Taste&More

Pagina 1 di 3123

Di dip di ceci, di #Londondays e del nuovo Taste&More

londra

Sono appena rientrata da un weekend londinese a base di sole, sorrisi, yoga e smoothie. Ho vissuto in uno stato di grazia – nonostante la salute cagionevole – per quei tre giorni prendendomi una pausa dalla vita, respirando l’aria della city, prendendomi poco sul serio, camminando a piedi scalzi, guardando il mio riflesso negli occhi di persone a cui voglio bene.

londra triyoga

londra

londra king's cross

Poi sono rientrata e ho sentito l’energia di quei giorni abbandonarmi. Ho trovato giornate di sole caldo insieme a una routine che ha ricominciato a starmi un po’ stretta.

Ho incontrato di nuovo la mia inquietudine ma ho cercato di distrarmi sfogliando le pagine del nuovo Taste&More tutto dedicato alla primavera, pieno zeppo di ricette fresche e colorate.

dip ceci peperoni paprica

Dip-ceci-peperoni-paprica-8326

E il conforto, dove l’ho cercato? In cucina, of course. Nel mio dip di ceci con peperoni arrostiti, pomodori secchi e paprica affumicata. Cremoso e super saporito, buono da solo, sul pane, per condire una pasta o farcire un panino. Facilissimissimo da preparare. Fatelo dai!

La dieta, la salute e una pasta al pesto di zucchine per Taste&More

Pasta-pesto-zucchine-avocado-0972
Seguire una dieta, qualsiasi sia il motivo per cui decidiate/siate costretti a farlo, non è cosa semplice. Io l’ho provato sulla mia pelle, so di cosa parlo. So che quando stai a dieta regolarmente ti invitano a tutti i pranzi/le cene/le feste/i banchetti del mondo. La gente ti regala scatole di cioccolatini e vassoi di pasticcini che manco a Natale. Se convivi chi divide casa con te si compra chili di gelato, prepara i popcorn al caramello da mangiare sul divano e dopo cena farcisce i biscotti tre e tre con il cioccolato e li inzuppa nella cioccolata calda con la panna fissandoti negli occhi. Le feste cambiano data sul calendario e si raggruppano tutte nel tuo periodo di dieta, mettendoti davanti a panettoni/colombe/frittelle e soprattutto a nonne/zie/parenti tutti che ti dicono “mangia un po’ di questo/assaggia anche questo/ma ti vedo patita/hai mangiato abbastanza?” e la frase peggiore “ah ma come mai non lo mangi?” e tu vorresti scappare urlando sarannopureaffaraccimieimagnatelatu!

La determinazione è fondamentale e di solito è proporzionale al tuo desiderio di stare meglio. Perché è per questo che si dovrebbe stare a dieta, che sia perché si soffre di qualche problema di salute o perché si vuole rimettersi in forma. Le diete non si improvvisano, è importante affidarsi a un professionista e farsi seguire lungo l’intero percorso per non fare troppi errori e per avere un po’ di conforto, cercando se possibile di non entrare nel tunnel dell’oddiohoversatoungrammodipastainpiù che altrimenti diventa una malattia. Una dieta bilanciata ti fa sentire meglio e ti concede ogni tanto uno strappo per gratificarti e darti una pacca sulla spalla. Ma quel che è fondamentale è non inseguire ideali assurdi o modelli senza senso o una perfezione inesistente.

Pasta-pesto-zucchine-avocado-1051

Questo mese Taste&More affronta questo delicatissimo tema con l’aiuto di una bravissima nutrizionista (e blogger) che fa parte del team del magazine, Luisa Piva. Tutte noi ci siamo impegnate per rispettare le sue indicazioni e darvi degli spunti creativi e gustosi, io ho preparato una pasta integrale con pesto di zucchine e avocado.

Abbiamo racchiuso fra le pagine del magazine tante ricette fresche e sane per interpretare la dieta e aiutarvi ad affrontare un periodo di detox con il sorriso, senza sentirsi tristi o affamati. Ci siamo riuscite? Giudicate voi sfogliando il nuovo numero!

Un post confuso, dei buoni propositi e il nuovo Taste&More

Insalatadifinocchioeravanelli_unavegetarianaincucina_00

Ci sono giorni in cui scrivere un post per il blog mi viene naturale, giorni in cui non devo neanche stare a pensare a cosa dire o a come dirlo, giorni in cui non devo fermarmi a rileggere. E poi ci sono giorni in cui devo scrivere ma niente, è come se ci fosse un blocco. A volte capita perché ho scritto troppo per lavoro altre volte perché manca l’ispirazione. Altre volte ancora non riesco a scrivere perché le giornate sono intense, piene, e non trovo il tempo e il modo giusto per ricavarmi qualche minuto da dedicare a me.

Ricordo che un giorno la mia maestra delle elementari – la migliore del mondo – mi disse “Mi è piaciuta la tua lettera piena di scarabocchi, appunti e cancellature. Si capiva che l’avevi scritta di getto, senza neanche preoccuparti di verificare che la grammatica fosse perfetta e che non ci fossero errori sparsi, era come se scrivere fosse un’urgenza e tu non avessi avuto il tempo di riflettere mentre stringevi la penna fra le mani”. Ecco, questa è la scrittura che piace scrivere a me. Ma io non scrivo per me stessa, non è così semplice. Eppure è un po’ come la cucina, ci sono volte in cui con quattro ingredienti metti insieme un piatto da leccarsi i baffi muovendoti come se avessi una ricetta perfetta nascosta da qualche parte, nella testa. E ci sono volte in cui invece devi cucinare qualcosa in particolare e non ti viene in mente niente, non riesci a sentire i profumi, immaginare i sapori.

Non lo so da cosa dipenda. O forse sì. Perché scrivere e cucinare sono due cose che amo fare da sempre e restare all’interno di uno schema mi risulta difficile. Sono arti che ci invitano a lasciarci andare, a seguire l’istinto, a osare.

Sono brava a rispettare le regole, nella vita ho cercato di fare le cose come andavano fatte. Eppure non sempre questo è bastato. Non per questo sono riuscita a evitare critiche, attacchi, cattiverie.

E oggi sento il desiderio di prendermi il mio spazio, di dire no anche a costo di pentirmene perché ho capito che un po’ di follia, un po’ di fantasia, un po’ d’incoscienza a volte servono. Senza queste quante “prime volte” ci saremmo persi? Senza tutte queste cose probabilmente non avrei aperto un blog, non c’avrei neanche provato. E invece sono qui, con questo post iniziato con pessimi presupposti che in realtà non è andato poi così male!

continua >>

L’estate, Taste&More, tante ricette. Ma soprattutto tante teste e un solo cuore.

LestateTaste&Moretantericette_unavegetarianaincucina_00

L’estate l’ho aspettata così tanto che ora che è qui non me ne rendo neanche conto. Sono stati mesi intensi e frenetici quelli che in questo 2015 mi hanno portata fino a qui e non ho ancora avuto il tempo di fermarmi e respirare davvero, di godermi una giornata di relax, di sole, di serenità senza affanno. Mi sembra (cioè non è che mi sembri così, è così veramente) di avere sempre il fiato corto, di non riuscire mai a fare tutto, di essere sempre di corsa.

Oggi esce il nuovo numero di Taste&More con tante ricette da preparare fra luglio e agosto, fresche e colorate e vi consiglio di non perderlo perché questo è un numero speciale, per tanti motivi.

Prima di tutto perché dentro ci siamo noi, fra le pagine del magazine troverete ognuna di noi con la sua cucina, i profumi e i sapori che più ama, con una ricetta del cuore. Ci siamo raccontate in un piatto ed è stato bello creare qualcosa di ‘mio’, qualcosa che mi rappresentasse. Ed è ancora più bello anche per me vedere le ricette di tutte le altre blogger che fanno parte della redazione ora che ci siamo finalmente incontrate, ora che ogni piatto ha davvero dietro un volto, un sorriso. Siamo tante, tante donne diverse ma unite da una passione comune, e questo ci rende forti.

continua >>

Primavera, dove sei? E’ arrivato Taste&More!

InsalatadispinaciniTaste&More_Unavegetarianaincucina_00

Dov’è finita la primavera? I cieli grigi e le pioggerelle di questi giorni sembrano più adatte a novembre che a maggio e io sono sempre più impaziente, aspetto il sole, il caldo, il mare.

Sono ancora qui con il fiato corto divisa fra mille cose fatte e da fare, un po’ frastornata e un po’ affaticata. Da molto ormai non entro in cucina senza “scadenze”, per il puro piacere di mettermi ai fornelli. C’è sempre qualche ricetta da preparare o qualcuno da sfamare e mi manca un po’ quel tempo che sceglievo di occupare impastando e spadellando. Ma anche quel tempo tornerà, sono fiduciosa, devo solo riuscire a riprendere dei ritmi umani.

Nel frattempo, eccoci qua con l’appuntamento con il nuovo numero di Taste&More! Ci pensiamo noi a portare un po’ di primavera nelle vostre case con tante ricette fresche e colorate, siete pronti?

Anche stavolta le mie proposte sono due: un’insalata di spinacini con salsa allo yogurt e vinaigrette ai lamponi (light e senza lattosio) e poi un crumble di fragole al cocco e zenzero.

CrumbledifragoleconcoccoezenzeroTaste&More_unavegetarianaincucina_01

Se siete curiosi di scoprire le ricette è tempo di sfogliare!

Pagina 1 di 3123

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

In libreria!
DIARIO DI UNA VEGETARIANA
Food District - Ultra

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Pane di kamut ai semi
Tofu marinato con uva e finocchio
Ibiza: cosa fare e dove mangiare veg in meno di 72 ore nella Isla Bonita
Cookies integrali con avena cocco e cioccolato

Seguimi via mail!

Follow on Bloglovin

Leggi le mie ricette su:

Leggi le mie ricette su: