Piatti unici

Tortino di patate al basilico e cipollina

Adoro le patate. Sono una delle cose che mangerei a quintalate, come se fossero dei dolci.

Su dai, smettetela con quei risolini, parlo dei tuberi e lo sapete anche voi che possono dare dipendenza.

In assoluto, su tutte, le patate al forno. Con tanto rosmarino. Potrei mangiarne teglie su teglie fino a rotolare, morirei, ma sarei certamente una ragazza felice.

Sul Cucchiaio.it oggi trovate la mia ricetta con la patate, c’ho fatto dei tortini. Una preparazione semplice, profumata con il basilico e l’erba cipollina, che ci stanno da dio. Sono sicura che quando li metterete in tavola tutti saranno felici. Come me. Se non sono ancora affogata in una teglia di patate O_o

PS. Questa ricetta è vegetariana, non vegana ma io preferisco sempre la besciamella fatta con l’olio, la farina di riso e il latte vegetale. Per le mie amiche intolleranze, perché è glutenfree e perché così la uso anche in preparazioni vegan. Voi se preferite potete preparare quella tradizionale!

Rucola uva e mirtilli. Noci e pane di segale.

Credo di avervi già storditi tutti con sto discorso dell’insalata, quanto è buona la verdura ma basta con ste insalatone bomba che trovi al bar e pensi di star leggera, invece dentro ci mettono di tutto, svuotano i vasetti e tu al ritorno dalla pausa pranzo ti addormenti sul pc. Non è vita.

L’insalata meglio farsela a casa, che poi chissà perché anche se la fai identica a quella del bar la tua è sempre millemilavolte più buona. Mah.

Perché son convinta che l’insalata se è fatta con un po’ d’amore e condita come si deve può essere davvero una bontà. Non una roba da dieta. Da vegetariani. Da intolleranti. No, una roba buona per tutti.

E’ il caso dell’insalata che oggi trovate sul Cucchiaio.it, che mescola frutta fresca e secca, verdura e pane. Ed è condita con il succo d’uva. Ciao insalata banale, adieu.

Parmigiana nella melanzana

Un variazione di un grande classico, uno dei miei piatti preferiti in assoluto. Del mio amore per l’accoppiata pomodoro-melanzana nella pasta vi ho già parlato, quindi non sarà difficile capire quanto io veneri la parmigiana. E’ più forte di me, la adoro. E per farla bene, basta solo metterci un po’ d’amore, perché gli ingredienti messi insieme già spaccano senza bisogno di altro.

Per questa ricetta ho pensato a una presentazione un po’ diversa e, con l’occasione, ho privilegiato la cottura al forno rispetto alla frittura che normalmente non pratico molto. Ho scelto una melanzana violetta, dolce e carnosa, che anche una volta cotta resterà morbida e umida, pur arrostendosi leggermente. E in questo caso niente sugo, pomodori perini belli sodi, e abbondante basilico.

Quando vedrete la melanzana accasciarsi sotto il peso del ripieno, sarà pronta. E resistere alla tentazione di assaggiarla ancora bollente, sarà una vera impresa 🙂

continua >>

Lasagna di farro al pomodoro e ricotta

Ciao. La lasagna e tanto buona che…ciao. E’ buona sempre e comunque, appena fatta, il giorno dopo, riscaldata, fredda, di verdure, con la besciamella, senza. Sempre. E comunque.

E poi, ragazzi, la sfoglia si fa in un attimo. No ma dico sul serio, mica per dire. E’ più l’idea di doversi mettere lì, ma quando sei partita è un attimo ed è pronta. E se la fai tu allora puoi usare tutte le farine che vuoi. E te la puoi anche tirare, che mica tutti si mettono lì a impastare 😉

Tipo io ho usato la farina di farro per questa ricettina sul Cucchiaio.it.

E la sfoglia l’ho farcita con degli ingredienti classici, che quando tagli la lasagna urlano “Italia!”: pomodoro e basilico, ricotta, olio, sale, pepe. E poi c’ho messo un po’ d’affumicato, per gradire. Bontà.

Torta rovesciata di prugne al rosmarino

Idea 1: potrei fare una torta rovesciata! Quant’è buona la tarte tatin?!? (Peccato che le mele mi odino)

Idea 2: potrei fare una torta rovesciata salata! (L’idea del secolo, quanto sono avanti)

Idea 3: potrei fare una torta rovesciata salata ma con della frutta! (No cioè vabbè siamo a livelli esagerati, Giulia datti una calmata che qua manco Cracco)

Idea 4: potrei fare una torta rovesciata salata con le pesche, che stanno tanto ma tanto bene con il rosmarino! (Questo può anche avere senso)

Vado in cucina fantasticando sul risultato, sento già il profumo delle pesche al rosmarino nell’aria. Scopro il cesto della frutta e tadaaaaaaaa niente pesche. Finite, terminate, volatilizzate. Nada.

Ecco che si fa largo l’idea 5: e se provassi con le prugne?!? (Occhio che il rischio idiozia è altissimo)

Fu così che nacque questa ricetta, da mangiare bollente ustionante che altrimenti la mozzarella poi perde quel bell’aspetto filante e la pasta s’affloscia. Ed è un peccato 🙂

P.S: se volete un dolce non troppo dolce questa è perfetta come fine pasto!

continua >>

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

DIARIO DI UNA VEGETARIANA, il mio libro, è in vendita su ordinazione in libreria, su Amazon oppure da 11 a Treviso, in via Diaz!

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Crackers senza glutine ai semi di chia
Quiche senza glutine con asparagi e crema di piselli
Insalata con asparagi al timo patate arrostite e ricotta
Gnocchi di patate senza glutine agli asparagi

Seguimi via mail!