Dolci con la frutta

Pagina 7 di 7« Prima...34567

Torta rovesciata di prugne al rosmarino

Idea 1: potrei fare una torta rovesciata! Quant’è buona la tarte tatin?!? (Peccato che le mele mi odino)

Idea 2: potrei fare una torta rovesciata salata! (L’idea del secolo, quanto sono avanti)

Idea 3: potrei fare una torta rovesciata salata ma con della frutta! (No cioè vabbè siamo a livelli esagerati, Giulia datti una calmata che qua manco Cracco)

Idea 4: potrei fare una torta rovesciata salata con le pesche, che stanno tanto ma tanto bene con il rosmarino! (Questo può anche avere senso)

Vado in cucina fantasticando sul risultato, sento già il profumo delle pesche al rosmarino nell’aria. Scopro il cesto della frutta e tadaaaaaaaa niente pesche. Finite, terminate, volatilizzate. Nada.

Ecco che si fa largo l’idea 5: e se provassi con le prugne?!? (Occhio che il rischio idiozia è altissimo)

Fu così che nacque questa ricetta, da mangiare bollente ustionante che altrimenti la mozzarella poi perde quel bell’aspetto filante e la pasta s’affloscia. Ed è un peccato 🙂

P.S: se volete un dolce non troppo dolce questa è perfetta come fine pasto!

continua >>

Mini plum-cake pesche e amaretti

Pesche e amaretti, sai che novità.

Visto che l’accoppiata è vincente, invece che riempire le pesche di amaretti e sbatterle in forno come si fa di solito ho pensato di riproporre l’abbinamento per fare dei piccoli – piccolissimi, due bocconi e sono spariti – plum-cake.

Li vedete questi colori meravigliosi? Le pesche di un bel giallo intenso, screziate di rosso, con una vena di rosa. Sembrano dipinte. Che meraviglia. E la vedete la pasta morbida morbida, inzuppata con lo sciroppo, caramellata, così tenera che si taglia con un grissino. No vabbè dai, scusatemi. Con un cucchiaino si però 🙂

In effetti, più che dei plum questi sono dei piccoli budini. E proprio perché sono così umidi e ricchissimi di frutta, vi raccomando di mangiarli subito e di conservarli in frigorifero. Tanto sono deliziosi anche freschi 😉

Buona merenda!

  continua >>

Sorbetto all’ananas e fondente

E’ luglio, andiamo al mare. E’ luglio, c’è il sole. E’ luglio, portatemi qualcosa di fresco.

Tipo un sorbetto. Tipo un sorbetto all’ananas e fondente.

Le Cosebellers della cucina – me compresa – si sono messe al lavoro in questi giorni d’estate pensando a voi. Alla vostra golosità e al vostro refrigerio. Così è nato il bellissimo post FUORI DI FREEZER che raccoglie le nostre ricette dedicate alla calura, quelle che finiscono in congelatore, che quando le tiri fuori ti si attaccano alle mani.

Fra le varie idee che vi proponiamo ci sono anche i miei sorbetti all’ananas, cremosi che più cremosi non si può. La goduria sta nella prima fase terapeutica di spaccamento della lastra di cioccolato – che è un modo per sfogarsi e lasciare andare le tensioni – e poi nella scoperta della crema che ci sta sotto che, nonostante il freezer, resta morbida e fresca. Poi arriva anche il boccone, un po’ di ananas e un po’ di fondente.

Come va con la calura?!?

PS. se scegliete con cura un cioccolato vegan e certificato glutenfree questo dolce sarà perfetto anche per i celiaci e i vegani!

Marmellata di albicocche e pesche senza zucchero

Non posso mangiare zuccheri semplici. Si, insomma, niente zucchero nel caffè, thè, me. Niente brioche, pasticcini, gelati. Nada. I dolci che mi concedo – raramente – li preparo in casa e sono zuccherati con succo d’agave o sciroppo d’acero normalmente.

Poi c’è la questione mela/pectina. Con la mela non vado molto d’accordo. Cioè, io la adoro, ma lei non mi vuole bene. Nada, otra vez. Quindi anche la mela è bandita.

La marmellata però la volevo proprio fare, adesso che c’è un sacco di frutta buona volevo riuscire a metterla in vasetto per rendere più dolci le mie colazioni assurde. Ma come, come??? Senza zucchero e senza mela/pectina, possibile?!?

Lo sentite il rumore del criceto che gira nella ruota? Ecco, a un certo punto si è fermato e mi ha dato delle dritte pazzesche. Così è nata la mia marmellata, è venuta al primo tentativo anche se sulle dosi ero andata a occhio, ed è buona per davvero. Non è dolce dolce, ma si sente tutto il sapore della frutta. E poi io ho lasciato i pezzettoni perché tutto liscio non mi piace. Ma potete anche frullare la frutta, nel caso magari aggiungete una punta – ma proprio una punta – di agar agar in più per aumentare la consistenza.

L’unica raccomandazione – che faccio a voi perché qui da me non serve proprio – è di non tenerla per troppo tempo aperta in frigorifero perché avendo pezzi grossi ed essendo senza zucchero è sicuramente più delicata della marmellata industriale. Potete fare tanti piccoli vasetti come me, così li aprite uno per volta e state tranquilli. Poi come sempre, più la cuocete, più sicuri siete che regga nel tempo.

Ma, dico io, perché non mangiarla subito?!

continua >>

Millefoglie d’ananas con crema di banana e cocco

 

Quando si dice che sono le materie prime a fare la differenza. Quando si dice che gli ingredienti vanno selezionati con cura, perché il segreto di ogni piatto è tutto lì, o quasi.

Così la frutta, se è matura al punto giusto, può diventare un dolce senza aver bisogno di zucchero in quantità. Bastano gli abbinamenti giusti e invece che portare in tavola delle fette d’ananas e una banana messi lì, che i vostri commensali potrebbero snobbare, è possibile – in poche semplici mosse – dar vita a un millefoglie delizioso. Leggero e sano.

(E se proprio non riuscite a non zuccherare regolatevi con la crema aggiungendo qualche cucchiaino di zucchero di canna!)

continua >>

Pagina 7 di 7« Prima...34567

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

DIARIO DI UNA VEGETARIANA, il mio libro, è in vendita su ordinazione in libreria, su Amazon oppure da 11 a Treviso, in via Diaz!

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Muffin al cocco e limone senza zucchero
Bavette con crema di cavolfiore viola e carote con ceci speziati
Quiche di carciofi con tofu pomodori secchi e olive
Crema di zucca lenticchie rosse e miglio alla curcuma

Seguimi via mail!

Follow on Bloglovin

Leggi le mie ricette su:

Leggi le mie ricette su: