Articoli marcati con tag ‘dolce’

Panini di farro alle uvette

pane farro uvette

Ci sono giorni in cui i ricordi ti assalgono. Giorni in cui ti ritrovi catapultato nel passato, a rivivere un momento preciso, a sentire gli odori, ad ascoltare le voci, a osservare i dettagli.

In questi giorni di clausura ma capita di tornare indietro con la mente, quasi sempre per rendermi conto delle aspettative che, inevitabilmente, mi creo anche non volendo e che poi, inevitabilmente, diventano delusioni. Le aspettative sono delle stronze e noi siamo bravissimi a continuare a crearcene di nuove, senza imparare mai a starne alla larga.

Molte altre volte però la mente torna indietro per regalarmi ricordi felici degli anni passati, o della mia infanzia, basta che una parola, un profumo o una ricetta riaccenda la luce dietro quella diapositiva.

Ad esempio, cosa vi viene in mente se dico “panini alle uvette”? La prima immagine che visualizzo è quella di una Giulia piccolina che, esattamente come ora, amava il buon cibo e il mare. La piccola me ha avuto per tanti anni il privilegio di trascorrere ogni estate un mese della sua vita al mare, nella casa che era dei nonni. Come mi manca. In quel paesino piccolo che consideravo la mia seconda casa c’era una panetteria e, anche se a casa il pane non era un’abitudine, lì andavamo ogni giorno a prenderlo fresco. Mi ricordo il profumo di pane appena sfornato e la vetrina con le brioche. Mi ricordo che mettevano i panini in un sacchetto di carta bianco con il logo blu prima di spedirti alla cassa dove una signora di una certa, non so bene con quale super potere, sapeva indovinare il contenuto del tuo sacchetto e ti faceva il conto. Ecco lì, in quel negozietto in cui entravo con le ciabatte ai piedi e la sabbia sulle caviglie, c’erano i panini con le uvette più buoni di sempre, una coccola per la colazione e per la merenda in spiaggia.

Quei panini mi sono tornati in mente in questi giorni – forse perché con il mio bye bye al glutine ho detto bye bye anche ai panini – insieme a una ricetta che avevo preparato.

E siccome vi vedo tutti lì pronti a impastare e veder lievitare i vostri panini, una nazione intera in fissa con il lievito madre 😉 ho deciso di proporvi anche la mia ricetta vegan. Io, lo sapete, non ho così tanta pazienza e non sono così pratica di lievitati, quindi cerco sempre soluzioni semplificate. Il poolish mi è piaciuto da subito perché non richiede troppo sforzo, si prepara in pochissimi minuti e riesco a usarlo perfino io. Il risultato è un pane con la crosta sottile ma croccante, la mollica compatta ma morbida.

Ancora non mi sento abbastanza coraggiosa per affrontare gli impasti senza glutine, ma la ricetta dei panini di farro alle uvette è persino a prova di Giulia. Figuriamoci se non è alla vostra portata!

Leggi il resto di questo articolo »

Torta di mele senza glutine

torta mele senza glutine

A volte sento il bisogno di tornare alle cose semplici. Diciamo, più onestamente, che lo sento spesso.

Nel vortice di queste nostre vite incasinate, attraverso le quali ci muoviamo sempre di corsa, in affanno, e siamo circondati di “cose” innovative, tecnologiche e all’avanguardia, ogni tanto ci si sente un po’ persi. In quei momenti sento un richiamo forte verso quello che qualcuno intende come “vecchio” o “banale” che io sento invece “rassicurante”, “puro” e “semplice”.

Camminare, con costanza e continuità, è una delle cose che più mi aiuta. Una cosa banale, semplice, che spesso facciamo in modo meccanico, senza pensarci, mentre facciamo altro. E che ha un potere immenso. Camminare mi regala lo spazio e il tempo per pensare, per prendere delle decisioni, per tornare a respirare, per sciogliere la tensione, per lasciare andare la rabbia, la frustrazione, il dolore.

Preparare un dolce semplice, come una torta da inzuppo perfetta per la colazione, è un’altra delle mie cose belle. Per questo la vita mi ha aiutata, la mia dieta mi ha costretta a ridurre gli ingredienti e a tornare a preparazioni base mentre tutto intorno era un’esplosione di ricette complicate, con mille ingredienti più o meno esotici, con tanti passaggi e un insieme complesso di sapori. Ora mi sento estremamente gratificata – oltre che grata – ogni volta che a colazione posso concedermi una fetta di torta da inzuppare nel mio caffellatte, per ogni biscotto secco e croccante che non sa di zucchero ma di buono. Si fa di necessità virtù, o forse semplicemente le cose vanno sempre esattamente come dovevano andare e tutto quello che affronti torna utile, ti insegna qualcosa, e ha un senso perfetto.

Questa è la prima torta senza glutine e senza latticini che ho fatto dopo tanti esperimenti fallimentari, degna di essere pubblicata. E’ una semplice torta di mele profumata con limone e cannella che si fa in un’unica ciotola, la prima di una lunga serie. Io ho imparato a prepararla con un cucchiaio di zucchero di cocco, il sapore dolce della frutta e niente più, ma nella ricetta troverete le dosi per persone “normali” su cui potete orientarvi a seconda selle vostre abitudini 😉

NB: Nessuno ve lo dice quando scorrete la timeline di IG, tutti vi dicono che le ricette sono pazzesche, ma voi ricordatevi che le ricette dolci senza glutine hanno – per forza di cose – una consistenza diversa da quelle tradizionali e che l’impasto tende a seccare, quindi vi consiglio di prepararla e mangiarla (o surgelarla a fette) senza lasciarla per troppo tempo in dispensa. Non siate avari sulla frutta, abbondate, perché regalerà morbidezza all’impasto e renderà la torta più golosa. E poi preparatevi a inzuppare!

Leggi il resto di questo articolo »

Torta morbida senza zucchero alle pere e semi di canapa

torta senza zucchero pere

Scrivo questo post sognando una fetta di torta mentre mi convinco che una carota mi darà la stessa soddisfazione. Sono in fase (mini) detox visto che questa stagione non mi è molto amica e quindi ho abbandonato i dolci, anche quelli come questo, senza zucchero.

La verità è che ho un debole per le torte di pere (qui trovate la mia preferita!). Di solito quelle che conquistano tutti sono le torte di mele, lo so, ma io e le mele non siamo proprio amiche. A me piacciono, ma a loro non piaccio io 😉 Così tutte le volte che penso a una ricetta per un dolce che sappia di casa, di merende della domenica pomeriggio e di coccole a colazione sostituisco immediatamente le mele con le pere: kaiser, abate, william, decana (le mie preferite ever). Succose e profumate, croccanti e saporite, la morte loro non è solo con il cioccolato, giuro! Stanno benissimo anche con la frutta secca e la loro dolcezza rende la vita facile quando – come in questo caso – si vogliono omettere gli zuccheri.

In questo caso ho scelto le abate, farine integrali e uvette e prugne secche per regalare dolcezza a questa torta senza zucchero bassa e morbidissima, profumata alla zenzero e ricoperta da uno strato di semi di canapa croccanti.

Leggi il resto di questo articolo »

Torta bassa vegan banana e caffè senza zucchero

torta bassa banana caffè

Gli ultimi quindici giorni sono stati un frullatore. Solo che invece che buttare tutto in un contenitori a bordi alti, frullare e ottenere qualcosa di fresco e buonissimo, ho preso i pezzi della mia vita e li ho – letteralmente – mescolati, spostati, accatastati, sballottati. La mia vita è passata fra lame affilate che l’hanno travolta in un vortice troppo veloce da evitare e il risultato non è qualcosa di *buonissimo*, piuttosto è qualcosa di incasinatissimo che non ha ancora preso forma e tenta con fatica di trovare il suo spazio. Cosa è rimasto della me di quindici giorni fa, non lo so. E’ proprio vero che la ricetta della vita è un mistero.

Mentre cerco di rimettere a posto i pezzi e di trovare un nuovo equilibrio, mi nutro di insalate e poco altro anche se ho perso il conto dei biscotti, della cioccolata, del gelato e del caffè che mi mantengono in piedi nonostante tutto. Voglio Mi tocca una vita spericolata, insomma. Una cerca di mangiare bene, di vivere in modo sano e poi CIAO, butta tutto all’aria suo malgrado. Ma va bene, recupereremo. Tornerà anche il tempo del forno acceso e delle torte a colazione, il tempo della cucina che è un piacere e non una necessità, il tempo delle pause e delle chiacchiere, il tempo per me e per fare pace con questa nuova versione di Giulia. Ultimo modello.

Intanto sfoglio i miei appunti in cerca di qualche torta sana da proporvi, qualcosa che però sia buono e vi porti un po’ di carica, quella che servirebbe tanto anche a me. E non c’è niente di meglio di banane, caffè e cioccolato per recuperare le energie a colazione o prima di una lezione di yoga (o della palestra, o di una camminata o quando volete insomma), tutto mescolato in una torta vegan e senza zucchero che però non manca di dolcezza, garantito. E la dolcezza, si sa, serve sempre a ognuno di noi.

Leggi il resto di questo articolo »

Torta all’acqua con uva e mirtilli al miele

torta acqua uva mirtilli miele

Questa è la storia di un pomeriggio difficile in un giorno di festa. Questa è la storia di un giorno di riposo che si trasforma in un giorno da riempire di cose da fare per sfogarsi, per tenere la mente impegnata, per cercare di ritrovare il respiro.

Basta un secondo, una parola, un pensiero a volte per far cambiare la giornata. In meglio. O in peggio.

E quando la situazione precipita e l’aria si fa tesa sono tre le cose che posso fare per trovare un po’ di sollievo: uscire a camminare con la musica nelle orecchie, mettermi sul tappetino da yoga, cucinare. Oppure fare tutte e tre le cose insieme. E ritrovarmi a cucinare 4, 5 ricette senza averlo pianificato, incapace di smettere, frugando in dispensa, modificando ricette, facendo i miei soliti esperimenti più o meno fallimentari.

E magari da un pomeriggio difficile qualcosa di buono salta fuori, come questa torta morbida all’acqua dolcificata solo con il miele che mi hanno regalato conoscenti che hanno una piccola produzione, scuro, denso. Dentro acini d’uva bianca e mirtilli, il profumo del rum e la croccantezza dei pinoli tostati in superficie.

torta acqua uva mirtilli

Il risultato è un dolce soffice che sembra un gioiello con l’uva, i mirtilli e i pinoli che abbelliscono come gemme questa torta senza latticini e senza uova un po’ rustica, leggera, scura all’esterno e gialla all’interno, grazie alla farina di mais.

Un sapore inusuale ma perfetto per le mattine d’autunno, con il sentore intenso del miele e la dolcezza della frutta, da mangiare insieme a una tazza di tè bollente da stringere tra le mani per scaldarsi appena usciti da sotto il piumone.

continua>>

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

DIARIO DI UNA VEGETARIANA, il mio libro, è in vendita su ordinazione in libreria, su Amazon oppure da 11 a Treviso, in via Diaz!

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Quiche senza glutine con asparagi e crema di piselli
Insalata con asparagi al timo patate arrostite e ricotta
Gnocchi di patate senza glutine agli asparagi
Spaghetti di riso con verdure e anacardi alle spezie

Seguimi via mail!