Dolci senza zucchero

Veg budino anice e liquerizia

Buon anno a tutti!!! Parto ovviamente con un augurio, quello che il 2014 sia per voi l’anno che desiderate, che i vostri sogni si realizzino e che le persone che amate vi stiano accanto <3

E poi per cominciare bene l’anno vi lascio una ricettina, un dolce ovviamente ma stavolta niente biscotti – per quelli è sempre il momento giusto -, piuttosto dei bicchierini profumati con liquerizia e anice, freschi e perfetti per non appesantirsi troppo dopo il cenone di Capodanno 😉

Non amo le consistenze gelatinose e come avrete modo di vedere questo budino resterà abbastanza cremoso, potete anche non mettere l’agar agar e aggiungere un po’ più d farina se preferite che resti più morbido. Se non avete la polvere di liquerizia (una bontà assoluta!!!) potete tritare i confetti di liquerizia purissima e farli sciogliere con cura nel latte, vanno benissimo.

Che altro dire? Buon 2014!!

continua >>

Torta morbida al cacao e rum

Fa più freddo, le giornate di pioggia si alternano a cieli tersi e temperature glaciali, cominciamo a pensare al Natale (almeno io, che lo ritengo l’unico motivo per cui ha senso l’inverno) e abbiamo voglia di coccolarci.

Coccole e dolci sono praticamente sinonimi, e cosa c’è di più dolce e coccoloso del cioccolato?!?

Noi Cosebellers abbiamo deciso di prepararvi un po’ di ricette a base di cacao e cioccolato perfette per la stagione (perfette per ogni stagione a dire il vero) che vi verranno in aiuto nei momenti di down, quando siete tristi, malinconici, giù di morale.

Anche io ho fatto la mia parte con questa torta morbida al cacao e rum, talmente morbida che si scioglie in bocca.

La trovate su CosebelleMag!

Muffin veg di castagne

Altro dolce vegano, altro dolce di castagne. Gli esperimenti continuano, togli di qua, aggiusta di là..anche in questo caso ho messo insieme ricette diverse e sono andata un po’ a naso, ma ce l’ho fatta al primo tentativo!

Stavolta il risultato sono dei piccoli muffin morbidissimi con un ripieno cremoso di crema (ma va??) di marroni e tante gocce al cioccolato, che potete variare secondo i vostri gusti. Io vi dico solo che li ho adorati anche lisci, con qualche pinolo e senza ripieno, ma il resto della famiglia si è goduto tutta la cremosità del ripieno, una coccola vera!

Dunque via libera alle variazioni sul tema 🙂

continua >>

Cake di pere e noci allo zenzero

I dolci. La coccola che ti sa fare un dolce non te la sa fare nessuno. Magari non fanno benissimo alla linea ma di certo fanno bene all’anima.

A casa c’è un vecchio diario ricoperto di stoffa con le pagine che si staccano e fogli che escono da ogni parte. Quel diario è il ricettario che c’era prima del quadernone ad anelli. Oggi anche il quadernone ad anelli perde i pezzi, è proprio un vizio mi sa 😉

In quel vecchio diario ci sono tante ricette improvvisate, annotate a mano con tanto di commento: Buono! Buonissimo! Ottimo! Per la serie “oggi lo faccio e domani me lo sono già dimenticato”.

Sfogliandolo ho trovato una ricetta che mi ha ispirato per questa cake, come sempre frutto di mille milioni di variazioni…

Gli intolleranti al lattosio e ai latticini possono tranquillamente usare lo yogurt di soia, la preparazione è senza burro e senza zucchero raffinato, solo succo d’agave. La ricetta prevede l’uso di farina di riso che è senza glutine, ma se non avete problemi (fortunelli!) usate pure la farina che avete in dispensa!

continua >>

Frittelline di castagne farcite

L’autunno è proprio arrivato, niente da fare. Il cielo è grigio, l’aria fresca, fa buio presto.

Non è facile per una lucertola come me tenere il ritmo e non farsi condizionare dalla stagione.

In realtà non è l’autunno che mi spaventa, mi piacciono i suoi colori, le foglie rosse e gialle che tappezzano i viali, le “castagne matte” da mettere in tasca per tenere lontano il raffreddore, il forno acceso sempre più spesso. Mi piace quel pallido sole che ogni tanto si sforza di fare capolino fra le nuvole, mi piace aggiungere uno strato sopra la maglietta e avvolgermi nelle mie sciarpe leggere.

Il problema è che l’autunno mi proietta in avanti, verso l’inverno, verso mesi e mesi di brutto tempo, freddo, nebbia, neve. Nasi gelati, orecchie rosse e guanti di lana vanno bene per un po’, per qualche giorno intorno al Natale, ma poi basta, ho già voglia d’estate. AIUTO.

Però l’autunno mi regala la zucca, una mia passione grande, e pure le castagne, quelle da tenere fra le mani per riscaldarsi passeggiando sotto i portici, quelle che il nonno mangiava lesse. E non importava quanto fosse difficile poi tirarle fuori dal guscio, non importava se per mangiarne due servivano delle ore. Era il rito, la stufa economica accesa, noi radunati intorno al tavolo. Quelle castagne che in taverna mettevamo sul fuoco, con un po’ di sale, e poi tutti li a strofinarle dentro i canovacci per staccare i gusci, quelle delle dita nere e delle pance piene.

E se la prima ricetta con la zucca è in arrivo, quella con le castagne è già qui, la trovate oggi sul Cucchiaio.it.

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

DIARIO DI UNA VEGETARIANA, il mio libro, è in vendita su ordinazione in libreria, su Amazon oppure da 11 a Treviso, in via Diaz!

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Polpette di lupini e riso ai pistacchi
Fettuccine di edamame con verdure e spezie al cocco
Pancakes proteici di ceci e castagne senza zucchero
Insalata di rucola e barbabietola con nocciole e dressing al cumino

Seguimi via mail!

Leggi le mie ricette su:

Leggi le mie ricette su: