Articoli marcati con tag ‘contorni’

Broccoli e mele al forno

Broccoliemelealforno_unavegetarianaincucina_00

Per la serie “100 e 1 modi per farvi piacere i broccoli” torno alla carica con la ricetta per un contorno semplice e un po’ diverso che alla mia tavola ha riscosso un certo successo.  Mai come questo inverno ho fatto così tanta fatica a mangiare cavoli e broccoli a causa della riluttanza del mio coinquilino, come vi ho già raccontato i tentativi sono stati molti e non sono ancora finiti ma, devo ammetterlo, è una dura lotta e ogni piccola conquista – tipo non fa smorfie di dolore mentre mangia, non mi guarda con aria sconsolata scuotendo la testa e dicendo “no” e altre cose del genere – per me è un grande successo.

Detto questo io le mele non le posso mangiare ma pace, per tutti gli altri la loro dolcezza e la leggera acidità dei mirtilli rossi ingentiliscono il sapore intenso del broccolo, rendendolo più piacevole anche al palato di chi non lo ama. La cottura in forno è un’altra mossa strategica: i broccoli si arrostiscono diventando più appetitosi, gli zuccheri delle mele si caramellano leggermente mentre gli anacardi si tostano. Il risultato è un contorno facilissimo da preparare e un po’ inusuale che potreste utilizzare anche per condire un riso saltato o dei noodles. 

PS: anche nel mio libro “Diario di una vegetariana” promuovo la causa del broccolo e fra le 100 ricette potete trovare, ad esempio, una golosa lasagna di carasau con crema di broccoli e formaggio. Vi aspetto in libreria! continua >>

Insalata estiva di frutta e verdura

Insalataestivadifruttaeverdura_unavegetarianaincucina_01

Il caldo dei giorni scorsi ha messo un po’ tutti in difficoltà. Avevo fame, ma in realtà poi non avevo molta voglia di mangiare, volevo principalmente bere. Salvo qualche eccezione – leggi pizza e brioches, insalate di pasta e di cereali fredde – ci siamo nutriti soprattutto di frutta e verdure. Non che di solito le cose siano molto diverse, ma di certo in queste settimane pomodori, zucchine, melanzane e peperoni sono stati protagonisti insieme a anguria, melone, pesche e albicocche. La mia strategia anti caldo è sempre quella: cucinare l’indispensabile nelle ore più fresche in modo da avere tutto pronto e dover solo assemblare gli ingredienti all’ora della fame. Sì perché d’estate tendiamo a mangiare sempre un po’ più tardi, specie la sera quando non siamo vincolati dagli orari di lavoro.

L’ora del pasto quindi è caratterizzata dalle seguenti azioni: apro il frigo, seleziono gli ingredienti, mescolo tutto, condisco e servo. Viene tutto molto naturale quando si tratta di scegliere fra cereali, verdure e legumi ma un giorno avevo lessato zucchine e fagiolini gialli, dolcissimi e succosi, così ho voluto provare qualcosa di diverso che fosse leggero, fresco e dissetante.

Scettici? Lo capisco. Nella stessa ciotola sono finite frutta e verdure, cotto e crudo insieme, tutto condito da una salsina acidula allo yogurt. Un po’ di buon pane tostato, del formaggio fresco per chi ne ha voglia, e il pranzo è servito.

continua >>

Asparagi marinati alla piastra

Asparagimarinatiallapiastra_unavegetarianaincucina_00

Da buona (?)  veneta amo gli asparagi anche se devo ammettere che, in generale, ho una netta predilezione per i verdi. I bianchi mi piacciono soprattutto nel risotto.

Per anni a casa mia – e credo anche in molte altre case – gli asparagi sono stati consumati solo lessati, spesso insieme alle uova come da tradizione. Chi come me non ha mai avuto l’asparagiera (che non è altro che una pentola alta in cui si possono cuocere gli asparagi in piedi) di solito si ingegna come può, noi ad esempio “prolungavamo” con un art-attack i bordi della pentola aiutandoci con dell’alluminio in modo da farci stare comodamente gli asparagi.

Da qualche anno però la storia è cambiata perché ho scoperto che gli asparagi mi piacciono da impazzire sia crudi (se sono super freschi!) che cotti in padella, alla piastra, alla griglia, al forno. Adoro che restino croccanti e saporiti e – cosa da non sottovalutare – tutte queste cotture sono super pratiche e mi risparmiano il lavoro della prolunga alla pentola.

In questi giorni in cui gli asparagi non mancano mai sulla mia tavola ho sperimentato (anche) questa ricetta: prima una marinatura con limone e erbe aromatiche, poi una scottata sulla piastra ben calda.

continua >>

Spinaci piccanti con uvette pinoli e scorza di limone

SpinaciPiccanticonuvetteepinoli_unavegetarianaincucina_00

La mia riscoperta degli spinaci passa un po’ attraverso questa ricetta. Un po’ come per le bietole – di cui vi ho parlato qui qualche tempo fa – ho riscoperto la bellezza del rituale che sta dietro (o prima, come vi pare) la cottura degli spinaci e delle erbette in generale, si insomma tutto lo sbattimento del lavaggio, l’asciugatura, la pulizia eccetera eccetera. E’ cosa lunga, vero, soprattutto se come me stai li ad eliminare le coste centrali che poi altrimenti restan durine. E poi c’è l’altra fase dello sbattimento, anzi, dell’accettazione ogni volta della stessa deludente storia: parti con una pentola strapiena di foglie verdi e ti ritrovi con una manciata di straccetti. Eppure è cosa bella, davvero. Perché poi li mangi e senti che è tutta un’altra cosa. E poi se li prepari così, come ho fatto io per questa ricetta vegan che trovate su IlCucchiaio.it, cioè piccantini con uvette, pinoli e scorza di limone, allora è fatta. Perché sono talmente buoni che te li mangeresti come dolce e appena son finiti sei pronta a ricominciare da capo a lavare, asciugare, pulire…

Radicchio al forno con pane e noci

Radicchioalfornoconpaneenoci_unavegetarianaincucina_00

Recentemente ho espresso più volte il mio amore per il radicchio rosso di Treviso IGP tardivo, ci ho preparato già molte ricette e lo consumo di frequente a casa d’inverno. Ho espresso più volte anche il mio amore per la cottura al forno, la mia preferita in assoluto per le verdure che si cuociono da sole e acquistano un sapore unico. Unire questi due amori in un unico piatto è stato quindi abbastanza naturale per me, ma non mi bastava. Avevo voglia di rendere goloso questo contorno aggiungendo qualcosa che però non complicasse la ricetta e non confondesse i sapori, lasciando il radicchio protagonista. Allora ho pensato a delle briciole di pane croccante – altro amore quello per le note croccantine all’interno dei piatti – e alle noci che qui in Veneto si uniscono spesso al tardivo, anche nelle insalate. Ne è nato questo piatto semplice ma davvero buono, perfetto da accompagnare al formaggio o alle uova, ad esempio.

Non so dove viviate e quanto sia semplice/complicato per voi reperire il radicchio di Treviso ma se ne avete l’occasione, provatelo! La mia ricetta intanto è su IlCucchiaio.it

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

DIARIO DI UNA VEGETARIANA, il mio libro, è in vendita su ordinazione in libreria, su Amazon oppure da 11 a Treviso, in via Diaz!

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Crackers senza glutine ai semi di chia
Quiche senza glutine con asparagi e crema di piselli
Insalata con asparagi al timo patate arrostite e ricotta
Gnocchi di patate senza glutine agli asparagi

Seguimi via mail!