Tarallini di ceci alla curcuma e semi di anice

Quando la ragazza – che sarei io – ha voglia di preparare qualcosa di veloce e salato da sgranocchiare, da preparare per l’aperitivo o da portarsi in giro per riempire lo stomaco quando è in viaggio per lavoro, di solito si affida alla farina di ceci.

Io non sono una che impasta molto, adorerei mangiare il pane ma non sono voluta entrare nel loop pasta madre&co che tanto mi spaventa.

E allora come si fa quando viene voglia di pane, grissini ecc ecc ma non si ha il tempo, la voglia e la pazienza di impastare e di aspettare i tempi di lievitazione? Quando la farina di grano è bandita e tutti i tentativi di impasti senza glutine, senza questo e quello sono un fallimento? Quando il lievito “meglio di no”? Ci si può deprimere, certo. Oppure…

Un giorno, quando ero a dieta stretta e mangiavo pochissime cose, ho provato a usare la farina di ceci per fare dei grissini o qualcosa del genere, qualcosa che fosse più asciutto e croccante della – buonissimissima – farinata per intenderci e che si conservasse nel tempo senza problemi.

L’impasto, ovviamente, l’ho fatto a caso. Ho provato un paio di volte perché volevo fare una cosa veramente rapida, da non dover impastare, stendere, arrotolare. Così ho cercato un impasto che si potesse sparare sulla piastra con la sac à poche e infilare in forno al volo.

Alla fine, sono nati questi tarallini. Faccio fatica a descriverli perché – ovviamente – non sono come i taralli tradizionali, da cui prendono ispirazione solo per la forma. Sono croccanti e leggeri, sono vegani, senza glutine* e senza latticini. Si conservano benissimo per almeno una settimana in una scatola a chiusura ermetica o in un sacchettino ben chiuso. Vengono in viaggio con voi e vi salvano la vita quando dovete riempirvi lo stomaco al volo senza sporcarvi le mani o riempirvi di briciole la camicetta.

Di più non posso dirvi, tocca provarli 😉

*verificate sempre che tutti gli ingredienti che utilizzate per le ricette segnalate come senza glutine o altro non contengano nemmeno tracce dell’allergene che vi crea problemi di salute, mi raccomando.

 

Ingredienti (per circa 40 tarallini)

200 g di farina di ceci

6 cucchiai d’olio extravergine d’oliva circa

2 cucchiai di semi di anice

2 cucchiaini di curcuma

acqua qb

sale

pepe

Mescolate la farina a un pizzico di sale, una bella macinata di pepe e la curcuma. Aggiungete anche i semi di anice e l’olio cominciando a impastare. Unite l’acqua poco per volta fino a ottenere un composto appiccicoso non troppo denso ci vorranno indicativamente 140 ml d’acqua ma dipende dalla farina quindi regolatevi a occhio). Amalgamate bene tutti gli ingredienti poi riempite con il composto una sacca da pasticcere e formate dei tarallini su una placca da forno foderata (a piacere potete anche spennellarli d’olio prima di infornarli). Infornate a 180°C per circa 15-20 minuti, fino a doratura.

7 Commenti a “Tarallini di ceci alla curcuma e semi di anice”

  • SILVIA:

    DEVO ASSOLUTAMENTE PROVARLI!

    • GcomeCarolina:

      Ahaha però non aspettarti i classici taralli, questi sono un’altra cosa, una furbata. E sanno proprio di farina di ceci. Ce l’hai presente la farinata? Quello è il sapore che ricordano 🙂

  • SILVIA:

    provo amica e ti dico!!!! 🙂

  • Barbara:

    Mamma mia, cosa mi hai evocato! 🙂 Da buona genovese qual sono, la farinata per me è una delizia assoluta! Io sono pigra,lo ammetto, ma l’esecuzione di questi tarallini è talmente semplice e veloce che non devono esistere scuse per cimentarcisi! Non ho la sacca da pasticcere,so che si reperisce facilmente,tuttavia mi chiedo se anche un sacchetto di quelli che servono per surgelare i cibi può servire allo scopo,tagliandogli un angolino in basso…

    • GcomeCarolina:

      Cara Barbara puoi provare anche se ti avviso..il composto non è proprio liquido e quindi il rischio è che con la pressione il sacchetto ti esploda! (a me è già successo in passato!) Vendono anche delle sac à poche usa e getta, oppure puoi provare a fare un conetto con la carta forno, ci sono tanti tutorial su internet che spiegano come realizzarli 🙂

Lascia un Commento

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

In libreria!
DIARIO DI UNA VEGETARIANA
Food District - Ultra

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Quinoa con asparagi e primosale alle erbette e limone
Muffin di avena e segale con ciliegie e lamponi
Orzo alla mediterranea con patè di olive, zucchine marinate e fragole
Di dip di ceci, di #Londondays e del nuovo Taste&More

Seguimi via mail!

Follow on Bloglovin

Leggi le mie ricette su:

Leggi le mie ricette su: