Primi piatti

Pagina 20 di 28« Prima...51015...1819202122...25...Ultima »

Lasagna di farro al pomodoro e ricotta

Ciao. La lasagna e tanto buona che…ciao. E’ buona sempre e comunque, appena fatta, il giorno dopo, riscaldata, fredda, di verdure, con la besciamella, senza. Sempre. E comunque.

E poi, ragazzi, la sfoglia si fa in un attimo. No ma dico sul serio, mica per dire. E’ più l’idea di doversi mettere lì, ma quando sei partita è un attimo ed è pronta. E se la fai tu allora puoi usare tutte le farine che vuoi. E te la puoi anche tirare, che mica tutti si mettono lì a impastare 😉

Tipo io ho usato la farina di farro per questa ricettina sul Cucchiaio.it.

E la sfoglia l’ho farcita con degli ingredienti classici, che quando tagli la lasagna urlano “Italia!”: pomodoro e basilico, ricotta, olio, sale, pepe. E poi c’ho messo un po’ d’affumicato, per gradire. Bontà.

Pasta alla chitarra pomodoro e melanzane

Amo la Norma. Non la vicina di casa, non la zia. Cioè, magari sono adorabili anche loro, ma io intendevo la pasta. Pochi ingredienti e una ricetta semplice, che quando le cose sono fatte bene sono pazzesche senza bisogno di tanti arzigogoli.

Le melanzane sono per me una vera ossessione. Le mangerei così, a kilate, come uno snack che va bene un po’ in ogni momento.

E la pasta al pomodoro? No dico, c’è qualcosa di più semplice e delizioso della pasta al pomodoro?!?

Negli anni ho visto varie interpretazioni della pasta al pomodoro nella mia famiglia e non solo: da piccola sono stata conquistata dalla pasta con la rubra della zia media e dalla pasta al pomodoro della zia piccola, “corretta” per evitare il bruciore di stomaco. Perché di rinunciare alla pasta al pomodoro non se ne parlava, e non se ne parla neanche oggi. Me le ricordo ancora come fosse ieri.

E poi quella della nonna, sempre e comunque con lo spicchio d’aglio, – “nonna non metterci l’aglio perfavore” “va bene tesoro” […] “nonna ma c’hai messo l’aglio?” “no, figurati” “nonna ma si sente l’aglio non prendermi in giro dai!” “ma no… ce n’è giusto un idea per dare più gusto” – e quella della mamma con una pioggia di basilico.

Chi pelati chi passata, chi basilico chi origano, chi pepe chi peperoncino, chi spaghetti chi pasta corta. Come la metti la metti, è sempre una bontà.

Ok, ho divagato. In realtà quello che volevo dirvi è che la mia ricetta sul Cucchiaio.it di oggi è uno spaghetto alla chitarra al pomodoro con melanzane perlina al timo ripiene di scamorza.

Lasagnetta di carasau

Ho scoperto il pane carasau da grande. L’ho scoperto e ho pensato subito che fosse un “pane” super versatile, che si prestava per moltissimi utilizzi. Solo di recente ho scoperto che tradizionalmente ne esisteva anche una versione fatta con farina d’orzo e stesa totalmente a mano destinata alle famiglie meno abbienti, che purtroppo non ho ancora avuto occasione di assaggiare.

Il carasau è delizioso anche solo sgranocchiato così, all’aperitivo, con un filo d’olio, bello scrocchiarello.

Ma oggi sul Cucchiaio.it vi propongo una versione un po’ più elaborata che anche in pieno agosto vi farà tornare alla mente il ricordo del pasticcio fumante dell’inverno. Ma molto, molto più leggera. E facilissima da preparare, pronta in un attimo.

Una lasagnetta con zucchine, melone e primosale, condita con una sorta di tapenade di taggiasche al limone.

Pomodori ripieni al riso venere

Ricetta vegan e super semplice con dei colori belli belli.

Le verdure ripiene, ve lo ricorderete, sono un piatto che amo molto preparare e trovo siano davvero ottime in tutte le stagioni, da provare ogni volta con ripieni diversi.

E il riso venere…beh…ma quanto bello eh?!?

I pomodori con il riso in questione potete farli anche a crudo, io ho preferito passarli in forno perché diventassero più morbidi e si insaporissero bene con olio e basilico, ma se volete risparmiare tempo o evitare di avere 2000 gradi in casa, potete saltare questa fase, concesso 😉

E ora che ci penso mentre scrivo, se non siete vegani, un po’ di stracciatella da mettere sopra all’ultimo…io la proverei! Che dite?!?

continua >>

(Tipo) caponata e spaghetti di farro

Dopo avervi proposto la mia versione veloce della “finta” caponata, dopo avervi storditi dicendovi quanto mi faccia impazzire questo meraviglioso piatto, oggi vi propongo una mia versione, un po’ più elaborata della precedente, una delle mie preferite evah.

Allora, mettiamo subito le mani avanti: la caponata è uno di quei piatti che “ci sono mille versioni ma l’originale è solo una”, uno di quei piatti per cui ci si chiede continuamente “ma questo ci va o non ci va? devo cucinare prima questo o quello?” e così via, uno di quei piatti che ognuno crede di saper fare al meglio e così spaccia la sua interpretazione come la migliore, unica e inimitabile.

Io la ricetta originale non ce l’ho, non sono qui per svelarvi nessun segreto – eh, lo so, ci speravate ma purtroppo non è così – ma solo per proporvi una versione di una simil-caponata che ho sperimentato un po’ di volte e che e ma piace da impazzire. Quindi non è LA caponata ma UNA (tipo) caponata 🙂

Ci siamo capiti?? Ok allora niente cipolla (così è un po’ meno pesante), una frittura leggera per la melanzana che però non sta da sola, ci sono pure zucchine e peperoni (non mi odiate, l’ho detto che non è la tradizionale). Poi pinoli, olive, capperi, uvette. Che delizia (svengo)!

Era così buona che c’ho condito pure gli spaghetti di farro. Una bontà infinita, chevvelodicoafare.

continua >>

Pagina 20 di 28« Prima...51015...1819202122...25...Ultima »

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

DIARIO DI UNA VEGETARIANA, il mio libro, è in vendita su ordinazione in libreria, su Amazon oppure da 11 a Treviso, in via Diaz!

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Resta aggiornato via mail!
Rispettiamo la tua privacy
Torta di pere e anacardi senza zucchero
Riso venere con cavolfiore, carote e batate viola
Granola senza glutine al cocco
Pasta al pesto di noci salvia e rosmarino

Seguimi via mail!

Follow on Bloglovin

Leggi le mie ricette su:

Leggi le mie ricette su: