Primi piatti

Pagina 10 di 27« Prima...5...89101112...152025...Ultima »

Miglio allo zafferano con sedano rapa e arancia

Miglioalsedanorapaconzafferanoearancia_unavegetarianaincucina_00

Quando ho preparato questa ricetta non c’era un gran sole. Avevo deciso di fare il miglio con il sedano rapa e avevo deciso di non lessarlo ma di cuocerlo più o meno come un risotto. Non sapevo molto di più della mia ricetta. Quando ho versato il sedano rapa in padella e ho visto quel colore tristarello, ho buttato un occhio al miglio: tristarello pure lui, con il suo giallo destinato ad attenuarsi in cottura. Così ho pensato che quel giallo lo volevo caricare, lo volevo bello brillante. Ho tentennato stringendo fra le mani lo zafferano, “che faccio, butto?”. Ne ho sciolto un po’ in un goccio di brodo e ho cercato di assaggiarlo insieme al sedano rapa che era – decisamente – ancora crudo. Si, poteva funzionare. Io ho usato uno zafferano che mi hanno portato da un viaggio lontano che è un po’ diverso da quello a cui siamo abituati, è più dolce, più delicato. Questo mi ha convinta, l’ho aggiunto al mio miglio e quando il giallo è diventato intenso e vivido, ho sorriso.

A volte è il nostro umore a farci scegliere cosa mettere in pentola. La giornata era grigia e probabilmente anche il mio umore, dovevo fare qualcosa. Ma non mi sono accontentata del giallo, c’ho voluto mettere anche un po’ d’arancio, in tutti i sensi. Una bella grattugiata di scorza d’arancia sul finale, con il suo profumo intenso inconfondibile.

Il sole fuori non c’era, così l’ho portato in tavola io 🙂

PS: tanti auguri a tutti i papà <3

continua >>

Quinoa alla zucca con arance e nocciole pralinate salate

Quinoaallazuccaconaranceenocciole_unavegetarianaincucina_00

Forse (ma forse anche no) ci sarà qualcuno che si chiede cosa si mangia a casa mia, qual è il menù di tutti i giorni. Da quello che posto avrete capito che qui non si fa cucina sofisticata, niente di particolarmente complicato, nessun ingrediente irreperibile, no a troppi ghirigori nei piatti. Molto spesso, quello che vedete postato è esattamente quello che finisce in tavola. Certo poi ci sono le volte in cui mi piace fare delle cose un po’ particolari pensate proprio per il blog o per le collaborazioni, magari nel weekend, magari quelle ricette che richiedono un po’ più di tempo. Ma una ricetta come questa che trovate su IlCucchiaio.it è proprio una di quelle perfette per il pranzo di tutti i giorni. Vi sembra complicata? Vi sbagliate e ve lo dimostro.

Praticamente tutto si può preparare in anticipo e se magnate fuori potete portarvela nella schiscetta senza paura che scuocia o altro, la scaldate un attimo (o la mangiate a temperatura ambiente se vi piace) e la pausa pranzo è salva.

Quando comprate la zucca lavatela bene e mettetela in forno, nel frattempo cuocete la quinoa. Scavate la polpa della zucca quando sarà morbida e frullatela per ottenere una crema, così ce l’avrete pronta e potrete usarla in versione dolce o salata aromatizzandola come preferite. La quinoa scolatela bene, conditela con un filo d’olio e mettetela in frigorifero in un contenitore ben chiuso. Ecco, le arance sarebbe meglio farle al momento, ma se non ce la fate avvantaggiatevi, saranno un po’ più morbide ma il sapore ci sarà lo stesso. La cosa più complicata sono le nocciole, volendo potete aggiungerle semplicemente alla fine senza pralinarle, ma se volete fare le cose per bene anche queste durano un po’ di giorni in un sacchettino ben chiuso.

Quindi in sostanza potete preparare tutto la sera e assemblare il piatto all’ora di pranzo in poche semplici mosse, che ve ne pare? 🙂

Orzotto al radicchio con liquerizia e pinoli

Orzottoalradicchioconliqueriziaepinoli_unavegetarianaincucina_00

Amo l’orzo, mi piace tostato a colazione nel latte e nello yogurt, nelle zuppe con i legumi e nelle insalate tiepide con la bella stagione. E poi lo adoro cotto come un risotto, cremoso e avvolgente, buono appena fatto e perfino il giorno dopo. Amo anche il radicchio (se non ci credete date un’occhiata qui), il mio radicchio tardivo di Treviso che va bene sempre, crudo o cotto, per un’insalata, come contorno o per arricchire un primo piatto. Altre due cose che amo molto sono i pinoli e la liquerizia. Lo so, detto così questo sembra un esercizio di parole in libertà, un elenco senza senso di ingredienti buttati lì che certo non fanno una ricetta. E invece no, siori e siore, io con tutta sta roba c’ho fatto proprio una ricetta. Perché voi non ci crederete ma il radicchio con i pinoli va d’amore e d’accordo e la liquerizia, da aggiungere a piacere, regala al piatto un sapore diverso, sorprendente.  Se non ci credete va bene lo stesso, non mi offendo, ma se avete voglia di sperimentare…io c’ho fatto un orzotto – per l’appunto – vegan mantecato con una cremina segreta… 😉

continua>>

Riso basmati al coriandolo e tè con tofu al cocco e carote

Sono una ragazza che si fa prendere la mano. In cucina intendo. Sono una che deve organizzare, ottimizzare, incastrare mille cose in una giornata. Sono sempre stata così, mi piacciono le regole – anche per infrangerle ogni tanto -, mi piace avere un metodo.

Avendo preso un impegno con voi e non essendo questa la mia principale occupazione, ci sono giornate – domeniche di solito – in cui mi trovo con una lista di ricette da preparare, mi prefiggo un obiettivo e cerco di spuntarne il più possibile. Non è sempre facile: serve avere tutto quello che serve in frigo, essere organizzati, avere la Reflex carica, una bella giornata per le foto, i set pronti.

Io poi, proprio perché mi piacciono le regole ma poi devo sgarrare, mi trovo sempre con qualcosa che “avanza” e quindi aggiungo ricette in corsa per utilizzare tutto. Con il tempo ho capito che questa tecnica non funziona benissimo, di solito in giornate così una ricetta fiasco è assicurata. Ma io non riesco a fare diversamente.

Questa ricetta vegan, ad esempio, è nata – sotto una buona stella a quanto pare – in una di quelle domeniche con un po’ di tofu di troppo, una lattina di latte di cocco aperta e un po’ di fantasia. E’ una ricetta semplice che potete preparare in poco tempo e servire come piatto unico anche se, a mio parere, tenere le preparazioni separate e lasciare che siano i commensali a unirle è la soluzione migliore.

continua >>

Lasagnetta alla curcuma con zucca gorgonzola e noci

Ho preparato questa lasagnetta seguendo l’istinto e la voglia pazza di fare qualcosa con zucca e gorgonzola. Eh si, ogni tanto cedo anch’io alle voglie, senza star tanto a ragionare. Amo la zucca in ogni modo e mi piace sia in piatti totalmente dolci, abbinata ad altri ingredienti – anche salati – ma con un sapore delicato, sia insieme a contrasti forti, come in questo caso.

Ho steso la pasta immaginandomi il sapore che avrebbe avuto la lasagna, con l’acquolina in bocca, e ho preparato tutto in poco tempo. Fatela questa ricetta se vi piace, non lasciatevi spaventare dalla pasta fresca o dall’idea che la lasagna sia un piatto complesso, lungo, elaborato. Non è che non sia vero, è che questa è una versione semplificata 🙂

Una volta affrontata la paura della pasta fresca – potete ovviare ovviamente facendola fare a qualcun altro, ma volete mettere la soddisfazione? – i passaggi sono davvero pochi e l’unica cosa da cuocere è la zucca. Ecco, a essere onesti la rottura più grande è doversi armare di un coltellaccio per pulire e tagliare a tocchetti la zucca. Ce l’avete un bel ragazzo gentile che vi dia una mano in cucina? Allora il gioco è fatto.

Io vi consiglio di preparare delle monoporzioni proprio perché non è la classica lasagna con la besciamella, ma anche perché quando a tavola ve ne chiederanno un’altra, un’altra e un’altra ancora sarà una vera soddisfazione.

Maschi, preparatevi, la zucca così potrebbe piacere anche a voi! La ricetta è su CosebelleMagazine!

Pagina 10 di 27« Prima...5...89101112...152025...Ultima »

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

In libreria!
DIARIO DI UNA VEGETARIANA
Food District - Ultra

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Curry di verdure con sorgo al cocco e albicocche
Torta salata con melanzane perline e datterini
Gelato vegan cioccolato e cocco
Insalata alla greca con feta e olive

Seguimi via mail!

Follow on Bloglovin

Leggi le mie ricette su:

Leggi le mie ricette su: