Articoli marcati con tag ‘crema’

Crema di zucca, ceci e patata dolce allo zenzero

crema zucca ceci patata

Sto attraversando un momento molto bello della mia vita, un periodo in cui mi sento davvero fortunata.

Se mi chiedessero se sono soddisfatta così, se non voglio altro, direi sicuramente di NO, direi che ci sono ancora tantissime cose che desidero, una marea di obiettivi a cui voglio arrivare, tanti ingredienti con cui voglio arricchire la mia vita. E dico voglio, non vorrei, perché fa una bella differenza. Ma se la base di partenza è questa allora beh, partiamo bene.

Voi avete mai pensato a quali sono gli ingredienti che preferite, quelli di cui non potete fare a meno nella vostra vita? Io ci penso spesso, e non ho dubbi su quello che sta in cima alla mia lista: la SALUTE. So che sembra scontato e banale, ma non lo è. È la cosa più preziosa che abbiamo e, molto spesso, quella che diamo più per scontata, facendo un errore colossale. La salute è sicuramente il mio ingrediente fondamentale, la base della mia ricetta per una vita felice. Poi ci sono altri elementi importantissimi, che creano l’impasto (senza glutine, ovviamente), e infine i dettagli, le decorazioni, quelle cose che rendono tutto un po’ più speciale.

Fra le quali c’è anche il cibo, che non solo ci nutre ma crea anche occasioni conviviali, ci regala conforto e ci dà gioia. E se doveste scegliere i vostri ingredienti preferiti in cucina, invece, avreste dubbi? Io, golosa come sono, ho una lista piuttosto lunga ma sicuramente 3 stanno nelle posizioni più alte e, tutti e tre, li ho messi dentro a questa nuova ricetta: crema di zucca, ceci e patata dolce a cui ho aggiunto lo zenzero, che di solito non sgranocchio così a metà pomeriggio, ma che adoro. Quindi ho messo tutto insieme per questa zuppa cremosa e avvolgente buonissima sia bollente che tiepida, in cui il profumo piccante dello zenzero si sposa con la dolcezza della zucca e della patata.

Prepararla è semplicissimo, si butta tutto in pentola e si aspetta il momento per frullare e portare in tavola un po’ di sano comfort food, ovviamente vegan e senza glutine.

Leggi il resto di questo articolo »

Frolle senza glutine alle nocciole con crema di castagne

Ok, non so come sia successo ma ieri per un attimo ho sentito l’aria del Natale. Quanto mi manca il Natale come me lo ricordo io, pieno di magia, tutto lucine e spezie e fiocchetti, tutto sorrisi e abbracci, tutto bello bellissimo… Da qualche anno non la sento più la magia del Natale, e un po’ mi dispiace, ma non ci si può forzare dentro le cose quindi, come sempre, porto a casa quello che di buono arriva.

In questi giorni strani però mi sto facendo prendere bene dall’autunno, che non è mai stata proprio la mia stagione, e mi tornano in mente tante emozioni di questo periodo dell’anno speciale che porta verso la Vigilia…non lo so cosa sia, sarà l’età.

Detto questo si sa che a casa mia Natale (ma anche vita, in generale) fa rima con biscotti, e non dite che non vi avevo avvisati nei giorni scorsi. Della mia mania per i biscotti ormai lo sanno tutti, della mia ricerca ossessiva per il biscotto perfetto – meglio se senza glutine in questo periodo, per necessità –, tutti quelli che leggono questo blog. Quindi si, ultimamente le ricette dei biscotti si susseguono ma lo faccio anche per voi, insomma, perché possiate arrivare preparati alle feste ;P

E allora eccoci qua con una nuova ricetta di frolla senza glutine super croccante e perfetta per essere farcita, da preparare con le nocciole (o con i semi se siete intolleranti, trovate tutte le note nel post). Dentro potete spalmarci quello che più vi piace ovviamente ma io non ho potuto resistere alla mia ultima scoperta che è diventata presto un’ossessione: la crema di castagne fatta in casa, facilissima da preparare con solo 3 ingredienti. Una libidine di cui non potrete più fare a meno, quindi andate a recuperare tutte le ultime scorte di castagne, cuocetele e surgelatele perché ne avrete bisogno!

Leggi il resto di questo articolo »

Tortini cremosi di carote con crema di barbabietola

tortini carote crema barbabietola

Chi di voi mi conosce, come mi descriverebbe?

Non molto tempo fa mi hanno descritta come una persona rigida e troppo controllata. La mia reazione istintiva, come sempre, è stata di difesa: “chi, iooooo?!?”. Poi, di nuovo come sempre, ci ho riflettuto e quelle parole mi hanno attraversata come lame.

Ho pensato alla differenza profonda che c’è fra come ti vedi, come vorresti essere e come sei in realtà. Ho pensato a quanto la rigidità, intesa soprattutto come compostezza e controllo, faccia parte di me da sempre. E – lo devo ammettere – mi sono un po’ annoiata da sola.

Io, che ho sempre pensato (ho meglio, avrei sempre voluto) essere morbida e accogliente, spontanea e leggera. Lo sono? Si, a sprazzi credo di si (?) ma dipende dai momenti, dipende dalle persone.

Certo fuori c’è una corazza dura che può farmi sembrare distaccata e a volte anche fredda. Dentro però, avvolto in strati di allegria e spontaneità, mi piace pensare che ci sia un cuore morbido che raggiunge solo chi ha il coraggio e la voglia di scavare.

Siamo complessi, siamo tutti un gran casino. E a volte quello che ci manca è quello che cerchiamo.

Forse è per questo che mi sono piaciuti così tanto questi tortini di carote, senza glutine e senza latticini, delicati e cremosissimi. Insieme ho preparato una crema di barbabietola profumata all’arancio che si presta per mille e più utilizzi. E comunque, carote e barbabietola resta per me un’accoppiata vincente.

Per un’alternativa golosa provate i tortini di patate e spinaci con cuore filante oppure i tortini alle erbe con pomodorini.

E voi, siete più cremosi o più croccanti?

Leggi il resto di questo articolo »

Crema fredda di peperone e sedano

crema fredda peperone

Come si può facilmente evincere dalle mie foto e dalle ricette, non sono molto brava con i ghirigori e gli arzigogoli. Non sono molto brava a creare impiattamenti da ristoranti stellati e non sono una super precisa, quando si tratta di cucina, perché come sempre nella vita voglio fare tante cose, voglio ottimizzare, e quindi cerco di semplificare un po’. Quando navigo fra i blog che seguo e vedo questi piatti super curati invidio molto le autrici di quegli scatti, ma so che non sono cosa mia.

Sono così un po’ in tutto nella vita – tranne che sul lavoro dove sì, la precisione non può mancare – anche nelle relazioni. Nel senso che non sono brava a fare tanti giri di parole per dire le cose, sono piuttosto asciutta, a volte anche burbera. E non è perché non sia sensibile o non abbia a cuore le persone con cui mi rapporto, ma perché credo che nelle relazioni forti, stabili e sincere non ci sia bisogno di convenzioni e di un eccesso di gentilezza, si può andare dritti al sodo e capirsi senza farsi troppi problemi. A volte questa cosa crea un po’ di problemi a chi, giustamente, non la vede come me. Però regà, che ve devo dì, io sono così, pane la pane vino al vino.

Tutto sto giro di parole – dicevamo che sono asciutta, no?! – per dire che anche se i miei piatti spesso sono puliti e semplici sia nei sapori che nella presentazione, anche a me piace preparare ogni tanto qualcosa di bello bellissimo. E non per forza serve diventare artisti del cake design o fare torrette altissime di mille ingredienti, a volte è sufficiente affidarsi alla natura e ai suoi colori.

Così ho fatto quando ho preparato questa crema fredda di peperoni gialli, con datterini e sedano. Un vago ricordo del gazpacho che avevo già rivisitato in verde ma stavolta in versione yellow, da servire come antipasto in monoporzioni o in porzione intera se preferite. Perfetto accompagnato con crostini croccanti farciti con il pesto di rucola e basilico ai semi di zucca e tante verdure croccanti di stagione. Ovviamente vegan, ovviamente glutenfree.

Leggi il resto di questo articolo »

Crema di zucca lenticchie e topinambour

Mi ci sono voluti 30 anni per capire che sono una persona che ha bisogno di cambiamenti, per capire che periodicamente ho bisogno di crescere, di evolvere. Per anni ho pensato di essere un’abitudinaria, una che aveva bisogno di schemi e di ripetizioni confortanti. Poi ho realizzato che avevo vissuto dentro quello schema ma che non era il mio, mi ero adattata a quel mood per un milione di motivi apparentemente validi.

É stato come un risveglio. E più passa il tempo e riesco a uscire dalla mente razionale per seguire le emozioni, più mi accorgo di quanto mi sono costretta dentro una storia che non era la mia.

In questi giorni sto affrontando un capitolo nuovo e sono partita. Sono ad Amsterdam e qui ieri nevicava. Mi sono innamorata – di nuovo – della città in bianco.

E con la neve fuori mi è venuta voglia della crema di zucca topinambour e lenticchie rosse che ho preparato qualche giorno fa. Cremosa e super saporita, con il topinambour che rende speciale la classica zuppa di zucca. Poi rosmarino, scorza di limone e semi di nigella. Mai assaggiati? Danno una nota speziati che vi stupirà!

Leggi il resto di questo articolo »

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

DIARIO DI UNA VEGETARIANA, il mio libro, è in vendita su ordinazione in libreria, su Amazon oppure da 11 a Treviso, in via Diaz!

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Crackers senza glutine ai semi di chia
Quiche senza glutine con asparagi e crema di piselli
Insalata con asparagi al timo patate arrostite e ricotta
Gnocchi di patate senza glutine agli asparagi

Seguimi via mail!