Risultati della ricerca

Smoothie barbabietola e mirtilli al lime

smoothie barbabietola mirtilli

Smoothie barbabietola e mirtilli al lime

Se siete sconcertati, lo capisco. Se siete scettici, diffidenti, lo capisco. Ma fidatevi. A volte non bisogna fidarsi della prima impressione. Quindi a meno che non abbiate un rapporto di profondo e radicatissimo odio nei confronti delle barbabietole, date loro una chance (io gliela darei a prescindere ma FATE VOI).

Perché si, è innegabile, hanno un sapore che non a tutti piace, una nota terrosa/ferrosa che a volte può risultare predominante. Ma – c’è sempre un ma – A) hanno un colore bellissimo, vogliamo parlarne? B) fanno benissimo, sono ricche di sali minerali, vitamine, antiossidanti, ferro – prezioso per i vegetariani e preziosissimo per i vegani. Insieme ai mirtilli e il lime in questo smoothie fresco e dissetante sono perfette e vi danno subito una sferzata di energia. In più lo smoothie si può preparare con l’acqua quindi non avete bisogno di avere latte o yogurt in frigo. Il lime, lo zenzero e il lemongrass daranno freschezza e mitigheranno il sapore delle barbabietole, addolcito dai mirtilli. E se ancora non vi basta: è perfetto anche come alternativa analcolica per un aperitivo o una festa. Metteteci dentro tanti cubetti di ghiaccio, una fetta di lime, una pioggia di menta fresca e un fenicottero (finto). Dai, non è bellissimo?

continua >>

Zuppetta fredda di anguria e barbabietola

zuppetta fredda anguria barbabietola

Sono reduce di un’influenza estiva (esiste?!) insomma una cosa brutta fatta di mal di gola, mal di testa e raffreddore che mi ha tenuta in casa per più di una settimana e ancora non accenna a lasciarmi. Non mi veniva una cosa del genere da tanto tempo e mi sono sentita spossata, stanca e debole, un po’ come se stessi pagando gli effetti di stare dentro al vortice in cui mi sono infilata da mesi.

Incredibilmente – stranissimo per me – oltre alla voglia di vivere (SCHERZO!) mi è passata anche la voglia di mangiare o quantomeno non avevo voglia di farmi un piatto di pasta, piuttosto mi sono nutrita di frutta e verdura fresche e gelato (!!!). Io sono una che non ha mai sperimentato quella cosa che sento dire spesso “no ma io d’estate non ho mai appetito”, per me non esiste stagione per non mangiare ma di certo con il caldo di questi giorni a colazione ho voglia di smoothie e preferisco un’insalata a una parmigiana – ma sono sicura che se ne avessi una a portata di mano non disdegnerei.

Se anche voi avete bisogno di dissetarvi a tavola ma siete stufi di mangiare chili di insalata come le caprette, questa zuppetta fredda di anguria e barbabietola fa al caso vostro: leggera, fresca e velocissima da preparare è perfetta accompagnata da una fonte proteica, magari provatela con del formaggio di capra o con qualche crostino con il dip di ceci!

Leggi il resto di questo articolo »

Quiche alla zucca con carote barbabietola e gorgonzola

quiche zucca carote barbabietola gorgonzola

Natale, negli ultimi due anni il Natale è cambiato completamente per me. Tutto rientra in quel quadro di stravolgimenti che ha dipinto a toni accesi la mia vita e mi ha portata a soffocare la mia sensibilità in alcune situazioni, ad enfatizzarla in altre.

Il Natale è letteralmente dietro l’angolo ma per me è lontano mille miglia. Non ho fatto l’albero, non ho appeso le decorazioni. Il cuore resta aperto, magari domani mi sveglierò con la voglia di raschiare il fondo di questo cuore alla ricerca dello spirito del Natale. Per ora non è così, lo accetto.

Lascio che sia qualche piatto speciale a parlare di festa e di abbracci intorno a un tavolo. Impasto la focaccia (la ricetta arriva, promesso) e fondo il cioccolato mentre stendo la brisé all’olio per la torta salata. E dentro ci metto tanti colori e un concentrato di sapore, tutto quello di cui ho bisogno ora. E magari non sono la sola. E magari questa quiche finirà su qualche tavolo per la cena della Vigilia o per il pranzo di Natale.

E stare sulle vostre tavole sarà bellissimo! <3

continua >>

Millefoglie di cavolfiore arrosto e riso rosso

MillefoglieCavolfiorerisorossoIMG_9321

A volte una ricetta nasce da un ingrediente, senza che tu abbia deciso di farla, è lei che sceglie per te. Come quella volta che al mercato mi hanno regalato un casco di banane e ho fatto il banana bread. O quando ho trovato le barbabietole con le foglie e c’ho preparato una ricetta zero sprechi (coming soon!).

In questo caso tutto nasce da un cavolfiore mignon comprato al chilometro zero, piccolo ma super piccolo perché tanto qui – ormai lo sapete – i cavoli li mangio solo io. Insomma, dicevamo, avevo fra le mani questo cavolfiore piccolo e perfetto e mentre lo osservavo ho deciso che invece che lessarlo o farlo al vapore l’avrei affettato e avrei cotto quei bellissimi alberelli in forno, per arrostirli un pochino e renderli più golosi. L’avete mai cotto al forno voi il cavolfiore? Provateci, ne vale la pena.

Ma torniamo a noi: quel giorno visto che ero sola a pranzo mi ero messa a lessare un po’ di riso rosso integrale, per fare qualcosa di poco impegnativo a pranzo, senza grandi ambizioni. L’ho condito come piace a me: tanta scorza di limone, uvette e pinoli. E poi una nota speziata, il cardamomo.

Quando ho sfornato il cavolfiore e l’ho assaggiato non ho resistito, la nota agrumata del riso si sposava benissimo con il sapore deciso del cavolo così li ho messi nel piatto insieme. Ma siccome a volte decido di coccolarmi e penso che anche se sono sola vale la pena prepararsi i piatti per benino invece che buttare della roba commestibile a caso in un contenitore e rimettersi al pc,  ho provato a farci una “millefoglie”.

E’ venuta così carina che ho deciso di mostrarvela: potete servirla in porzioni ricotte come antipasto o in porzioni più abbondanti come piatto principale.

continua >>

Riso rosso con barbabietola e radicchio

Risorossoconbarbabietolaeradicchio_unavegetarianaincucina_00

Il Natale è praticamente dietro l’angolo e siccome non ho fatto i compiti per casa tento di rimediare proponendovi al volo un’altra ricetta che potrebbe stupire i vostri commensali, particolare ma molto scenografica, nata un giorno seguendo il richiamo dei colori: quello del mio radicchio di Treviso, salvatore di pranzi e cene per tutto l’inverno, quello del meraviglioso riso rosso e quello delle barbabietole che sempre più ho imparato ad apprezzare. Un tripudio di bordeaux che oltre a essere sinonimo di un piatto ricco di antiossidanti è anche bellissimo.

Noi non porteremo un risotto in tavola perché siamo in tanti e ci piace goderci la giornata insieme, facciamo un gran lavoro nei giorni che precedono il Natale proprio per evitare di spignattare come pazze durante il pranzo. Ma se avete voglia di tentare – anche, perché no, il giorno di Santo Stefano – questo riso saprà stupirvi.

Non vi aspettate un risotto all’onda, il riso rosso non è adatto per questo, lo vedete anche dalle foto. Dovrete avere pazienza e dargli il tempo di cuocere lentamente, senza fretta, ma il profumo del mandarancio invaderà la cucina e saprà bilanciare alla perfezione l’amaro del radicchio e la dolcezza della barbabietola.

E mentre vi lascio alla scelta degli ultimi dettagli per il vostro menù (Come siete messi? Avete già definito tutto? Qui sono ancora in alto mare!) io corro a stendere la frolla per i biscotti, a impacchettare i regali e a fare la spesa. Domani sarà una giornata campale, tutta dedicata alla cucina, ma la famiglia si è riunita e noi siamo pronti a trascorrere un meraviglioso Natale!

PS: ricordatevi di mettere sotto l’albero anche il mio libro “Diario di una vegetariana“, sarà bellissimo trascorrere il Natale con voi 🙂

continua >>

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

DIARIO DI UNA VEGETARIANA, il mio libro, è in vendita su ordinazione in libreria, su Amazon oppure da 11 a Treviso, in via Diaz!

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Torta morbida senza zucchero alle pere e semi di canapa
Quinoa con barbabietola, topinambour e zucca al rosmarino
Crema di zucca lenticchie e topinambour
Frittata zero sprechi con foglie di barbabietola al profumo di limone

Seguimi via mail!

Leggi le mie ricette su:

Leggi le mie ricette su: