Burger polpette & crocchette

Pagina 3 di 612345...Ultima »

Burger di bieta e miglio in crosta di mais

Burgerdibietaemiglioincrostadimais_unavegetarianaincucina_00
Sono giorni un po’ strani questi per me, giorni d’estate che non sembra tale perché le temperature sono così insopportabilmente alte che trascorro le mie giornate in casa, le uscite sono relegate alle prime ore del mattino o a quelle della sera e ogni volta che apro la porta di casa e vengo investita dall’umidità che regna sovrana sulle scale del condominio mi chiedo “devo uscire davvero?”. Ho sempre amato l’estate, alla follia, e quest’anno non me la sto godendo. Niente mare, niente vacanze, niente abbronzatura. Solo nottate in bianco, cervicali doloranti e un pessimo, pessimo umore. Anche in cucina sono un po’ confusa: un giorno impasto con 40° e sforno vassoi di brioche, l’altro preparo ghiaccioli e mi nutro solo di frutta e verdura buttate alla rinfusa in una ciotola. Cucino, ma senza programmazione, senza senso. Forse sto anche un po’ subendo i postumi del trasferimento, abituata a lavorare da sola ma con tante persone intorno ora mi trovo sola per ore, faccio un po’ fatica a gestirlo.

Comunque tornando alla cucina non so cosa sia ma mi è presa la mania dei burger – piccoli o grandi – polpette, crocchette, chiamateli come vi pare. Mi sono abituata a lessare i cereali la mattina presto per non dover accendere i fornelli nelle ore centrali e così cuocio anche le verdure e poi frullo qua e là, preparo dei mappazzoni quando ho un po’ di tempo e li inforno la sera. Mi piacciono molto, i burger. Sono un’alternativa golosa al “solito” piatto di cereali e verdure perché io sono fatta così, vado un po’ a periodi e mi stufo. Magari mangio per mesi una cosa e poi non riesco più ad affrontarla. E per non eliminarla dalla dieta la trasformo, le do un’altra forma e un altro sapore, come si fa con i bimbi per “ingannarli” quando fanno i capricci a tavola.

Anche voi siete capricciosi, ultimamente? E’ tempo di burger.

continua >>

(Panino con) burger di fagioli alla curcuma

Paninoconburgerdicannelliniallacurcuma_unavegetarianaincucina_00

Che è uscito il mio libro ve l’ho detto?! E’ USCITO IL MIO LIBRO. Sì cioè, è proprio in libreria, lì, fra gli scaffali insieme ai libri di Chef e superstar della cucina. E’ un po’ timido e si schernisce, proprio come sto facendo io, è un novellino e sa bene che ha ancora tanta, tantissima strada da fare e che c’è da migliorarsi, sempre e per sempre, ancora. Ma c’è, esiste. Vederlo lì, è un’emozione. E vederlo fra le vostre mani, è un’emozione ancora più forte.

Ecco perché a chi di voi avrà voglia e modo e tempo chiedo di farsi un bel selfie insieme al mio libro e poi di condividerlo sui social con gli hashtag #diariodiunavegetariana e #unavegetarianainlibreria. Che dite, avete voglia di metterci la faccia? Sarebbe bellissimo per me vedervi tutti, sarebbe più facile mettervi insieme per un mega abbraccio virtuale <3

Nei prossimi giorni vi racconterò di qualcuna delle ricette finite fra le pagine di DIARIO DI UNA VEGETARIANA, ora però bando alle ciance e si torna ai fornelli, perché il libro non ci sarebbe senza di voi ma neanche se io non amassi alla follia cucinare e mangiare.

Ci sono dei piatti di cui vado letteralmente pazza, sono una dipendente da biscotti e dolci in generale e quando qualcuno parla di confort food nella mia mente si affollano ricette su ricette. Sapete che prendo molto sul serio la questione panini e che sono un’amante dei burger vegetali che ritengo siano un ottimo sistema anche per far mangiare verdure e legumi a chi tenderebbe a evitarli. Ultimamente per forze di causa maggiore – leggi “trasferimento + dispensa da rimpinguare + operazione contenimento delle spese” – sto cucinando molto con la quinoa – leggi “avevo fatto una scorta di quinoa e ora va smaltita”. Trovo che sia perfetta anche nei burger per dare un po’ più di consistenza al tutto e la alterno, bianca, nera o rossa, a seconda di quel che mi suggerisce l’ispirazione del momento.

Per una cena di quelle davvero appaganti, in una domenica calda ma non troppo, ho preparato questi burger di fagioli alla curcuma che in forno sono diventati morbidi all’interno ma con una sottile crosticina all’esterno e li ho usati per farcire un panino che qui ha fatto la gioia di tutti.

continua >>

Crocchette di miglio alla curcuma con piselli e edamame

Crocchettedimiglioallacurcuma_unavegetarianaincucina_00

La prima volta che ho mangiato gli edamame in un ristorante orientale sono rimasta folgorata: altro che patatine fritte! Questi fagiolini di soia lessati e serviti ancora dentro il baccello, da sgranare con le mani, sono come le ciliegie: uno tira l’altro. Cos’hanno di così speciale? Non lo so, sono buoni sì, ricordano vagamente le fave, ma secondo me quello che mi ha conquistata è stato soprattutto il gesto…sì insomma, non mi sarebbe mai venuto in mente a una cena di mettere in tavola una coppetta di piselli lessati nel baccello da far sgranare agli ospiti mentre bevevano l’aperitivo, eppure gli edamame me li sono svuotati.

Da quella prima volta sono passati un paio d’anni e ora gli edamame si trovano con più facilità anche al supermercato, figuriamoci se potevo fare a meno di comprarli. C’ho già fatto varie cose anche se non ho ancora postato le ricette, parto oggi con questa che trovate su CosebelleMagazine: crocchette di miglio alla curcuma, ricetta vegan e senza glutine* per delle pallette croccantine di un bel giallo acceso che staranno benissimo con una salsina allo yogurt (di soia) e senape. Mettiamo un po’ di colore in tavola!

Crocchettedimiglioallacurcuma_unavegetarianaincucina_01

*Tutti gli intolleranti e gli allergici facciano sempre attenzione ai prodotti che comprano e si ricordino di verificare la lista degli ingredienti di tutto quello che mettono nel carrello e che utilizzano per le ricette!

Veggie burger di cannellini

VeggieBurgerdicannellini_unavegetarianaincucina_00

Il fascino che il panino esercita su di me da tutta una vita ancora non sono riuscita a spiegarmelo. Quella che per molti è una soluzione veloce per sfamarsi quando c’è poco tempo e nessuna voglia di cucinare per me è una fonte di gioia. Se voglio farmi un regalo e godermi una serata, mi faccio un panino.

Anche preparare i panini è un’arte, a modo suo. Abbinare gli ingredienti, preparare le salse e i condimenti, scegliere le verdure..tutto avrà un senso al primo morso quando la tua faccia dovrà essere piena di briciole ma con un’espressione assolutamente soddisfatta. Non ho un panino preferito a dire la verità, anche perché difficilmente ripropongo lo stesso due volte, mi piace cambiare. Mi piace preparare i burger di legumi, cereali o di tofu, oppure usare il formaggio per la farcitura, quel che non deve mancare mai sono tante verdure crude e cotte insieme. E anche i panini dolci per la merenda mi piacciono un sacco, sono un po’ un ricordo di bambina ma sono super gratificanti quando ho voglia di qualcosa di dolce ma non ho preparato torte o biscotti.

Certo ora che ci penso un posto d’onore nel mio cuore ce l’ha il veggie kebab che mi sogno anche di notte, con il pane croccante e sottile e un ripieno semplice ma delizioso.

La mia serata ideale? Panino + divano + film + gelato. La felicità.

La ricetta del mio panino con burger di cannellini la trovate su IlCucchiaio.it

Medaglioni di ceci speziati al radicchio rosso

Medaglionidicecispeziaticonradicchiorosso_unavegetarianaincucina_00

Per preparare questa ricetta ho voluto provare a usare pochi ingredienti e una “tecnica” diversa, quindi ho utilizzato la farina di ceci e ho preparato una pastella cotta – un po’ come si fa per le panelle per capirci – a cui ho aggiunto le spezie e il radicchio. Poi ho cotto i medaglioni che ho ricavato al forno. Ci sono più passaggi da fare, è vero, ma la ricetta è davvero semplice e il risultato è sorprendente perché in questo modo i medaglioni avranno una crosticina croccante all’esterno e dentro resteranno cremosi. L’altro vantaggio è il numero limitato di ingredienti che servono per realizzarli (se non avete la farina di ceci provate a comprarla se vi va, vedrete che i modi per utilizzarla sono tantissimi e qualche spunto lo trovate anche qui).

Questa ricetta vegan e senza glutine*, che trovate su CosebelleMag, la dedico a Gianlu che potrà provarla e magari smettere di pelare i ceci per preparare i burger 😉

*Non smetterò mai di ricordarvi, in generale ma soprattutto nel caso in cui soffriate di intolleranze o allergie alimentari al glutine o ad altri alimenti, di leggere sempre con la massima attenzione tutte le etichette e di verificare che ciascuno degli ingredienti che utilizzate non contenga tracce dell’allergene. Attenzione anche alle contaminazioni negli utensili o sui piani di lavoro. 

Pagina 3 di 612345...Ultima »

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

In libreria!
DIARIO DI UNA VEGETARIANA
Food District - Ultra

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Zuppa fredda di cetriolo zucchine e avocado
Cecina alle erbe aromatiche
Smoothie banana e caffè al cardamomo
Insalata di ceci neri e mais con avocado e salsa piccante

Seguimi via mail!

Follow on Bloglovin

Leggi le mie ricette su:

Leggi le mie ricette su: