Castagnaccio al cioccolato e fichi

castagnaccio cioccolato

Se solo la farina di castagne non costasse un occhio della testa penso che potrei affrontare l’autunno e l’inverno nutrendomi di castagnaccio. È un dolce che ho scoperto da grande, una passione che mamma mi ha trasmesso e che abbiamo riportato in tavola quando – causa dieta da intolleranze – le alternative non erano molte. Preparare il castagnaccio è un rituale, si va sempre un po’ a occhio e poi si aspetta di scoprire il risultato. La qualità della farina e il quantitativo di acqua che richiederà renderanno l’impasto più asciutto o più morbido, più secco o più elastico una volta cotto. Insomma ci vogliono un po’ di chimica, un po’ di occhio, un po’ d’istinto.

Credo fosse il nonno, in realtà, il primo appassionato di questo “dolce non dolce” che racconta storie e rievoca immagini passate, come quella della famiglia intorno al camino a sbucciare le caldarroste con le mani nere, le pance piene e i sorrisi stampati in faccia.

Ed è proprio questo suo non essere molto dolce a renderlo irresistibile, a non farti mai stancare di mangiarlo, a costringerti a tagliarne un pezzetto tutte le volte che capiti davanti alla teglia.

La tradizione lo vorrebbe preparato con olio d’oliva, uvette, pinoli e rosmarino. Amo la versione classica quanto quella di casa mia con scorzette d’arancia candite, molto natalizia.

Ma stavolta ho voluto rendere più golosa questa ricetta e ho aggiunto agli ingredienti classici anche del cioccolato extra fondente, sia all’interno che sulla superficie. Trovo che il cioccolato si sposi a meraviglia con le castagne, il profumo della scorza d’arancia e quello dei semi di finocchietto, che adoro e che mi ricorda un’isola di cui sono innamorata.

Un dolce che si ama o si odia, ma da provare.

castagnaccio cioccolato fichi

Ingredienti per una piccola teglia

300 g di farina di castagne

100 g di cioccolato fondente

10 fichi secchi (110 g circa)

2 cucchiai di olio extravergine d’oliva

360 ml d’acqua circa

1 cucchiaino raso di semi di finocchietto

cannella

scorza di limone

Mescolate la farina con i fichi a pezzetti e ¾ del cioccolato tritato (tenete il resto da parte). Unite i semi di finocchio, la cannella e la scorza di limone e mescolando aggiungete l’olio e poi l’acqua, a filo, sempre sbattendo bene (anche con una frusta volendo) per non formare grumi. Distribuite l’impasto in una teglia rettangolare in modo che sia alto circa 1,5 cm e infornate a 180° C per 15-20 minuti fino a quando si formeranno delle crepe sulla superficie e la base sarà cotta. Distribuite sul castagnaccio ancora caldo il cioccolato tritato avanzato e fate raffreddare.

2 Commenti a “Castagnaccio al cioccolato e fichi”

  • Barbara:

    Non so se il tuo nome è Carolina ma, in questo caso, poco importa. Il mio personale ringraziamento per questa splendida ricetta che ha conquistato il cuore dei miei “anziani” Genitori, nel giorno di Natale!!! Io il castagnaccio non lo avevo mai mangiato ma dopo aver letto la tua ricetta con la variante per Natale, mi sono sentita particolarmente attratta e l’ho fatta… il risultato? buonissima con la variante….. SPECIALE!! Grazie ancora, ti ricorderò ogni qualvolta rifarò il castagnaccio. Ciao
    Barbara

    • GcomeCarolina:

      Cara Barbara che bello ricevere il tuo messaggio! Sono davvero felice che la ricetta sia piaciuta e che sia arrivata addirittura sulla tavola di Natale 🙂 E ancora più felice di aver conquistato anche i tuo genitori. Un bacio!

Lascia un Commento

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

In libreria!
DIARIO DI UNA VEGETARIANA
Food District - Ultra

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Curry di verdure con sorgo al cocco e albicocche
Torta salata con melanzane perline e datterini
Gelato vegan cioccolato e cocco
Insalata alla greca con feta e olive

Seguimi via mail!

Follow on Bloglovin

Leggi le mie ricette su:

Leggi le mie ricette su: