crackers senza glutine ricotta
Finger food e antipasti,  Senza glutine

Crackers senza glutine alla ricotta

Dolce o salato?

Questa domanda divide sempre: da un lato gli amanti dei dolci, torte, pasticcini, biscotti, quelli con il cuore tenero come me insomma. Dall’altro chi sceglie sempre il salato e non sente mai a mancanza di un dolcino a fine pasto, quella voglia che invece io conosco benissimo.

Secondo me la preferenza svela qualcosa anche della nostra personalità, racconta un po’ come siamo, come viviamo le cose, come affrontiamo la vita.

Poi però, come sempre, ci sono le eccezioni. Ci sono quei piatti a cui non sai resistere, esattamente come ci sono le situazioni che non riesci a gestire come vorresti, quando la ragione non guida più e ti fai portare dal cuore (o dalla pancia).

A me capita con i crackers, adoro i crackers da sgranocchiare da soli oppure accompagnati con salsine come la guacamole al pepe rosa e dip come questa crema di ceci e peperoni alla paprica, uno tira l’altro e non è un caso che io abbia già sperimentato tantissime ricette (le trovi qui).

Questi crackers senza glutine alla ricotta assomigliano più che altro a dei salatini, friabili e quasi burrosi alla consistenza (ma il burro non c’è!), irresistibili.

Per prepararli ci vogliono letteralmente 5 minuti e sono sicura che conquisteranno tutti.

Provare per credere 🙂

crackers senza glutine ricotta

Ingredienti

100 g di ricotta di capra (o vaccina)

135 g di farina di riso

50 g di fecola di patate

75 ml di olio d’oliva

3 g di sale circa

erbe aromatiche (timo per me)

sale in fiocchi o fleur de sal

crackers senza glutine ricotta

Mescola la farina con la fecola e il sale. Aggiungi il timo sfogliato e poi l’olio, impastando. Unisci la ricotta già lavorata a crema e continua a impastare per formare un panetto.

Stendi l’impasto fra due fogli di carta forno, ritaglia i cracker e cospargi la superficie di fior di sale.

Inforna a 180°C per 20-25 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.