Articoli marcati con tag ‘soia’

Fettuccine di edamame con verdure e spezie al cocco


fettuccine edamame

Amo viaggiare. Amo scoprire posti nuovi, vedere luoghi mai visti prima e farmi sorprendere dal mondo. Mi piace perdermi a piedi nelle città e camminare nella natura. Adoro scoprire i sapori e i profumi caratteristici e trovare in mezzo ai piatti tipici qualcosa a misura di Giulia, non solo le proposte vegetariane ma anche le ricette ‘senza’ e adatte a chi ha un regime alimentare particolare.
Seguire una dieta, qualsiasi essa sia, può rendere la cose difficili in viaggio ma a volte bastano un po’ di spirito di adattamento e un po’ di attenzione per gestire tutto, regalandosi anche qualche sgarro.
La mia passione per il cibo che racconta il mondo è così forte che i barattoli di spezie a casa cadono dal cestino ogni volta che apro il mobiletto della cucina.
E il potere evocativo delle spezie è fortissimo, la loro capacità di trasportati in un altro spazio e in un altro tempo, di riportare alla mente ricordi vicini e lontani.
Ogni combinazione rende il piatto diverso, lo stravolge, gli dà carattere. Non saprei immaginare la mia cucina senza le spezie. E stavolta le ho usate insieme a delle fettuccine di edamame, ovvero i fagioli di soia, che hanno una consistenza particolare, una buona tenuta in cottura e un sapore definito che riconoscerete al primo assaggio.
Insieme al lime, il coriandolo e lo zenzero una spolverata di cocco, come fosse il formaggio che usiamo nei nostri piatti all’italiana.

Leggi il resto di questo articolo »

Tofu marinato con uva e finocchio

tofu uva finocchio

Tornata alla vita reale, immersa nei miei nuovi corsi di yoga e impegnata a dividermi fra i vari impegni, mi sono resa conto che da parecchio tempo non cucinavo. O meglio, cucino tutti i giorni, ma da un po’ non mi prendevo del tempo per preparare un po’ di ricette e fotografarle in una sessione hard core di foodbloggerismo. Così – manco a dirlo – ho recuperato. Un pomeriggio del sabato, una sera a casa da sola…ho sfruttato tutti i miei attimi di relax per cucinare ma visto che non avevo pianificato nulla ho dovuto sfruttare tutto quello che dispensa e frigorifero mi proponevano.

Così sono tornata al mio tofu, amato e odiato, che io ho imparato ad apprezzare con il tempo, con pazienza, con caparbietà. C’è voluto un po’ per capire come utilizzarlo nelle ricette, come caratterizzarlo e dargli la personalità che non ha. Ormai la ricetta del mio tofu alla curcuma pronto in 10 minuti qui è un must (anzi, dovrei dare la ricetta anche a voi!) ma io avevo voglia di qualcosa di nuovo. Ho adocchiato l’uva, ho recuperato un finocchio e mi sono messa a cucinare: prima ho marinato il tofu per insaporirlo, poi l’ho leggermente infarinato e saltato in padella, aggiungendo anche l’uva e il finocchio.

Il risultato? Sorprendente. Io lo rifaccio di sicuro!

continua >>

Biscotti morbidi nocciole e cioccolato

23biscotti morbidi nocciole cioccolato

Da troppo tempo mancano dei biscotti. Mancano qui, sul blog, perché a casa non mancano MAI.

La nuova routine prevede che il sabato, dopo aver insegnato due lezioni di yoga, io torni a casa a preparare la granola e i biscotti. Non questi morbidi alle nocciole e cioccolato, che sono deliziosi e sembrano più dei pasticcini, ma dei biscotti semplicissimi da preparare all’avena di cui vi parlerò presto.

Del resto la mia vita senza biscotti non sarebbe più mia. Un biscotto per ogni pensiero, io mi sento un po’ più pesante nel corpo ma più leggera nel cuore.

Continua a essermi del tutto sconosciuta la ragione per cui ho quest’attrazione fatale. Della serie: se vuoi conquistarmi non fiori ma scatole piene fino all’orlo di biscotti. Magari scatole di latta vintage con dentro biscotti vegan preparati con la farina integrale, le nocciole e il cioccolato. Se poi hai già preso pure i fiori va bene dai, mica ci sputo sopra.

Chi mi conosce già lo sa, già lo fa: noi ragazze non più giovani siamo anime semplici, con un avocado toast e una scatola di biscotti siamo felici.

continua >>

Tempeh ai quattro pomodori con capperi e olive

tempeh pomodoro

Qualche giorno fa ho visto che le rondini finalmente sono arrivate e per la prima volta da quando mi sono trasferita ho avuto un po’ nostalgia di casa. Le mie radici sono sempre state ben piantate a terra ma più che legarmi ai luoghi sono una che si lega alle persone. Così quando ho lasciato la casa in cui ero cresciuta – avevo un altro trasloco alle spalle ma ero abbastanza piccola – non è stata una tragedia, nessun dramma nessun rimpianto. Ero pronta per una nuova avventura e quel Paese in cui avevo vissuto tutta una vita non aveva nessun fascino per me, non sentivo il richiamo delle sirene, avevo solo voglia di andare. Non ho più pensato a quella casa, alla camera in cui ho trascorso tantissimo tempo, alla cucina in cui mi sono messa per la prima volta ai fornelli, al divano su cui stavamo tutti insieme a guardare la tv, stretti ma vicini. Non c’ho pensato fino a quando ho visto le rondini fare i loro balletti nel cielo e ho sentito la nostalgia del mio terrazzo e delle mie pause pranzo al sole, quando a primavera perdevo il senso del tempo guardando le rondini volare intorno al nido e vedevo i becchi spalancati dei piccoli che aspettavano la loro razione di cibo. Ogni anno era un appuntamento fisso il nostro e quando tardavano un pochino cominciavamo a preoccuparci, a chiederci cosa fosse successo. Mi mancano quei momenti e i miei pranzi assolati, con le gambe allungate sul bordo del terrazzo e la voglia di vedere la pelle un po’ più abbronzata, con una ciotola d’insalata fra le mani e Pinolo accoccolato in braccio.

Ma ci sono anche piccole grandi cose che sono venute con me nella nuova casa, oggetti, ricordi e abitudini che ho chiuso negli scatoloni e che oggi mi fanno compagnia. Come le ricette nate di là e diventate veri piatti cult di qua, piatti che in tutte le stagioni riescono a portare un po’ di gioia a tavola.

Lo so, non ci crederete mai, ma una di queste ricette è quella del tempeh al sugo.

PS: sul mio libro “Diario di una vegetariana” trovate anche una versione piccante del tempeh alla messicana!

continua >>

Insalatina in verde con asparagi e pistacchi

Insalataverdeconasparagiepistacchi_unavegetarianaincucina_00

Questi ultimi cinque mesi sono stati mesi di cambiamenti e di grandi impegni. Sono stati mesi intensi pieni di cose che non avevo mai fatto prima, pieni di progetti e di novità.

In tutto questo, mi sono anche trasferita. Ho cambiato casa e città e sto imparando a gestire ritmi ed esigenze diversi, sto cercando di abituarmi a orari nuovi.

Quello che non ho mai smesso di fare, in questi mesi, è stato cucinare.

Ora ho una nuova cucina in cui ho solo il minimo indispensabile – ancora non ho comprato tutto – ma mi sto ingegnando come posso, cuocendo la torta nella teglia per le lasagne, usando bicchieri e cucchiai per pesare gli ingredienti, montando tutto con le fruste a mano invece che con quelle elettriche. Ho già avuto i miei primi ospiti ed è stato bello cucinare per loro e passare la serata a chiacchierare, a casa nostra, anche se avevamo le tazzine spaiate.

Le mie giornate continuano a essere dense e lunghe ed io non vedo l’ora di riuscire a sistemarla un po’, questa casa, a mettere ordine, ma per ora va bene così.

I biscotti con le gocce nella credenza ci sono (lo prova il fatto che sono anche un po’ ingrassata..a casa da sola tutto il giorno mi consolo come posso!), in freezer c’è il gelato e stasera vado a correre, così a pranzo ho imbastito la cena (per chi volesse saperlo, stasera tempeh per noi).

L’altra sera invece, dopo che avevo cotto gli asparagi, ho preparato un’insalatina e l’ho fotografata al volo per voi 🙂

continua >>

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

DIARIO DI UNA VEGETARIANA, il mio libro, è in vendita su ordinazione in libreria, su Amazon oppure da 11 a Treviso, in via Diaz!

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Crackers senza glutine ai semi di chia
Quiche senza glutine con asparagi e crema di piselli
Insalata con asparagi al timo patate arrostite e ricotta
Gnocchi di patate senza glutine agli asparagi

Seguimi via mail!