Torte, tortini e muffin

Pagina 12 di 12« Prima...5...89101112

Muffin VEG tartufati

In questi giorni ho voglia di dolci. Ahahah inquestigiorni, certo. A chi la voglio raccontare?!? Insomma spero mi perdonerete se dopo una breve incursione salata oggi vi ripropongo…un dolce. Al cioccolato, tanto per cambiare. Oggi condivido con voi una delle ricette che mi hanno salvato la vita. Per mesi ho escluso una lunga – lunghissima – lista di alimenti dalla mia dieta causa intolleranze allergie & co non meglio identificate, direi. Non ce la raccontiamo, non è stato facile. Cambiare le proprie abitudini e rinunciare ad alcune cose – di solito quelle che ti piacciono di più – è complicato. Ma a volte, salva la vita. E non metaforicamente, com’è successo a me, ma la salva davvero. Ma torniamo alla ricetta perché in quel periodo non facevo altro che desiderare i dolci che non potevo mangiare causa esclusione anche di grano, latte e derivati, uova, miele. E allora ci siamo ingegnate. Dico CI perché non ce lo dimentichiamo, quelle donne meravigliose di cui vi ho parlato sono sempre presenti. E anche in quella situazione è stata la mia mamma a incoraggiarmi. E allora togli questo, sostituisci quello ecco che sono nati i muffin veg, uno dei nostri cavalli di battaglia. Questi tartufati sono fra i miei preferiti, ma vedrete che ne arriveranno altre versioni. E vengono perfetti anche con la farina di riso, per i celiaci.

continua >>

Dolce di cioccolato e crema di marroni

Io AMO le castagne, i marroni, i marron glacé, la crema di marroni. Li amo tipo datemiuncucchiainocheioripuliscoilvasetto. O lecastagnelepeloiomanonsocosaneresti. Cose così. Tipico esempio di perfetto autocontrollo. Diciamo che non sono un buon modello ma pazienza, me ne sono fatta una ragione anni fa, quando ho capito che un cioccolatino può addolcirti la giornata, in tutti i sensi. E il caso vuole che adesso sia il periodo PERFETTO per questo frutto prelibato, simbolo dell’autunno quanto le foglie gialle e rosse che adornano gli alberi e decorano i viali. E se le castagne “matte” – quelle non commestibili – che mi metteva in tasca il nonno durante le nostre passeggiate servivano a non farmi prendere il raffreddore, quelle “buone” servono a preparare dei dolci buonerrimi, che scaldano il cuore.

continua >>

Crostatine di farro. Iniezione di autostima.

Tempo di Cosebelle. Sarà che sono giorni d’autunno, in cui la nebbia offusca il panorama. E la mia testa. E il mio cuore.

Sarà che decidere cosa si vuole essere non è mai una scelta facile. Sarà che a volte, vorresti essere quello che non sei. Sarà quel che sarà, ma oggi più che mai mi sento vicina alla mia ricetta. Alle crostatine di farro, che poi non sono crostatine vere, ma così si sentono. E non gliene importa di cosa dice la gente, di cosa dovrebbero essere. Hanno scelto, per un giorno, di fare di testa loro e di provare a vestire i panni di qualcun’altro. Che poi, alla fine, è tutta scena. Morbide sono e morbide restano, altro che crostatine.

Se avete voglia di conoscerle, seguitemi. Vi piaceranno, queste tenerone <3.

Il mio dolce di zucca (il primo). Son Cosebelle.

 

Ecco la mia prima Cosabella che arriva anche sul blog.

Da qualche mese la mia passione per la cucina – e per i dolci in particolare – mi ha portata a collaborare a un bellissimo progetto. Lo chiamo progetto perché è molto più di un Magazine, ci sono tante persone dentro, tante emozioni, tanti progetti appunto. E anche perché io non mi sento parte di una rivista ma di un gruppo affiatato, una famiglia “virtuale”. Questa famiglia è quella di Cosebelle Magazine e la trovate – al completo – qui.

Su Cosebelle scrivo di food insieme ad altre BRA-VIS-SI-ME cuoche che sperimentano ricette sempre nuove e le condividono con chi – come noi – ama le Cosebelle della vita. Ma non troverete solo food, troverete tutto quello che di bello potreste cercare.

E siccome mi sto dilungando come al solito, vengo al dunque: il mio dolce di Halloween lo trovate su Cosebelle oggi, qui.

Altro che Jack O’ Lantern.

 

Torta di carote


Primi post, prime ricette. Ed ecco un dolce (guarda caso).

Colore caldo, consistenza soffice, impasto umido, sapore delicato. La torta di carote è un dolce di famiglia, ricetta della nonna che passa di generazione in generazione senza fare un plissè. Una di quelle torte jolly che puoi giocarti in qualsiasi momento, perché sai che LEI non ti tradirà. MAI. E poi è un dolce di quelli che si danno un tono, adatto anche ai palati più raffinati. E se fra i vostri ospiti ci sono uomini, negate fino alla morte di aver usato le carote “Verdura nella torta? Io le carote le mangio solo in insalata”. Dite, chessò, che sono le arance a darle un tono abbronzato…Non se ne accorgeranno, credetemi.

E ora, visto che la parte più complessa è triturare le carote, armatevi di grattugia e partite. Non avete idea della soddisfazione che vi darà questa torta (e neanche dei bicipiti che avrete dopo la grattugiata).

continua >>

Pagina 12 di 12« Prima...5...89101112

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

DIARIO DI UNA VEGETARIANA, il mio libro, è in vendita su ordinazione in libreria, su Amazon oppure da 11 a Treviso, in via Diaz!

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Gelato alla liquerizia vegan glutenfree
Bowl con grano saraceno, anguria gialla e ceci
Zuppetta fredda di anguria e barbabietola
Smoothie cocco banana e mirtilli alla chia

Seguimi via mail!

Leggi le mie ricette su:

Leggi le mie ricette su: