Dolci vegan

Zuccotto vegan al cioccolato e cocco

Zuccotto-vegan-focaccia-cioccolato-1530

Natale sta arrivando, io continuo a non essere pronta ma, nel mio piccolo, sento di aver fatto la mia parte. Ho preparato teglie infinite di biscotti? No. Ho decorato tutta la casa con lucine e addobbi colorati? No. Ho messo in loop le canzoni di Bing Crosby? No. Ho preparato pacchetti con mille decorazioni che neanche Giovanni Mucciaccia? No.

E quindi cos’ho fatto per questo Natale? Ho preparato uno zuccotto. Ma non uno zuccotto qualsiasi, no. L’ho preparato con la focaccia alle uvette. Ed è tutto vegan.

Ed è buonissimo <3

Zuccotto-vegan-focaccia-cioccolato-1524

È andata così: mentre io impastavo e guardavo lievitare diverse versioni della mia focaccia vegan (che come mi avete chiesto posterò prossima settimana) ho avuto il piacere di ricevere un pacchettino con dentro il pandolce alle uvette di Fraccaro*, un’azienda del mio territorio che già conoscevo, che da qualche anno si è aperta alla produzione di dolci da forno con farine alternative e in versione vegan. Avendo ben in mente la bontà dello loro brioches vegan di fatto immaginavo che questa focaccia non potesse che essere deliziosa. E in effetti non mi ha delusa: soffice, profumata, non troppo dolce. Una fetta tira l’altra. Ma mica potevo accontentarmi di mangiarla così, scherziamo? Così ho pensato di preparare lo zuccotto e  dentro ho preparato una crema di cocco e cioccolato che stando in frigo (o in freezer) somiglierà un po’ a un semifreddo. E chevelodicoafare, è una bomba.

Ora vado a impastare la mia focaccia vegan, perché il prossimo zuccotto lo preparo con quella 🙂

continua >>

Gelato alle mandorle con mou al cocco

 

gelato vegan mandorle mou cocco

È agosto, fa caldo, non sono andata in vacanza e non ho prenotato nessun viaggio al mare, datemi un gelato in cui affogare il mio dispiacere.

Sono giornata lunghe e cortissime insieme, giornate di stanchezza e di inquietudine, giornate di domande in attesa di risposte.

È agosto, IL mese dell’estate, l’estate che ieri non arrivava mai e oggi è quasi andata. Un’estate tutta diversa, così all’improvviso, e all’orizzonte c’è un settembre che boh, è pieno di punti di domanda.

È un anno di desideri realizzati e di desideri mai confessati eppure sempre lì, nella testa, quei desideri che no ora non è possibile ma chissà, prima o poi..

Ma è anche l’anno del gelato, che va bene a tutte le ore, che non stanca mai, che si mangia quando è tardi per la cena, passeggiando sotto le stelle o seduti in riva al mare quando sembra che tutto quello che serve sia lì, racchiuso in un istante.

L’anno del gelato fatto in casa, senza la gelatiera, a furia di esperimenti e di flop, che quando poi lo servi ed è cremoso come speravi ti sembra impossibile. E invece…

continua >>

Barrette vegan con avena e noci

barrette avena noci cioccolato

Forrest Gump diceva che la vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita. Vero. O anche come una scatola di barrette ai cereali. Diciamo che se la mia vita fosse una scatola di cioccolatini io probabilmente rotolerei invece di camminare e trascorrerei le mie giornate con le dita sporche di cioccolata e la bocca piena.

Però insomma il concetto è chiaro ed è verissimo: dopo mesi di turbolenza ho avuto l’illusione che alcuni piccoli pezzi della mia vita trovassero l’incastro giusto e poi in un attimo qualcuno ha preso i tasselli del puzzle e li ha buttati all’aria, distruggendo tutto quanto e costringendomi – un’altra volta – a ricominciare da capo. Ogni volta che si ricomincia io mi sento in preda a emozioni contrastanti: la gioia di qualcosa di nuovo, la paura di affrontare qualcosa di sconosciuto.

Per essere una che ama la stabilità e cerca di avere radici solide diciamo pure che, volente o nolente, mi sono data il mio bel da fare per uscire dalla zona di comfort e per sfidare le mie paure, per abbattere le mie barriere…per non annoiarmi insomma. Probabilmente quando, a un certo punto, mi sono lamentata della mia routine, c’era qualcuno in ascolto che ha pensato “ah davvero? stai a vedere…”

Per fortuna non ho abbandonato le mie piccole certezze, i miei rituali che mi danno stabilità e serenità, come usare le mie poche ore libere del weekend per preparare la granola o le barrette di avena e noci..

continua >>

Brioches vegan di segale integrale

brioches vegan segale
Quando qualcuno mi dice che non fa colazione io strabuzzo gli occhi e il mio cuore sobbalza. Come si fa a far partire una giornata senza colazione? Non so immaginarlo.

Probabilmente potrei nutrirmi a ogni pasto come a colazione: yogurt, frutta e granola, pane e marmellata, latte macchiato e biscotti, muffin, plumcake, avocado toast e altre delizie. Tipo montagne di brioches. Brioches vegan per tutti, preparate con farine alternative e dolcificate con lo zucchero mascobado, olio al posto del burro e latte vegetale. Brioches semplici, da farcire a piacere, che appena scaldate riempiono la casa di un profumo irresistibile.

Per preparare queste, con farina di segale integrale, ho modificato la ricetta che già ho usato moltissime volte che trovate qui.

Come sempre potete surgelarle e riscaldarle quando vi va, perfetto se come me siete viziati ed esigenti e volete svegliarvi ogni mattina con una colazione diversa.  continua >>

Ciambella al cacao e caffè

ciambella cacao caffè castagne

Sto preparando questo post in anticipo, all’ora di cena e con lo stomaco che brontola, con un bel mal di testa che mi tiene compagnia e un po’ di ansia per ciò che mi aspetta nei prossimi giorni.

Sarà la fame, sarà l’ansia, ma mentre sistemo le foto e rileggo la ricetta mi torna in mente la morbidezza di questa ciambella, soffice come una nuvola, e il sapore intenso di cacao esaltato dal caffè e arricchito dal cioccolato fuso sopra…

Siamo sempre lì, quella volta Proust con la sua madeleine ci aveva visto lungo ed era riuscito a raccontare con le parole giuste una sensazione unica. Talmente unica che a me manco serve la madeleine da addentare, mi basta pensarci. Penso a questa ciambella e mi devo trattenere dall’impulso di correre in cucina e prepararla.

Non ricordo minimamente come sia nata questa ricetta, probabilmente svuotando sacchetti con avanzi di farine diverse per fare spazio, come spesso succede. È la magia della cucina, qualche ingrediente mescolato e puff, ecco una torta.

Poi giustamente, se tanto mi dà tanto e la cucina è come la vita, mica va sempre così di culo eh.

continua >>

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

DIARIO DI UNA VEGETARIANA, il mio libro, è in vendita su ordinazione in libreria, su Amazon oppure da 11 a Treviso, in via Diaz!

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Torta morbida senza zucchero alle pere e semi di canapa
Quinoa con barbabietola, topinambour e zucca al rosmarino
Crema di zucca lenticchie e topinambour
Frittata zero sprechi con foglie di barbabietola al profumo di limone

Seguimi via mail!

Leggi le mie ricette su:

Leggi le mie ricette su: