Farinata di lenticchie

farinata lenticchie

Mi cospargo il capo di cenere e alzo le mani perché a quanto pare ancora non ho capito bene bene se ci sia e quale sia la differenza fra farinata, cecìna, 5 e 5. Ogni volta che preparo queste torte di ceci leggo, faccio ricerche, confronto ricette, ma poi il dubbio mi rimane. Ho capito che la farinata ligure si fa nel testo, che è una teglia in rame. C’è chi mette solo l’olio (a litri, chevvelodicoaffà) e chi anche l’acqua. Chi la mangia nella schiacciata, chi da sola. In sostanza parliamo sempre di una torta bassa preparata con la farina di ceci, deliziosa, che prende nomi diversi in base alle zone. Però voi, gente che ne sa a pacchi, toscani, liguri, ditemi, illuminatemi, mandatemi scatole di cecìne, farinate, e 5 e 5 per aiutarmi a capire.

Io intanto, visto che sono una ribelle e mi piace scombinare le carte in cucina, dopo aver preparato una mia versione della cecìna ho preparato anche una “farinata” di lenticchie, totalmente anarchica, I know (per questo uso le virgolette, però almeno ci capiamo). Mi avevano regalato della farina di lenticchie e non sapevo bene come usarla. Ho avuto un’illuminazione e l’ho sostituita a quella di ceci per preparare questa torta a cui ho aggiunto salvia e rosmarino.

Ragazzi, è di una bontà assurda. Esattamente come l’originale di ceci, è qualcosa a cui è impossibile resistere. Tagliatela a pezzi piccoli perché ne mangerete una montagna. E scaldatela per bene prima di mangiarla se la preparate in anticipo, in modo che recuperi la croccantezza della crosticina che si forma.

No allora non potete capire il livello di salivazione mentre scrivo. La vorrei ora, calda, profumata, morbida dentro. Provate e poi ditemi. Anzi, provate e poi speditemela 🙂

farinata lenticchie salvia

Ingredienti per una teglia

300 g di farina di lenticchie

65 ml di olio extravergine d’oliva

750 ml d’acqua

salvia e rosmarino

sale e pepe

sale in fiocchi

farinata lenticchie vegan

Mescolate la farina con il sale, aggiungete il rosmarino e la salvia tritate. Lentamente versate sulla farina l’olio e poi l’acqua, continuando a mescolare con una frusta. Otterrete un composto piuttosto liquido e liscio. Foderate una teglia con la carta forno e versate la pastella in uno strato sottile, lasciate riposare per almeno 15 minuti e schiumate se in superficie si crea una patina. Aggiungete una macinata di pepe.

Infornate a 200°per 15-20 minuti, poi abbassate a 180°C fino a cottura e servite con il sale in fiocchi.

4 Commenti a “Farinata di lenticchie”

  • Ciao Giulia, molto interessata questa farinata!
    Noi in casa siamo strappassionati e abbiamo anche i testi per cucinarla. Ci piace sia di ceci che bianca, una variante tipica di Savona.
    Proveremo a fare anche questa 🙂

Lascia un Commento

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

In libreria!
DIARIO DI UNA VEGETARIANA
Presentazione VENERDì 15 DICEMBRE a Treviso da 11 (via Diaz) ore 17.30

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Quiche alla zucca con carote barbabietola e gorgonzola
Interpretazione vegan degli zaèti (e cose belle che finiscono)
Biscottini morbidi di segale avena e cioccolato (e un post pesantone su chi ci fa sentire dei malati immaginari)
Crema di finocchi piselli e sedano al limone

Seguimi via mail!

Follow on Bloglovin

Leggi le mie ricette su:

Leggi le mie ricette su: