su: