Gelato vegan cioccolato e cocco

 

gelato vegan cioccolato

Ho già parlato del mio amore per il gelato varie volte e ho accennato a come sia nato quando ero piccola, a casa della nonna. A casa sua l’estate – ma non solo – era sinonimo di gelato e intorno a questo si era creato una sorta di rituale meraviglioso e indimenticabile.

Nonna aveva una gelatiera di quelle serie, professionali, di quelle che facevano un casino assurdo. Ma a casa sua c’era la taverna ed era lì che la gelatiera lavorava senza sosta nelle calde giornate estive preparando la nostra merenda. Vaniglia era IL gusto ma c’era anche il caffè, il cioccolato. La frutta no, che ve lo dico a fare, a noi piacevano – a me in effetti piacciono ancora, si sa – le cose zozze e il gelato, come già detto, era solo quello alla crema.

Ricordo che quando eravamo a casa sua sgattaiolavamo giù dalla scala nella taverna semi buio, con le tende tirate, e correvamo dietro il bancone per vedere la gelatiera al lavoro, contando i minuti che ci separavano da quel momento magico, quello in cui la macchina avrebbe smesso di girare e qualcuno avrebbe suonato al campanello della porta. Si perché ad avvisare chi non era già lì ci pensava la nonna: ciao, sto facendo il gelato, se dopo vuoi passare…

E così noi ci trovavamo sedute attorno al tavolo rotondo in cucina, nonna preparava una coppetta per il nonno e gliela portava in salotto. Poi noi avvolgevamo la ciotola congelata con un canovaccio per evitare che le mani si incollassero all’acciaio per il freddo, e cominciavamo a pescare il gelato con il cucchiaino, direttamente da lì. La regola era una: si partiva dai bordi, dove il gelato era più morbido e si scaldava velocemente, per poi procedere verso il centro.

gelato vegan cioccolato cocco

Se non avete mai assaggiato il gelato appena fatto – meglio ancora se fatto in casa come si deve – non sapete di cosa sto parlando. Non conoscete quella consistenza cremosa e morbida, avvolgente, irresistibile. Non avete idea della gioia racchiusa in quei momenti, le donne della famiglia riunite intorno al tavolo, le mani che si incollano alla ciotola, i bocconi troppo grandi e le pance troppo piene, le facce sorridenti.

Tanti ricordi tutti racchiusi in un cucchiaino di gelato. E allora dai, valeva la pena provare a rievocarli anche senza gelatiera.

gelato vegan cioccolato cocco

Ingredienti per 6/8 persone

120 g di crema di mandorle

100 g di cioccolato extra fondente

400 ml di latte di cocco

35 ml di agave

1 cucchiaio di cacao amaro

 

Per servire

3 cucchiai di cacao amaro

6 cucchiai di latte di riso al cocco

Qualche goccia di estratto di vaniglia

agave (se necessario)

lamponi

gelato vegan cioccolato cocco

Preparate la crema di mandorle mentre mettete a fondere il cioccolato a bagnomaria. Quando la crema di mandorle sarà pronta aggiungete qualche cucchiaio di latte di cocco e frullate tutto per ottenere un composto liscio, poi unite tutti gli ingredienti del gelato e azionate il blender fino ad avere una crema omogenea. Trasferitela in una pirofila o in una ciotola adatta al freezer e fate congelare per almeno un paio d’ore.

Per la salsa mescolate bene il cacao con il latte e la vaniglia, assaggiate e se necessario aggiungete un po’ d’agave (io la preferisco amara ma dipende dai gusti). Riponete la salsa in frigorifero in modo che si addensi e quando servite il gelato aggiungetela alle coppette insieme ai lamponi.

PS: per i super golosi consiglio di farcire due biscotti d’avena o due cookies vegan con il gelato e rimetterlo qualche minuto in freezer prima di addentarlo!

Lascia un Commento

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

In libreria!
DIARIO DI UNA VEGETARIANA
Food District - Ultra

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Curry di verdure con sorgo al cocco e albicocche
Torta salata con melanzane perline e datterini
Insalata alla greca con feta e olive
Torta salata vegan alle verdure con crema di tofu e peperoni

Seguimi via mail!

Follow on Bloglovin

Leggi le mie ricette su:

Leggi le mie ricette su: