Piatti unici

Pagina 4 di 25« Prima...23456...101520...Ultima »

Burger speziati di lenticchie e spinaci

Burgerspeziatidilenticchieespinaci_unavegetarianaincucina_00

Di burger vegetali non ce n’è mai abbastanza. Le varianti sono infinite e la soddisfazione è sempre tanta perché per me il burger è sinonimo di cena golosa e informale, di coccola, di film e gelato. Adoro usarli per farcire i panini ma mi piacciono molto anche al piatto accompagnati da una salsa e tante verdure.

Ormai per prepararli mi lascio guidare dall’ispirazione e uso gli ingredienti che ho a disposizione con combinazioni diverse, senza starci troppo a pensare. L’ideale è utilizzare un legume come base e unirlo a cereali e verdure, così il burger sarà un piatto completo e bilanciato.

Può essere che qualcuno di voi si lasci scoraggiare dall’idea di dover cuocere i legumi ma vi assicuro che non ci vuole molto: la sera precedente metteteli a bagno, la mattina cambiate l’acqua e quando decidete di cucinarli metteteli a lessare a fuoco basso, mentre voi fate altro loro arriveranno a cottura. A questo punto il più sarà fatto e dovrete solo scegliere gli ingredienti a cui abbinarli. Io in questa preparazione sono partita da basi cotte perché avevo in frigo della quinoa già lessata e degli spinaci in freezer ma nulla vi vieta di velocizzare il tutto aggiungendo ai legumi solo pangrattato e verdure crude, ad esempio, per creare un impasto che sia comunque adatto a essere lavorato. Io però vi consiglio, quando cuocete i legumi, di farne un po’ di più e di lessare anche della quinoa o altri cereali, così con una parte potrete preparare un’insalata veloce e con il resto potrete creare la base dei burger, che potete anche cuocere e surgelare senza problemi. In questo modo con due ingredienti potrete preparare piatti diversi ottimizzando (e si sa che io con l’ottimizzazione sto in fissa!)

continua >>

Orzo con crema di peperoni, ceci e olive

Orzoconcremadipeperonicecieolive_unavegetarianaincucina_00

Diciamolo pure, avere la febbre ad agosto è una cosa brutta brutta. Io un sospetto ce l’ho, tutti dicono “eh sì sarà lo sbalzo termico” io invece credo sia una specie di sfogo prima di affrontare un settembre bollente, e non certo dal punto di vista delle temperature. Che sto pensando molto già ve l’ho detto, che mi esce il fumo dalle orecchie, pure. Secondo me il mio corpo mi ha voluto dare un segnale.

Non avevo la febbre alta da molto, non avevo la febbre ad agosto da una vita. Mi sono trascinata in giro per casa cercando di scrivere, di lavorare, di riordinare ma era come se mi avessero infilato una tutta di piombo che pesava 200 milioni di chili e ogni passo era uno sforzo enorme. A salvare i nostri pranzi e le nostre cene – più le sue che le mie visto che io mi sono nutrita di gelato, frullati e yogurt tentando di calmare la mia gola in fiamme – sono state le provviste con cui avevo letteralmente stipato il freezer (vedi a essere previdenti) e i piatti come quest’insalata d’orzo che è buona calda appena fatta, a temperatura ambiente, fredda di frigo. Un piatto di quelli facili facili che potete portarvi per pranzo durante un pic-nic (se ciao, magari), in spiaggia, al lavoro o dove volete. Un’alternativa alla classica insalata di riso (potete ovviamente farla anche con il riso, il farro, il kamut, il grano…) che potete usare per sfamare il resto della famiglia mentre voi v’ingozzate di gelato con la “scusa” del mal di gola. Eh sì, ognuno fa quel che può per coccolarsi un pochino 😉

PS: un’alternativa per la ricetta dell’insalata d’orzo la trovate anche sul mio libro “Diario di una vegetariana” ora in libreria!

continua >>

Una crema di piselli e zucchine e quattro chiacchiere molto green

unacremadipiselliezucchine_unavegetarianaincucina_00Ho da sempre una grande attrazione per il mondo “green”, amo da sempre frutta e verdura, ho sempre adorato il profumo delle erbe aromatiche sul davanzale. Avere un orto tutto mio non è mai stato possibile visto che vivo da tutta la vita in appartamento ma è qualcosa che mi ha sempre attratto e ora che mi sono trasferita l’idea dell’orto sul balcone si sta facendo largo.

Mi prendono tutti in giro perché dico che per farmi felice basta un cesto di zucchine, una cassetta di pomodori o qualche albicocca raccolta dall’albero, eppure è la verità e il consumo massiccio di frutta e verdura che caratterizza la mia casa ne è la prova.

Qualche settimana fa ho scoperto – e poi incontrato – i ragazzi del team di GrowThePlanet, start-up nata in H-Farm a Roncade. GrowThePlanet è un social network per chi ama come me frutta e verdura, per chi possiede o sogna un orto urbano e per chi vuole imparare a coltivare qualcosa, ma non solo. E’ una community green che conta oltre 100.000 iscritti con focus sul tema della coltivazione e dell’alimentazione che oltre a guidarvi nella creazione del vostro orto personalizzato vi permette di scoprire e scambiare prodotti, conoscere nuovi ortaggi e imparare a cucinarli nel modo migliore. Un mondo “verde” tutto da scoprire.

Insieme abbiamo chiacchierato un po’ di tutto questo e quel che è venuto fuori è una piccola intervista per #parlacidellorto. Ma mica finisce qui, c’è pure una ricetta. Super green, ovviamente.

continua >>

(Panino con) burger di fagioli alla curcuma

Paninoconburgerdicannelliniallacurcuma_unavegetarianaincucina_00

Che è uscito il mio libro ve l’ho detto?! E’ USCITO IL MIO LIBRO. Sì cioè, è proprio in libreria, lì, fra gli scaffali insieme ai libri di Chef e superstar della cucina. E’ un po’ timido e si schernisce, proprio come sto facendo io, è un novellino e sa bene che ha ancora tanta, tantissima strada da fare e che c’è da migliorarsi, sempre e per sempre, ancora. Ma c’è, esiste. Vederlo lì, è un’emozione. E vederlo fra le vostre mani, è un’emozione ancora più forte.

Ecco perché a chi di voi avrà voglia e modo e tempo chiedo di farsi un bel selfie insieme al mio libro e poi di condividerlo sui social con gli hashtag #diariodiunavegetariana e #unavegetarianainlibreria. Che dite, avete voglia di metterci la faccia? Sarebbe bellissimo per me vedervi tutti, sarebbe più facile mettervi insieme per un mega abbraccio virtuale <3

Nei prossimi giorni vi racconterò di qualcuna delle ricette finite fra le pagine di DIARIO DI UNA VEGETARIANA, ora però bando alle ciance e si torna ai fornelli, perché il libro non ci sarebbe senza di voi ma neanche se io non amassi alla follia cucinare e mangiare.

Ci sono dei piatti di cui vado letteralmente pazza, sono una dipendente da biscotti e dolci in generale e quando qualcuno parla di confort food nella mia mente si affollano ricette su ricette. Sapete che prendo molto sul serio la questione panini e che sono un’amante dei burger vegetali che ritengo siano un ottimo sistema anche per far mangiare verdure e legumi a chi tenderebbe a evitarli. Ultimamente per forze di causa maggiore – leggi “trasferimento + dispensa da rimpinguare + operazione contenimento delle spese” – sto cucinando molto con la quinoa – leggi “avevo fatto una scorta di quinoa e ora va smaltita”. Trovo che sia perfetta anche nei burger per dare un po’ più di consistenza al tutto e la alterno, bianca, nera o rossa, a seconda di quel che mi suggerisce l’ispirazione del momento.

Per una cena di quelle davvero appaganti, in una domenica calda ma non troppo, ho preparato questi burger di fagioli alla curcuma che in forno sono diventati morbidi all’interno ma con una sottile crosticina all’esterno e li ho usati per farcire un panino che qui ha fatto la gioia di tutti.

continua >>

Parmigiana di zucchine e ricotta

Parmigianadizucchineericotta_unavegetarianaincucina_00

Credo di aver già fatto la mia ode alla parmigiana. Credo di aver già detto in più e più modi che amo questi sapori, che adoro le verdure estive. Se non fosse che gli allergici con le solanacee (patate, pomodori, melanzane, peperoni) non vanno molto d’accordo probabilmente con l’arrivo della bella stagione non vivrei d’altro.

Per fortuna però, dopo anni in cui ho mangiato le zucchine solo lessate, oggi le amo alla follia. E allora perché non cercare un compromesso per una parmigiana alleggerita e rivista che non sia proprio un accumulo di solanacee all’ennesima potenza? Pomodoro sì ma melanzane no per questa versione preparata con zucchine cotte al forno e ricotta. E poi tanto tanto basilico.

La ricetta l’ho preparata per IlCucchiaio.it ma devo essere onesta, non sono riuscita ad assaggiarla. Mi è passata sotto il naso ed è finita senza che me ne accorgessi. Ho ricevuto un messaggio però, diceva: “Purtroppo è finita, tocca rifarla se la vuoi assaggiare. Ma la prossima volta aumenta le dosi!

E niente ragazzi, io torno in cucina e preparo due teglie va.

Pagina 4 di 25« Prima...23456...101520...Ultima »

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

In libreria!
DIARIO DI UNA VEGETARIANA
Food District - Ultra

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Zuppa fredda di cetriolo zucchine e avocado
Cecina alle erbe aromatiche
Smoothie banana e caffè al cardamomo
Insalata di ceci neri e mais con avocado e salsa piccante

Seguimi via mail!

Follow on Bloglovin

Leggi le mie ricette su:

Leggi le mie ricette su: