Vegan

Grano saraceno risottato con piselli maggiorana e avocado

Per la serie “voglio risottare ma in versione veg” cominciamo la settimana con una nuova ricettina a base di grano saraceno.

Il grano saraceno, che a dispetto del nome non è frumento ed è glutenfree proprio come la quinoa, è un’altra ottima alternativa a chi – soprattutto in questo periodo – deve evitare le graminacee. Si presta a moltissime preparazioni, ideale in questa stagione per le insalate tiepide ma ottimo anche risottato grazie alla sua naturale cremosità.

Dopo aver lavorato su mantecature a base di frutta e di legumi, oggi torniamo al mio amato avocado, che si rivela un ottima alternativa a burro e parmigiano per rendere irresistibili primi piatti in versione vegan.

Insieme all’avocado i piselli e una profumatissima maggiorana in fiore che arriva direttamente dal mio terrazzino, da usare con parsimonia per evitare che abbia il sopravvento e copra tutti gli altri sapori.

Ingredienti (per 4 persone)

200 g di grano saraceno

320 g di pisellini

2 avocado o 1 grande ben maturo

Maggiorana fresca

Brodo vegetale

Sale

Pepe

Preparazione

Preparate il brodo vegetale come più vi piace e poi utilizzatelo per sbollentarci i piselli per qualche minuto, lasciandoli al dente.

Sciacquate il grano saraceno e mettetelo a tostare in padella con l’olio – e un po’ di soffritto se vi piace – per qualche minuto, poi aggiungete un paio di mestoli di brodo, salate, pepate e proseguite la cottura come per un normale risotto.

Aggiungete anche i piselli al grano saraceno e proseguite la cottura sempre utilizzando il brodo nel quale li avevate sbollentati, continuando ad aggiungere liquido quando necessario (ci vorranno circa 20-30 minuti in base al tipo di grano, seguite le indicazioni sulla confezione).

Nel frattempo pelate l’avocado – se è davvero ben maturo potete dividerlo a metà, eliminare l’osso e scavare la polpa con un cucchiaio -, riponetelo in una ciotola capiente e schiacciatelo per bene con una forchetta oppure, se preferite, frullatelo al mixer velocemente. Unite qualche goccia di limone perché non annerisca e un filo d’olio.

A cottura quasi ultimata unite qualche foglia di maggiorana al grano saraceno, toglietelo dal fuoco e versate l’avocado in padella, rimestando in modo deciso per fare in modo che si crei una bella crema per mantecare il tutto. Regolate di sale e pepe se necessario e servite – se vi piace – con un filo d’olio a crudo.

Cestini di uvette e pinoli con crema di bieta piccante

Il fascino dei finger food. I finger food non sono solo una moda da aperitivo milanese o un filone che ha travolto la cucina negli ultimi anni, non sono solo “roba da fighetti”, non sono solo estetica.

Almeno non secondo me.

In ogni singolo finger tutti i sapori devono trovare l’equilibrio perfetto, perché potrebbe non esserci una seconda occasione. Come per la piccola pasticceria nei monoporzione salati ci si aspetta di trovare sempre qualcosa di goloso e appagante, perché si tratta di un piccolo assaggio, di un vezzo che ci concediamo all’ora dell’aperitivo e vogliamo che ci lasci completamente soddisfatti.

Se tutto questo non fosse abbastanza per convincervi, fermatevi un attimo a guardarli, i finger food. Non restate incantati vedendo quanta precisione e cura ci sia un bocconcino mignon? Sarà che io starei a fissare per ore anche le vetrine delle pasticcerie e delle cioccolaterie..

Questi cestini vegan sono un po’ dolci e un po’ salati – sì, come il gelato al cioccolato di Pupo – con una crema liscia e piccantina come farcitura. Uno tira l’altro, vi avviso.

continua >>

Veg biscotti dolci di ceci

All’improvviso nella mia vita e nella mia dieta sono entrate prepotentemente la farina di ceci e quella di castagne. Per necessità, ovviamente. Riuscire a fare di necessità virtù per me è stata un’esigenza che si è trasformata in opportunità. Ci si ingegna, come si dice. Ci si informa sulle ricette della tradizione – dal castagnaccio alla farinata -, si sbircia online per avere qualche suggerimento, si sperimenta. Per me è andata proprio così, ho letto un sacco di ricette, ho fatto un sacco di prove – anche fallimentari – e di modifiche strada facendo, ho cercato di togliere, aggiungere, cuocere di più, di meno, aromatizzare, mescolare le farine…

Poi, un giorno, sono nati questi biscotti. Perfetti oltre che per chi ha un’intolleranza al glutine, anche per chi ha qualche problemino con le graminacee (in questo caso scegliete con cura l’olio da usare ed evitate, ad esempio, quello di mais), specie in questa stagione. Non solo. Sono vegani, senza lievito o zucchero o latticini.

Il risultato? Non saprei spiegarvi in nessun modo qual è il sapore di questi biscottini morbidi e profumati, io per testarli li ho fatti assaggiare un po’ in giro senza dire con cosa fossero fatti e nessuno è riuscito a individuare l’ingrediente principale. Ma tant’è, sono andati mangiati tutti.

Leggi il resto di questo articolo »

Insalatina tiepida di quinoa ai fiori di cipollina

Quinoa saved my life. La quinoa è un altro di quegli ingredienti che da almeno 6 mesi a questa parte non manca mai nella mia dispensa, protagonista indiscussa della mia cucina insieme al grano saraceno nell’ultimo mese e mezzo.. Già, perché quinoa e saraceno sono quei “finti cereali” gluten free, compagni di viaggio perfetti per chi soffre di celiachia, ma sono anche un’ottima alternativa alle graminacee – cioè praticamente tutti i cereali tipo grano, farro, orzo, kamut ecc. che in questo periodo è bene limitare se come me si soffre di allergia – e hanno un alto contenuto proteico, quindi sono nostri alleati nelle diete vegetariane e vegane.

Dopo la quinoa alle carote e il tortino con spinaci e fave oggi sul Cucchiaio.it troverete un’insalata tiepida con datterini, fagiolini ed erba cipollina che ha tutte le carte in regola per diventare un piatto jolly da giocarvi nella stagione estiva…che ne dite?!

Cialdine di ceci con crema di patate all’indiana

Un bel giorno Giulia fece la conoscenza della cucina indiana. E fu così che nacque l’Amore, quello vero, con la A maiuscola. I profumi, i sapori, le spezie, i colori intensi, il forno tandoori, il pane naan. Tutto di questa cultura – non solo per quanto riguarda la cucina – mi affascina. Da tempo penso a un viaggio in India, un viaggio di quelli tosti, impegnativi, per cui non basta fare yoga e saper meditare, perché lì è tutta un’altra storia, un viaggio per cui bisogna partire preparati. Forse un giorno assaggerò malai kofta tradizionali, quelle che più le mangi e più le mangeresti. Nel frattempo mi diletto con curry, riso, salsine, legumi e spezie, perché un altro punto a favore della cucina indiana è la grande scelta che offre ai vegetariani e ai vegani.

Oggi vi propongo queste cialdine di ceci al cumino con sopra una crema di patate e carote profumata al Garam Masala. Se lo trovate in giro vi consiglio di comprarlo, il mix di spezie è davvero delizioso e, proprio come il curry, può essere personalizzato, quindi ogni volta che lo comprerete potrete scoprire un profumo diverso.

Le cialdine sono perfette come antipasto o per un finger food ma potete anche servirle come piatto unico insieme a del riso basmati.

continua >>

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

DIARIO DI UNA VEGETARIANA, il mio libro, è in vendita su ordinazione in libreria, su Amazon oppure da 11 a Treviso, in via Diaz!

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Crostatine vegan al cocco e cioccolato
Polpette di lupini e riso ai pistacchi
Fettuccine di edamame con verdure e spezie al cocco
Pancakes proteici di ceci e castagne senza zucchero

Seguimi via mail!

Leggi le mie ricette su:

Leggi le mie ricette su: