Senza uova

Pagina 25 di 75« Prima...51015...2324252627...303540...Ultima »

Ghiaccioli alle pesche con avocado e lime

Ghiaccioliallepescheconavocadoelime_unavegetarianaincucina_00

Ragazzi, fa caldo. Si io sono una delle pazze che ancora accendono il forno di tanto in tanto ma mica sempre, non sono ancora da internare. C’è voglia di frutta, verdura, frullati, gelati (si anche di brioches, torte, lasagne, qui c’è voglia di tutto sempre ma siamo un caso disperato). E allora un giorno, mentre preparavo un guacamole – di cui siamo pazzi, letteralmente – ho deciso di mettere in pratica un’idea che mi ronzava per la testa da un po’. Volevo provare a fare i ghiaccioli ma senza usare lo zucchero e farci lo sciroppo, volevo provare a usare l’agave. Vuoi mettere la velocità? Ero preoccupata però che i miei ghiaccioli ghiacciassero – ma dai? – e quindi diventassero duri e pieni di cristalli senza l’aiuto dello sciroppo. Così ho pensato di usare l’avocado, che a casa non manca mai, per aiutarmi con la consistenza. Ho unito delle pesche, succo di lime e menta. Ho frullato tutto e dolcificato a piacere. Ragazzi non ci crederete mai, è troppo facile e veloce per essere vero.

Quando dopo 2-3 ore ho tirato fuori i ghiaccioli dal freezer ero pronta a trovare un blocco di ghiaccio e invece….tadaaaaaan! nel giro di qualche minuto i ghiaccioli erano tornati cremosi. E anche quando ho mangiato il secondo – e il terzo e il quarto – la consistenza era rimasta la stessa, si tratta solo di dare loro qualche minuto di tempo per prendere la temperatura esterna. Ma siccome non mi bastava, e siccome non sono golosa per niente – chi, io? – c’ho voluto fare una gabbia di cioccolato fondente intorno. Ovviamente potete anche lasciarli semplici senza cioccolato ma sapete com’è, mi è venuta così, tanto perché non ci piace viziarci.

continua >>

Diario di una vegetariana e quadrotti con pomodoro e mozzarella

Diariodiunavegetarianaequoadrottiacquaefarina_unavegetarianaincucina_00

Ok ragazzi, è arrivato il tempo di parlarvi un pochino del mio libro, DIARIO DI UNA VEGETARIANA. E’ ancora strano chiamarlo il “mio” libro, è successo tutto così velocemente, molto del merito va a questo blog (e quindi grazie a voi!). Mi viene ancora da ridere quando mi chiedono se sono una food blogger, per questo quando mi hanno proposto di scrivere un libro credevo quasi mi stessero facendo uno scherzo telefonico.

Ho sempre cercato di fare le cose per bene, al mio massimo, ma nonostante questo ho sempre fatto fatica a dirmi “stai andando bene”, mi è sempre sembrato semplicemente di fare quello che andava fatto, di fare il mio dovere.

Il blog è stato un po’ una sfida, un po’ una forma di evasione, un po’ un progetto su cui concentrarmi per allontanare altri pensieri in un momento complicato della vita. E poi dal blog sono nate altre cose, il tempo è diventato sempre meno e la lista delle cose da fare sempre più lunga eppure cucinare è rimasta una delle mie priorità. Per necessità, certo, ma soprattutto per piacere e per passione.

Quindi quando mi hanno proposto di mettere tutto questo su carta, è stata una grande emozione. Ma nonostante questo non ho voluto parlarne, quasi temessi che fosse un sogno, quasi pensassi un giorno di svegliarmi con l’idea per una ricetta in testa per poi scoprire che non c’era nulla di vero, nessun libro, nessun Diario di una vegetariana. Non c’ho creduto fino a quando mi hanno detto “è in stampa” e ancora non ero convinta, ho dovuto vederlo sullo scaffale della libreria per realizzare.

Ora non voglio essere fastidiosa o pesante, non so chi di voi l’abbia già comprato o abbia intenzione di comprarlo, non importa (anzi importa molto, compratelo!), ma visto che è una mia creatura sento di dovervi dire ancora qualcosa di lui, mi pare di averlo un po’ trascurato 🙂

Carodiario_diariodiunavegetariana_unavegetarianaincucina_00

Il libro è pieno zeppo di ricette – in tutto sono 100 ricette vegetariane, vegan e adatte a chi soffre di intolleranze alimentari quindi, ad esempio, senza uova, latte e derivati, glutine – ma ci sono anche tanti brevi testi introduttivi in cui vi racconto un po’ di me, della mia vita e della mia cucina. L’idea resta quella che mi guida da sempre fra i fornelli: la cucina vegetariana è una cucina per tutti, al di là delle classificazioni, delle polemiche e delle critiche. Ecco perché le mie ricette sono alla portata di tutti, non richiedono l’utilizzo di attrezzature particolari e si possono preparare con ingredienti di stagione.

Ad esempio, se sfogliate il libro fino a pagina 67, troverete una ricetta vegetariana perfetta per questo periodo che richiede un po’ di lavoro – non troppo ma magari potete prepararla nel weekend quando i ritmi sono un po’ più lenti – che però da grandi, grandissime soddisfazioni. Della pasta acqua e farina vi avevo già parlato, del modo meraviglioso in cui assorbe il sugo, della sua consistenza unica e dell’incredibile facilità di preparazione. Stavolta ve la propongo con melanzane e bufala in un trionfo d’estate!

Panini di ciliegini al melone

Paninidicilieginialmelone_unavegetarianaincucina_00

Fa caldo. E io sto in fissa con i pomodori. Quindi? Quindi ogni scusa è buona per non accendere i fornelli (diciamolo, però, che sono reduce da una cena a base di parmigiana di melanzane e di zucchine preparata con le verdure al forno eh, inutile che io faccia finta di non essere masochista) e preparare qualcosa di fresco, veloce, sfizioso.

La caprese? Buona eh, però che noia. Ma vi giuro che basta pochissimo per partire da una caprese e trasformarla, nella forma e nel sapore. Ho usato i ciliegini come panini e li ho farciti ma non mi sono fermata lì. C’ho messo anche un ingrediente in più. Sì lo so ve l’ho detto nel titolo, non sono brava con la suspense (ma come si scrive?!) 😉

Insomma non si può neanche chiamare ricetta, però vi giuro che l’abbinamento c’è tutto e che questi bocconcini andranno via che è un piacere. Che poi penso: predico bene e razzolo male. Perché io a cena mica ho fatto i panini di ciliegini prima della parmigiana eh, troppo facile!

PS: sono perfetti anche da portare in spiaggia!

continua >>

Bruschetta ai pomodori con crema di mozzarella

Bruschettaaipomodoriconcremadimozzarella_unavegetarianaincucina_00

Aaaah, la bontà di pane e pomodoro è qualcosa di indescrivibile. La semplicità di una fetta di pane con un filo d’olio e qualche spicchio di pomodoro racchiude una gioia immensa anche nelle giornate più calde, più dure, più tristi. Ricordo la prima volta che ho mangiato pan y tomate alle Baleari: una baguette su cui viene strofinato un pomodoro a metà dal lato della polpa, un pizzico di sale, un filo d’olio. Loro lo mangiano anche a colazione e fanno bene perché è qualcosa di spettacolare.

Già l’avevo dichiarato ai tempi della panzanella il mio amore per quest’accoppiata ma ve lo ripeto, non è mai abbastanza. Se non l’avete mai provata fatelo, ve ne prego.

Se vi serve qualche spunto eccovi accontentati: a pagina 20 del libro DIARIO DI UNA VEGETARIANA c’è la mia versione con il pesto ma se non vi bastasse sono pronta a darvene un’altra.

Sì perché come sapete, per farmi felice basta un mazzo di fiori di zucca, un cestino di albicocche, una cassetta di pomodori. E allora chiedetemi se sono felice? La scorsa settimana Vittorio mi ha regalato una cassetta di pomodori di ogni colore e varietà e io non ho potuto che fargli onore subito mettendoli in tavola. Non conoscevo tutte le tipologie, mi sono un po’ documentata ma poi ho pensato che la soluzione migliore fosse assaggiarli e così ho fatto scoprendo i verdi croccantissimi e sodi, i gialli e i “limone” deliziosamente profumati, il camone, il kumato…ce n’è per tutti i gusti.

Bruschettaaipomodoriconcremadimozzarella_unavegetarianaincucina_01

Per ora ho preparato tre ricette sia usandoli sia cotti che crudi ma comincio dalle basi, con un piatto fresco e veloce da preparare perfetto in queste giornate di caldo intenso: pane abbrustolito, crema di mozzarella, pomodori, pistacchi, olio profumato all’origano fresco.

Buona, ma buonaaa…che ve lo dico a fa.

continua >>

L’estate, Taste&More, tante ricette. Ma soprattutto tante teste e un solo cuore.

LestateTaste&Moretantericette_unavegetarianaincucina_00

L’estate l’ho aspettata così tanto che ora che è qui non me ne rendo neanche conto. Sono stati mesi intensi e frenetici quelli che in questo 2015 mi hanno portata fino a qui e non ho ancora avuto il tempo di fermarmi e respirare davvero, di godermi una giornata di relax, di sole, di serenità senza affanno. Mi sembra (cioè non è che mi sembri così, è così veramente) di avere sempre il fiato corto, di non riuscire mai a fare tutto, di essere sempre di corsa.

Oggi esce il nuovo numero di Taste&More con tante ricette da preparare fra luglio e agosto, fresche e colorate e vi consiglio di non perderlo perché questo è un numero speciale, per tanti motivi.

Prima di tutto perché dentro ci siamo noi, fra le pagine del magazine troverete ognuna di noi con la sua cucina, i profumi e i sapori che più ama, con una ricetta del cuore. Ci siamo raccontate in un piatto ed è stato bello creare qualcosa di ‘mio’, qualcosa che mi rappresentasse. Ed è ancora più bello anche per me vedere le ricette di tutte le altre blogger che fanno parte della redazione ora che ci siamo finalmente incontrate, ora che ogni piatto ha davvero dietro un volto, un sorriso. Siamo tante, tante donne diverse ma unite da una passione comune, e questo ci rende forti.

continua >>

Pagina 25 di 75« Prima...51015...2324252627...303540...Ultima »

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

DIARIO DI UNA VEGETARIANA, il mio libro, è in vendita su ordinazione in libreria, su Amazon oppure da 11 a Treviso, in via Diaz!

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Torta bassa vegan banana e caffè senza zucchero
Riso saltato alle spezie con verdure e cannellini
Zuppetta tiepida di piselli carciofi e finocchi
Muffin al cocco e limone senza zucchero

Seguimi via mail!

Leggi le mie ricette su:

Leggi le mie ricette su: