Veggie burger e…ciao fast food

Checchesenedica, il panino è una delle cose più buone al mondo, a mio parere. Se il pane è buono e il ripieno scelto e preparato con cura, un panino non ha niente da invidiare ai piatti gourmet, è capace di dare grosse soddisfazioni, riempie vuoti esistenziali, sopperisce alla carenza d’affetto e regala minuti di gioia. Perché dal primo morso alla raccolta delle ultime briciole leccandosi le dita, di minuti si tratta.

Ma vi dirò di più: sono una convinta sostenitrice del panino fatto in casa, perché ci sono delle accortezze, delle attenzioni, dei dettagli, che molto spesso quando mangi un panino in giro vengono sottovalutati. E poi perché se lo faccio io, so cosa c’è dentro – ma questo è un altro tema da affrontare.

Ora non mi metterò a spiegarvi come un panino vegetariano possa essere altrettanto buono o soddisfacente di un panino “classico”, perché questo preferisco darlo per assodato.

Vi dirò invece che il mio veggie burger si fa in un attimo una volta che avete cotto la zucca, che dentro ci sono tante verdure buone, che la maionese è veg e che se ve lo sparate sul divano davanti alla vostra serie preferita, non avrete rimpianti.

Ingredienti (per 3 burger)
250 g di zucca
1 cespo di radicchio tardivo di Treviso
1 uovo
Rosmarino fresco
Sale
Pepe
Olio evo
3 panini di kamut (o quelli che preferite)
Cavolo cappuccio
Rucola

Ingredienti per la maionese di soia
25 ml di latte di soia non zuccherato
50 ml di olio vegetale circa (io mais e girasole insieme)
Succo di limone
Sale
Senape dolce (opzionale)

Preparazione

Riducete la zucca a cubetti e cuocetela in padella con l’olio evo, il rosmarino fresco, sale e pepe. Unite l’acqua quando si sarà rosolata e fatela cuocere finche sarà morbida ma abbastanza asciutta.

Saltate velocemente in padella il radicchio a pezzetti con olio, sale e pepe e unitelo alla zucca trasferendo il tutto in una terrina capiente. Frullate con il mixer a immersione, poi unite l’uovo leggermente sbattuto.

Aiutatevi con un coppapasta a posizionare l’impasto su una teglia da forno foderata, in modo da ottenere tre burger, poi infornate a 180°C per 10-15 minuti, fino a quando vedrete formarsi una bella crosticina sulla superficie.

Tagliate i panini a metà e metteteli a scaldare (io li ho messi nel forno caldo), nel frattempo affettate sottilmente il cappuccio, unitelo alla rucola e condite con olio e sale.

Preparate la maionese:  mettete il latte di soia in un bicchiere a bordi alti insieme a una piccola parte d’olio e cominciate a frullare con il mixer a immersione. Dopo qualche minuto regolate di sale, unite il succo di limone (io abbondo ma dipende dai gusti) e, sempre frullando, aggiungete a filo l’olio fino a quando la maionese sarà montata e avrà raggiunto la consistenza che desiderate (potrebbe esservi sufficiente anche una quantità inferiore d’olio, le dosi sono indicative). Se vi piace la senape unitene qualche cucchiaino alla vostra maionese, mescolando bene.

Ora componete i panini con il burger vegetariano, l’insalata e la salsa.

Ciao fast food, ciao proprio.

11 Commenti a “Veggie burger e…ciao fast food”

Lascia un Commento

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

In libreria!
DIARIO DI UNA VEGETARIANA
Food District - Ultra

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Quinoa con asparagi e primosale alle erbette e limone
Muffin di avena e segale con ciliegie e lamponi
Orzo alla mediterranea con patè di olive, zucchine marinate e fragole
Di dip di ceci, di #Londondays e del nuovo Taste&More

Seguimi via mail!

Follow on Bloglovin

Leggi le mie ricette su:

Leggi le mie ricette su: