Articoli marcati con tag ‘marmellata’

Rotolo senza glutine con pere, marmellata di mirtilli e crema di cocco


rotolo senza glutine

Da piccola (anche ora, ogni tanto) i miei genitori mi chiamavano Princi per prendermi in giro, diminutivo di Principessa. Sarà per questo che ogni volta che dico a voce alta di essere una ragazza semplice mi torna in mente quel nomignolo e mi faccio un po’ di domande?

Allora, siamo onesti: mi ritengo una persona complicata – leggi: “impegnativa” (cit.) per tanti motivi (in veneto si dice che sono “piena di fìsime”) ma, al tempo stesso, sono una ragazza che apprezza le cose semplici. Ho imparato a dare molto valore a cose che altri ritengono banali: una passeggiata all’aria aperta, una giornata al mare, una chiacchierata con gli amici veri, un biscotto senza glutine ;), un biglietto scritto a mano, una serata davanti alla tv, un abbraccio sincero. E, di norma, non amo le cose complicate, troppo costruite, troppo scenografiche.

Anche in cucina preferisco ricette semplici: non amo le decorazioni esagerate, tendo a ottimizzare, prediligo ricette in stile “minima spesa massima resa”. Ma, come sempre nella vita, le eccezioni rendono tutto più interessante. E infatti ci sono momenti in cui mi faccio prendere la mano da ricette un po’ più complesse, come quando ho preparato il rotolo senza glutine con pere, marmellata di mirtilli e crema al latte di cocco.

Non fatevi spaventare dai passaggi, sembrano molti ma alla fine non c’è nulla di complicato e la parte più delicata è la preparazione del biscuit. Sono partita da una ricetta di Montersino (grazie Fe <3) che ho preparato in metà dose, quindi mezza teglia per intenderci (duplicate tutto per fare la dose intera), e dall’originale ho ridotto la percentuale di zucchero da 100 a 80 g sostituendo quello semolato con lo zucchero di cocco (che il ho ulteriormente ridotto a pochi cucchiai nella mia personalissima versione).

Il risultato è un dolce scenografico che regala molta soddisfazione, senza glutine e preparato con pochissimo zucchero!

Potete ovviamente variare la farcia secondo i vostri gusti e la vostra dieta, questo è a prova di Giulia ma potete usare la marmellata che preferite, cambiare frutta, sostituire o omettere la crema, aggiungere il cioccolato. Liberate la creatività (e poi raccontatemi) ma non dimenticatevi della bagna!

Leggi il resto di questo articolo »

Biscotti croccanti senza glutine con chia jam di mirtilli

biscotti senza glutine chia jam

Oggi parliamo di biscotti, anzi di frolle, ma per arrivare fino a lì facciamo un giro un po’ largo. Perché come sempre quando mi metto davanti al computer con il foglio bianco i pensieri cominciano ad accavallarsi e io lascio che le dita si muovano sulla tastiera senza controllarle troppo, che alla fine il blog resta sempre il mio diario…no?

Penso che la maggior parte delle persone, in fondo, viva la vita rimanendo in superficie, prendendo sempre la strada più semplice, senza farsi troppe domande, camminando lungo una percorso che, spesso, qualcun altro ha tracciato. Sono persone tranquille, che tendenzialmente evitano gli scontri e le discussioni, rimanendo in una zona grigia in cui si fanno andare più o meno bene tutto. Non dev’essere male riuscire a vivere così, senza turbamenti.

Poi ci sono io, che non smetto mai di pensare, che mi faccio continuamente un milione di domande, che voglio capire, voglio esplorare, voglio scoprire i miei limiti e scegliere se rispettarli o provare a superarli. Io che meglio fare e sbagliare che non fare proprio, io che “no ma spiegami”, “no ma dimmi”, “no ma tu cosa pensi?”. Io che non so mai decidere ma so cambiare idea, io che pondero troppo e invece vorrei essere istintiva, io che discuto ma poi voglio fare subito pace, io spacco il capello in duemila parti (e spesso non solo quello ;P) eppure sono quella che vorrebbe sempre rimettere insieme i pezzi. Io che, fra i miei mille turbamenti, difficilmente mi rassegno all’idea di non poter fare delle cose, e impazzisco per cercare delle soluzioni alternative.

Siamo sempre lì, io un po’ ci litigo con questo mio modo di essere, eppure è proprio questo temperamento quello che invece di farmi seguire tranquillamente una dieta senza sbattermi troppo, mi fa decidere che anche senza glutine, senza latticini, senza zuccheri e senza diosolosacosa, posso trovare il modo di mangiare qualcosa di buono.

E allora avanti con un’altra ricetta a prova di Giulia che io ho preparato quasi totalmente sugarfree ma che vi propongo in una versione con poco zucchero meno hard core: queste frolle senza glutine e senza latticini sono sottili e croccanti, farcite con una “confettura” ai mirtilli super furba e super veloce da fare, preparata con soli 3 ingredienti (per una ricetta più tradizionale preparata con agave e agar agar invece cliccate qui!). Accattatevi gli ultimi mirtilli per provare a farla, sarà una rivelazione 😉

Leggi il resto di questo articolo »

Crostata vegan alle mandorle con pesche e marmellata ai frutti di bosco

crostata vegan mandorle pesche

Se dovessi associare un frutto all’estate non potrei che pensare alle pesche: succose, dolci e screziate. Le mie preferite sono le pesche noci con il loro concentrato di sapore anche se devo ammettere che una parte di cuore è con le tabacchiere, leggermente schiacciate alle estremità, candide e con una polpa super profumata.

Le pesche sono la merenda che ho sempre portato in spiaggia, fin da quando ero bambina: dopo il bagno, seduta sul bordo dell’asciugamano con la mia pesca in mano annaffiavo la sabbia con il succo profumato che mi colava sulle mani a ogni morso. Sono tanti i miei ricordi legati al mare, sono tante le giornate che ho trascorso lì come se fosse una seconda casa in cui mi trasferivo per il mese di luglio fra compiti per le vacanze, castelli sul bagnasciuga, amiche del cuore e amori estivi. E’ stato un po’ traumatico – per così dire – interrompere quel ciclo, quella tradizione, e dover smettere di traslocare nell’appartamento in condivisione del mare. E’ stato un grosso cambiamento, le estati sono diventate più corte e meno emozionanti, le giornate al mare si sono ridotte drasticamente e sono diventate un vero e proprio vizio da regalarsi di tanto in tanto.

Ma il mare resta il mio posto del cuore, il luogo in cui mi sento più in pace, in cui mi riesco a rilassare e mi immergo in una dimensione diversa sentendomi più leggera, più serena e più centrata.

E mentre il mare è diventato un ricordo io sono rimasta qui, con le mie pesche fra le mani, e ho cominciato a metterle nei miei dolci, nelle mie macedonie, nei ghiaccioli e nei miei piatti salati, per ricordarmi che l’estate ora è diversa è vero, ma è qui.

continua >>

Crostini al formaggio con composta di ciliegie

Era arrivata l’ora di una ricetta vegetariana con le ciliegie –io non posso più mangiarle perché da quest’anno mi fanno venire dei crampi allo stomaco pazzeschi, qualcuno mi spieghi perché – e avevo deciso che sarebbe stata salata. Le ricette salate con le ciliegie non mancano, ma spesso sono piatti a base di carne. Non ci siamo.

Ho acceso il cervello e ho cominciato a pensare agli abbinamenti. Potevo fare un lievitato, ma non ero convinta. Quasi subito ho deciso di abbinarle a un formaggio, magari un caprino, o una robiola, ma certo non da sole. Poi a un certo punto una lampadina, la luce: una padellata agrodolce, una composta, insieme a peperoni e bacche di goji, profumata al rosmarino. E niente caprino, niente robiola, azzardiamo una crema di stracchino per dare un po’ di acidità e far risaltare il sapore della composta.

Ragazzi io non so se questa ricetta vi piacerà, di certo non è un classico, ma qui è andata alla grandissima. Insieme gli ingredienti si sono esaltati e bilanciati, il sapore è complesso, uno dopo l’altro arrivano ad ogni morso l’agro e il dolce (ma va?), il salato, il balsamico del rosmarino. Io ne ho assaggiato un paio di morsi sfidando la sorte e le ciliegie, poi ho fatto parlare gli altri. Ora faccio parlare voi.

La ricetta è sul Cucchiaio.it

Stelle filanti di sfoglia alla marmellata

Io e il Carnevale abbiamo un PESSIMO rapporto. Nonostante da piccola avessi la fortuna di avere meravigliosi vestiti cuciti dalla nonna, unici e curati in ogni dettaglio, appena ho avuto l’età per poterlo fare mi sono ribellata a questa festa. Non mi piace, sarà perché non amo i travestimenti, perché non mi piacciono la calca e la confusione..non lo so.

L’unico motivo per cui per me valeva la pena che esistesse il Carnevale erano le frittelle alla crema e allo zabaione della nonna. Non amo molto i dolci fritti, in generale, e in casa nostra non c’è mai stata una gran tradizione. In Veneto si fanno le “fritole” veneziane, con l’uvetta, i “crostoli” ovvero quelle che in altre ragioni si chiamano chiacchiere, le “castagnole” e poi..le frittelle ripiene. La nonna come me non ha mai amato friggere i dolci ma amava vederci correre intorno al bancone della cucina pronte ad addentare le sue frittelle da urlo. E così le preparava, e mi faceva dare una mano a farcirle con la siringa, e io ero felice come non mai. Ora la nonna non ha più tanta voglia di mettersi a friggere – giustamente – e io che non sono abituata a farlo non ho ancora avuto il coraggio di cercare di replicare la sua ricetta. La gioia quando la crema si sprigionava al primo morso, dolce e avvolgente, profumata di limone. Mmmmh che bontà!

Tutta sta pappardella per dirvi che non ho preparato molti dolci di Carnevale in vita mia ma che quando ho pensato a qualcosa da proporre per festeggiare degnamente il martedì grasso senza dover friggere e senza ritrovarmi a rotolare fino a sera dopo giorni trascorsi a ingoiare frittelle ripiene, mi è venuta in mente questa “ricetta” nata per caso una domenica pomeriggio in cui la mamma ha voluto soddisfare i golosi di casa con un dolcino veloce da mangiare insieme al tè: piccole girelle di sfoglia farcite con marmellata e frutta secca, croccanti, dolci e fragranti. Si preparano in un attimo – a meno che non siate così brave da voler preparare la sfoglia – e fanno sempre un figurone!

La mia ricetta la trovate su CosebelleMagazine!

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

DIARIO DI UNA VEGETARIANA, il mio libro, è in vendita su ordinazione in libreria, su Amazon oppure da 11 a Treviso, in via Diaz!

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Crackers senza glutine ai semi di chia
Quiche senza glutine con asparagi e crema di piselli
Insalata con asparagi al timo patate arrostite e ricotta
Gnocchi di patate senza glutine agli asparagi

Seguimi via mail!