Articoli marcati con tag ‘melone’

Insalata estiva di frutta e verdura

Insalataestivadifruttaeverdura_unavegetarianaincucina_01

Il caldo dei giorni scorsi ha messo un po’ tutti in difficoltà. Avevo fame, ma in realtà poi non avevo molta voglia di mangiare, volevo principalmente bere. Salvo qualche eccezione – leggi pizza e brioches, insalate di pasta e di cereali fredde – ci siamo nutriti soprattutto di frutta e verdure. Non che di solito le cose siano molto diverse, ma di certo in queste settimane pomodori, zucchine, melanzane e peperoni sono stati protagonisti insieme a anguria, melone, pesche e albicocche. La mia strategia anti caldo è sempre quella: cucinare l’indispensabile nelle ore più fresche in modo da avere tutto pronto e dover solo assemblare gli ingredienti all’ora della fame. Sì perché d’estate tendiamo a mangiare sempre un po’ più tardi, specie la sera quando non siamo vincolati dagli orari di lavoro.

L’ora del pasto quindi è caratterizzata dalle seguenti azioni: apro il frigo, seleziono gli ingredienti, mescolo tutto, condisco e servo. Viene tutto molto naturale quando si tratta di scegliere fra cereali, verdure e legumi ma un giorno avevo lessato zucchine e fagiolini gialli, dolcissimi e succosi, così ho voluto provare qualcosa di diverso che fosse leggero, fresco e dissetante.

Scettici? Lo capisco. Nella stessa ciotola sono finite frutta e verdure, cotto e crudo insieme, tutto condito da una salsina acidula allo yogurt. Un po’ di buon pane tostato, del formaggio fresco per chi ne ha voglia, e il pranzo è servito.

continua >>

Panini di ciliegini al melone

Paninidicilieginialmelone_unavegetarianaincucina_00

Fa caldo. E io sto in fissa con i pomodori. Quindi? Quindi ogni scusa è buona per non accendere i fornelli (diciamolo, però, che sono reduce da una cena a base di parmigiana di melanzane e di zucchine preparata con le verdure al forno eh, inutile che io faccia finta di non essere masochista) e preparare qualcosa di fresco, veloce, sfizioso.

La caprese? Buona eh, però che noia. Ma vi giuro che basta pochissimo per partire da una caprese e trasformarla, nella forma e nel sapore. Ho usato i ciliegini come panini e li ho farciti ma non mi sono fermata lì. C’ho messo anche un ingrediente in più. Sì lo so ve l’ho detto nel titolo, non sono brava con la suspense (ma come si scrive?!) 😉

Insomma non si può neanche chiamare ricetta, però vi giuro che l’abbinamento c’è tutto e che questi bocconcini andranno via che è un piacere. Che poi penso: predico bene e razzolo male. Perché io a cena mica ho fatto i panini di ciliegini prima della parmigiana eh, troppo facile!

PS: sono perfetti anche da portare in spiaggia!

continua >>

Millefoglie di barbabietola e melone bianco alle nocciole

Un giorno c’è il sole, un giorno piove. Un giorno ho la tshirt e le gambe nude, l’altro la felpa e i calzettoni. Non ho ancora capito bene bene bene cosa stia succedendo, ma non ho nessuna voglia di affrontare il cambio degli armadi. E, pare, faccio fatica anche con il cambio di stagione in cucina. Sono divisa fra zuppe e insalatine, ho voglia di lasagne ma cerco di alleggerirle che ancora non fa freddo, uso ciò che resta delle erbe aromatiche sul balcone ma invece di pomodori e melanzane ci condisco zucca e broccoli.

Io per un autunno che ricorda tanto l’estate che non c’è stata ci metterei la firma. Ci metterei un attimo a rinunciare a sciarpone di lana e piedi congelati.

E allora non vi stupite se non capite più niente delle mie ricette in questi giorni, non ci capisco più molto neanch’io. Mi sono fatta prendere la mano e improvviso cose ogni volta che ne ho l’occasione, non sempre con buoni risultati – ma si sa, così è la vita mia.

E infatti ho finalmente trovato le barbabietole fresche – roba che ormai non so più neanche in che stagione sia di stagione – e per tre giorni non ho mangiato altro. Mi sono fatta un tuffo nel mondo dei figli dei fiori, a me tanto caro, e ho affettato barbabietole a strisce fuxia e bianche come se non ci fosse domani, pensando alle magliette psichedeliche di Woodstock, quelle che tutte le ragazze, prima o poi, hanno voluto provare a fare stingendo la loro canotta preferita con la candeggina, e giù lacrime quando hanno visto il risultato.

A un certo punto con ste fette di barbabietola c’ho fatto una specie di millefoglie – diciamo così – con il melone bianco – altra cosa mai comprata in vita -, le nocciole e il latte di cocco. Un antipastino vegan fresco e leggero per i giorni che restano da trascorrere in canotta e gambe nude. La barbabietola è scrocchiarella, il melone fondente, le nocciole croccanti. La ricetta è su CosebelleMag.

Crema di yogurt e cetrioli con melone e piada

Ogni anno la stessa storia, ogni estate la lotta con il cetriolo…ma voi la scorza dell’anguria la mangiate? No? E allora come fate a mangiare i cetrioli? L’eterno dilemma.

Insomma proprio come ogni anno, proprio come ogni estate, anche quest’anno ho ritentato l’approccio. E anche quest’anno ho deciso di non azzardare mettendolo così a fettine nell’insalata ma di usarlo in una ricetta un po’ diversa, accostandolo ad altri ingredienti…perché poi, ad esempio, nel gazpacho lo mangio.

Non lo so, non so spiegarvi quale sia il punto, in ogni caso stavolta l’ho messo insieme allo yogurt – di soia nel mio caso ma per chi non ha problemi di intolleranze o non è vegano va benissimo anche lo yogurt normale -, menta e limone e c’ho fatto una crema da mangiare con melone condito con sale pepe olio e piada integrale di farro tostata. Un antipasto o l’accompagnamento a un aperitivo magari.

Tra parentesi la crema di yogurt fatta con quello di soia diventa soffice e spumosa, davvero una delizia, vi consiglio di provarla in ogni caso perché monta molto meglio.

La ricetta la trovate su IlCucchiaio.it.

Ma volete sapere com’è il risultato? Fresco, che più fresco non si può. Leggero ma sfizioso. Dai, che sto cetriolo infondo non è così male 🙂

PS: prego la mia amica Silvia, nel caso in cui capitasse su questo post, di astenersi da qualsiasi commento. Tu sai.

Melone, caprino, cumino

 

Tre ingredienti, niente di più semplice per un antipasto un po’ diverso, per una cena in giardino, un aperitivo sotto la pergola.

Il melone ben si abbina con la crema di caprino che si posa come una nuvola bianca sopra i dadini succosi, salati e pepati, accompagnati da un bel giro d’olio.

Per finire, per dare una nota aromatica e un tocco croccantino, una pioggia di semi di cumino.

I vostri commensali si aspetteranno un dolce e invece, quando affonderanno il cucchiaio, resteranno piacevolmente colpiti.

Prosciutto e melone adieu, è arrivato il caprino 😉 La ricetta su LuukMagazine.

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

DIARIO DI UNA VEGETARIANA, il mio libro, è in vendita su ordinazione in libreria, su Amazon oppure da 11 a Treviso, in via Diaz!

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Crackers senza glutine ai semi di chia
Quiche senza glutine con asparagi e crema di piselli
Insalata con asparagi al timo patate arrostite e ricotta
Gnocchi di patate senza glutine agli asparagi

Seguimi via mail!