Archivio di gennaio 2015

Pagina 2 di 3123

Chutney di radicchio con mela e pera

 Chutneydiradicchiomelaepera_unavegetarianaincucina_00

Qui è arrivato il tempo del radicchio, e vivendo in nella Patria del suddetto se ne mangiamo delle quintalate. Il radicchio rosso di Treviso IGP tardivo è protagonista delle nostre tavole durante l’inverno, vuoi crudo in insalata, cotto al forno oppure usato per prepararci primi piatti dal retrogusto amarognolo.

Io non amo molto l’insalata in sé, amo il concetto di insalata – cioè verdure crude mescolate con frutta, formaggio, frutta secca o altro e condite con qualche salsina – ma non vado pazza per la lattuga. Ma con il radicchio è tutta un’altra storia: si prepara velocemente, è croccantino e saporito, e se non l’avete mai provato, provatelo. O fate un giro in Veneto in questi mesi.

Nella nostra tradizione ci sono molti piatti “classici” che lo prevedono – e quelli restano dei pilastri – ma io ho voluto fare la ribelle e provare ad usarlo con abbinamenti diversi per preparare qualche ricetta un po’ fuori dalle righe.

Una di queste, una di quelle che mi ha conquistata al primo assaggio, è quella del chutney. Ci pensavo da un po’, volevo preparare un chutney ma non avevo ancora scelto gli ingredienti. Poi è arrivata la “solita” illuminazione e senza pensarci mi sono messa ai fornelli.

Qualcuno penserà che sono un’eretica, che il radicchio con le spezie non si può sentire, che mescolare in cucina Veneto e India è una pazzia. Lasciamoli pensare, mentre noi andiamo in cucina 😉

continua >>

Ricotta al forno all’arancia (e cannella)

Ricottacottaaranciaecannella_unavegetarianaincucina_00

Questa è una di quelle ricette deliziose e facili che si fanno sempre troppo poco. Pochi ingredienti e poche mosse per avere un dolce al cucchiaio goloso ma leggero, cremoso e appagante. Protagonista assoluta sempre lei, la mia amatissima ricotta.

Questa ricetta l’avevo preparata molto tempo fa e mai più fatta ma l’ho riscoperta quando mi è venuta voglia di sentire il profumo di arancia e cannella nell’aria…quando ho visto il mio cesto pieno di arance non trattate, con le foglie fresche e la scorza spessa, non ho saputo resistere.

E con le arance ho fatto sia la ricotta al forno che una salsina – uno sciroppo direi – profumato alla cannella.

Poi, a pensarci bene, questa ricotta cotta al forno potrebbe tranquillamente essere servita con una base croccante e trasformarsi in una cheesecake deliziosa (adesso avete capito perché questa ricetta mi piace così tanto? Torniamo sempre lì) ma a me piace un sacco anche così, semplice, senza fronzoli.

Ad ogni modo, con o senza base, la ricetta è su IlCucchiaio.it e ci tengo a dirvi che può essere preparata anche sostituendo lo zucchero (con acero o agave). Se avete già assaggiato la ricotta al forno in giro, sappiate che ovviamente può avere consistenze differenti a seconda della tipologia di ricotta utilizzata, degli ingredienti e della ricetta: io ad esempio non ho voluto usare farina per addensare il composto quindi il risultato è un “tortino” morbido, non asciutto e compatto come potrebbe essere in altre ricette. Sta a voi scegliere la vostra preferita 🙂

Tarallini di ceci alla curcuma e semi di anice

Quando la ragazza – che sarei io – ha voglia di preparare qualcosa di veloce e salato da sgranocchiare, da preparare per l’aperitivo o da portarsi in giro per riempire lo stomaco quando è in viaggio per lavoro, di solito si affida alla farina di ceci.

Io non sono una che impasta molto, adorerei mangiare il pane ma non sono voluta entrare nel loop pasta madre&co che tanto mi spaventa.

E allora come si fa quando viene voglia di pane, grissini ecc ecc ma non si ha il tempo, la voglia e la pazienza di impastare e di aspettare i tempi di lievitazione? Quando la farina di grano è bandita e tutti i tentativi di impasti senza glutine, senza questo e quello sono un fallimento? Quando il lievito “meglio di no”? Ci si può deprimere, certo. Oppure…

Un giorno, quando ero a dieta stretta e mangiavo pochissime cose, ho provato a usare la farina di ceci per fare dei grissini o qualcosa del genere, qualcosa che fosse più asciutto e croccante della – buonissimissima – farinata per intenderci e che si conservasse nel tempo senza problemi.

L’impasto, ovviamente, l’ho fatto a caso. Ho provato un paio di volte perché volevo fare una cosa veramente rapida, da non dover impastare, stendere, arrotolare. Così ho cercato un impasto che si potesse sparare sulla piastra con la sac à poche e infilare in forno al volo.

Alla fine, sono nati questi tarallini. Faccio fatica a descriverli perché – ovviamente – non sono come i taralli tradizionali, da cui prendono ispirazione solo per la forma. Sono croccanti e leggeri, sono vegani, senza glutine* e senza latticini. Si conservano benissimo per almeno una settimana in una scatola a chiusura ermetica o in un sacchettino ben chiuso. Vengono in viaggio con voi e vi salvano la vita quando dovete riempirvi lo stomaco al volo senza sporcarvi le mani o riempirvi di briciole la camicetta.

Di più non posso dirvi, tocca provarli 😉

*verificate sempre che tutti gli ingredienti che utilizzate per le ricette segnalate come senza glutine o altro non contengano nemmeno tracce dell’allergene che vi crea problemi di salute, mi raccomando.

  continua >>

Polpette di broccoli con salsa alla senape

Son qui di nuovo con i broccoli. Gente, l’inverno è arrivato e le crucifere abbondano, non dimenticatevi di metterle in tavola. Lo so che non siete tutti dei fan dei broccoli (e dei cavoli, del cavolfiore, dei cavolini di Bruxelles..) come me, ma vi suggerisco comunque di cercare di avvicinarvi a questi ortaggi preziosi.

Loro hanno delle potenzialità e voi lo sapete. Ci vorrà un po’ forse, dovrete spignattare e fare qualche esperimento (sul blog ci sono tantiiiiissime ricette qui) ma funzionerà. Non limitatevi a lessarli o farli al vapore per poi sbatterli nel piatto pensando che dovete mangiarli. Cercate di esaltare il loro sapore, uniteli ad altri ingredienti, frullateli e sfruttate la loro incredibile cremosità che regalerà a creme, ripieni e sformati una consistenza unica.

Se per voi il loro sapore è troppo deciso e intenso fate come me: con patate e ricotta i broccoli sono perfetti per delle polpette (senza uova) morbidissime. Quelle che ho preparato io per IlCucchiaio.it sono delicate e cremose, con una panatura croccante ai pistacchi e una salsa alla senape agrodolce d’accompagnamento. Da mangiare con le mani quando sono ancora ben calde, una dopo l’altra, senza ritegno 😉

Taste&More e ancora tanta voglia di mettersi alla prova

copertina-Taste&More-Magazine-gennaio-febbraio-2015-n°12

Le feste stanno per finire ma oggi c’è un valido motivo per prolungare i festeggiamenti: è online il nuovo numero di Taste&More, l’edizione con dentro tante ricette di stagione che fra gennaio e febbraio vi accompagneranno in cucina e vi daranno imperdibili spunti golosi.

Domani, quando sarete seduti davanti al caminetto mangiando mandarini (o carbone!) e scoprendo le leccornie che vi ha portato la Befana (santa donna), sfogliate il nuovo Taste&More e fatevi conquistare dall’atmosfera unica che caratterizza questo numero.

A questo numero io sono particolarmente affezionata perché è stato un lavoro duro, una sfida a suon di scatti, set da fare e rifare, obiettivi da testare, luci da regolare. E’ stato un modo per capire quali sono i miei limiti, quali sono gli aspetti su cui voglio e devo migliorare, per parlare di fotografia e per chiedere consigli agli esperti – ringrazio chi gentilmente mi ha fornito degli obbiettivi TOP che ho maneggiato con grande cura sentendomi carica di responsabilità!

Ora però bando alle ciance e largo alle ricette: fra pie, vellutate e dolci di Carnevale – su cui ahimè non sono ferratissima – troverete la mia padellata di zucca e pere alle spezie con crema di robiola alla vaniglia, cotta piano piano, delicata, una vera coccola per lo stomaco e per lo spirito (la trovate alle pagine 66-67 di Taste&More).

Taste&More12_unavegetarianaincucina_01

Fra i piatti salati invece vi lascio alla scoperta della ricetta vegan della crema di sedano rapa con semi di zucca e carciofi croccanti, un piatto semplice che scalda il cuore, perfetto per ogni momento (alle pagine 50 e 51 del nuovo Taste&More).

Taste&More12_unavegetarianaincucina_02

Per scoprire le mie ricette non vi resta che sfogliare il nuovo numero cliccando sull’immagine della copertina!

Pagina 2 di 3123

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

In libreria!
DIARIO DI UNA VEGETARIANA
Food District - Ultra

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Crema di finocchi piselli e sedano al limone
Farinata di lenticchie
Torta all’acqua con uva e mirtilli al miele
Insalata di quinoa con crema di carciofi alle mandorle, zucca e fagioli

Seguimi via mail!

Follow on Bloglovin

Leggi le mie ricette su:

Leggi le mie ricette su: