Articoli marcati con tag ‘miele’

Castagnaccio a modo mio

Il dolce che ti salva la vita. Ve l’avevo annunciato, che sarebbe arrivato. Grazie castagnaccio, sappi che I LOVE YOU. Quando cominci a eliminare dalla tua dieta troppi ingredienti, cerchi di rimanere calma e rilassata, ma infondo sai già che arriverà il momento in cui sbatterai forte la testa contro il frigo pensando di essere una sfigata, perché non puoi mangiare niente. Ed è ingiusto. Immensamente ingiusto. Chi mai nella sua vita è stato a dieta per un motivo o per un altro lo sa, non c’è niente di peggio che DOVER rinunciare a qualcosa…perché se scegli tu di non mangiarlo, vai serena, ma se te lo impongono puoi giurare che entro 5 minuti hai voglia solo di quello. “Viaggio nella mente di Giulia”, il nuovo film horror, presto nelle sale. Insomma chiudo qua le elucubrazioni mentali e passo al dunque: il castagnaccio è un dolce non dolce, si può anche non zuccherare (perfetto se siete a dieta come me) e ce ne sono mille mila versioni. Non piace a tutti, ma a me sì, quindi…questa è la mia versione. Baci

continua

Polentine con scamorza e miele

Per chi come me ha problemi di intolleranze alimentari, ma anche per i celiaci e per tutti coloro che hanno voglia di variare il più possibile la propria alimentazione, il mais rappresenta un’ottima alternativa. Versatile e facile da utilizzare, è perfetto nelle preparazioni dolci e in quelle salate.

Per le feste, ma anche per le vostre cene e gli aperitivi, sono perfette queste polentine con scamorza e miele, in cui la polenta croccante si sposa a meraviglia con la sapidità e il sapore affumicato della scamorza, in netto contrasto con il miele.

Un abbinamento ardito forse, ma assolutamente da provare. Anche perché la ricetta è semplicissima!

continua >>

Padellata di verdura autunnale alla frutta

E’ successo che un po’ di tempo fa mi ha scritto Elena. Elena è una mia ex compagna di Master, appassionata come me del mondo del cibo e convinta dell’importanza di una sana alimentazione. Chiacchierando con lei ho scoperto che fa un lavoro molto importante. E bello. Elena lavora in un centro di rieducazione alimentare e si mette a disposizione delle persone per fornire consigli e dare indicazioni per una sana alimentazione. L’obiettivo non è solo perdere peso. L’obiettivo è, prima di tutto, ottenere benefici in salute e benessere. Le due cose sono legate a doppio filo ed è quindi normale che, una volta rieducate a una sana alimentazione, le persone in sovrappeso comincino anche a dimagrire. Elena mi ha detto però che molto spesso si trova in difficoltà perché c’è chi fa fatica a mangiare la verdura, non ha tempo, non voglia di mettersi a spignattare anche per il contorno. E alla fine torna sempre alla solita insalata. Che va benissimo eh, è buona e sana, ma dopo un po’ intristisce. E allora eccoci qua, tutto sto giro di parole per dire che ogni tanto sul blog ci sarà una ricetta solo di verdura. Qualche idea per il contorno. Non aspettatevi piatti gourmet perché a casa mia le verdure si cucinano sempre in modo semplice, in padella o al forno, con olio, sale, pepe e poco più. Magari però riscopriamo qualche ortaggio, qualche abbinamento nuovo, qualche suggerimento carino. E no, non sono dietologa, dietista o quant’altro, quindi le mie ricette non sono pensate per una dieta, o per dimagrire. Ma sono pensate per provare a farvi amare la verdura almeno quanto la amo io.

continua >>

Tofu al balsamico con finocchi e mele

Allora, diciamo le cose come stanno, il tofu, di per sé, non è il top. La mia prima esperienza con il suddetto, circa 5-6 anni fa, è stata tragica. All’epoca non c’era molta scelta, ho preso l’unico panetto esistente, mancostavanelbancofrigo. Mah. Una volta a casa l’ho aperto timorosa, ne ho preso un pezzetto così, “a crudo” (coraggiosa!) e l’ho assaggiato: oddio, è polistirolo. Credevo mi avessero spacciato per tofu un materiale per imballaggi. Dal nostro primo incontro ad oggi sono stati fatti passi da gigante. Oggi ci sono vari tipi di tofu al naturale e la consistenza è molto più piacevole, si tratta di trovare quello che preferite. Io cerco il sapore più neutro possibile (non è che si sbagli di molto eh) perché per mangiarlo volentieri DEVO caratterizzarlo. Due le mie strategie:  la prima – la mia preferita – è tritarlo e unirlo ad altri ingredienti per poi formare burger, polpette, crocchette&co, come ho fatto con le polpette alle melanzane; la seconda è quella che vi propongo oggi, ovvero farlo marinare. Ma marinare come se non ci fosse domani. E allora dai, che tofu sia.

continua >>

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

DIARIO DI UNA VEGETARIANA, il mio libro, è in vendita su ordinazione in libreria, su Amazon oppure da 11 a Treviso, in via Diaz!

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Tortillas di patata dolce senza glutine
Polpette di lenticchie ai semi con crema di barbabietola al lime
Torta alla carrube e frutti rossi senza glutine
Zucchine ripiene di miglio alle olive e pinoli

Seguimi via mail!