Articoli marcati con tag ‘melanzane’

Torta salata con melanzane perline e datterini

torta salata melanzane pomodori mozzarella

Settembre, ti odio e ti amo. Il mese delle mie vacanze – di solito –, il mese in cui il sole è ancora caldo ma le temperature si abbassano, il mese in cui la luce cambia, le giornate sono già più corte ma la voglia di viverle al massimo non si esaurisce. Il mese in cui andare al mare è bellissimo (se torna il sole magari!), l’acqua è tiepida, la folla di agosto è sparita.

Il mese in cui si cerca di prolungare l’estate in tutti i modi, di prenderla agli angoli e tirare delicatamente, senza andare contro natura ma incapaci di arrendersi all’inevitabile scorrere delle stagioni. Il mese in cui c’è ancora troppa voglia di parmigiana, di verdure dell’orto e di colazioni fresche, il mese in cui cerco di portare in tavola melanzane e pomodori ancora un po’, senza tante ricette complicate, saltati in padella e poi racchiusi in una torta salata preparata con la mia brisè semi integrale, croccante e sottile, per non rubare la scena alle verdure. Solo qualche pezzetto di mozzarella qui e là e una cascata di mandorle per completare.

continua >>

Parmigiana summer love

parmigiana-melanzane-pesto-5422

Tutti continuano a dirmi che l’estate è finita. Io non li ascolto e premo forte le mani sul le orecchie facendo blabla con la bocca, fingendo che sia tutto uno scherzo. Eppure lo so, che ancora una volta l’estate è arrivata ed è passata senza che io riuscissi a goderne, a strappare via dei pezzi di sole e a incartarli con cura per poi poterli tirare fuori e scaldare il grigio dell’inverno. L’estate è la mia stagione, sto un anno intero ad aspettarla, ad attendere di poter scoprire le gambe e lasciar asciugare i capelli al vento, a sognare i piedi sotto la sabbia bollente o nell’acqua di mare gelata, a pensare in quanti modi potrò mangiare pane e pomodoro.

Ma quest’estate mi è davvero sfuggita, impegnata fra lavoro, studio e qualsiasi altra cosa non sono riuscita a riposare, a prendere fiato e a stendermi per un po’ a guardare il cielo azzurro. Sento già la malinconia in fondo al cuore ma per combatterla infilo il grembiule e preparo una delle ultime teglie di parmigiana della stagione, il mio piatto preferito, un concentrato d’estate, di sapore e di profumo. La preparo con le melanzane al forno, perché non sono brava a friggere e con il pesto che ho preparato raccogliendo le foglie della pianta di basilico che sta in terrazzo e si ostina a crescere, nonostante tutto, nonostante l’estate stia finendo.

Poi affondo la forchetta in quegli strati di gioia, e all’improvviso l’estate eccola qua (semi cit.).

continua >>

Pasta con crema di melanzane e pomodorini

Pastaconcremadimelanzaneepomodorini_unavegetarianaincucina_00

Come qualcuno di voi avrà capito, sono finalmente partita per le vacanze. Sono partita dopo un periodo intenso di lavoro, mi sono portata via tanta stanchezza e anche qualche strascico, cose da chiudere, cose da ricordare, cose da tenere a mente e da fare al rientro. Tutto questo non mi ha aiutata a staccare la spina e così, con una connessione instabile e un pc strapieno di roba non sono ancora riuscita a entrare nel mood delle vacanze, del mare e del relax. In tutto questo, prima di partire, mi ero messa a spadellare per garantirvi un blog vivo nonostante la mia assenza, l’avevo fatto un po’ di corsa segnando qua e là ricette, dosi, appunti. Mi ero ripromessa di preparare tutto per tempo invece poi con quelle giornate super full non sono riuscita a programmare niente. E quando sono arrivata qui mi sono resa conto che avevo lasciato a casa la maggior parte delle mie note e che delle ricette avevo con me solo le foto e i ricordi. Foto e ricordi non bastano, di solito, ma questa pasta è talmente “mia” che non potevo non pubblicarla. Non lo so come sia il tempo in Italia in questi giorni ma come sapete non sono ancora pronta ad affrontare l’autunno e allora, sperando che le ultime melanzane e qualche pomodoro siano ancora di casa anche da voi, vi propongo un sugo cremoso, saporito e ricco (che è anche vegan, ma vabbè). Vediamo se riesco a caricarla per davvero, nei prossimi giorni se non sarò molto presente non vogliatemi male!

Male che vada aspetteremo insieme con ansia la prossima estate per poter rifare questa ricetta 😉

continua >>

Gnocchi di ricotta con melanzane e pomodoro

Gnocchidiricottaconmelanzaneepomodoro_unavegetarianaincucina_00

Credo che di gnocchi potrei stare a parlare per ore senza venirne fuori, almeno la metà del mondo sarà sempre e comunque contraria al mio punto di vista sull’argomento. L’argomento è piuttosto delicato e anche se non amo gli schieramenti so bene quanto possa essere difficile trovare un punto d’incontro. Se devo chiudere gli occhi e immaginare di assaporare uno gnocco – niente doppi sensi eh!? – me lo immagino morbido, cremoso e pure un po’ appiccicoso se volete, sì. Non mi interessa se nel piatto non sta ordinato, se la presentazione è un po’ meh, se per farlo si usano le mani, i cucchiai o lo schiacciapatate, l’importante è che il risultato sia un piatto goloso e confortante, caldo e invitante. Abbasso i sassolini, abbasso gli gnocchi duri, che sanno di farina, che fanno resistenza sotto i denti. Lo so che c’è chi la pensa al contrario, beh, sappiate che vi voglio bene lo stesso. Poi sulla questione uova sì uova no non mi espongo, ci sono scuole di pensiero differenti e io non voglio farmi forte di nessuna tradizione. Dico solo che gli gnocchi fatti in casa che amo di più sono quelli di zucca, quelli di ricotta e quelli di pane ed erbette (trovate la ricetta sul mio libro “Diario di una vegetariana”!)

Il caso (seee, come no) vuole che tutti questi gnocchi siano fatti al cucchiaio, che tutti questi gnocchi siano preparati con le uova e che tutti siano facilissimi da fare.

Allora io parlo a voi, amici, voi che come me condividete la passione per lo gnocco un po’ morbidino, voi che in una giornata uggiosa cercate conforto in un piatto veloce e semplice eppure ricco di sapore, con una consistenza che riempie il cuore (oltre alla pancia)e vi fa venire voglia di fare gli gnocchi tutti i giorni. Sì perché questi gnocchi qui io li preparo al volo, bastano pochi ingredienti e poco tempo per salvare un pranzo della domenica o una cena durante la settimana in un giornata no. Io vi posso garantire, amici, che dopo la vita tornerà a sorridervi.

continua >>

Diario di una vegetariana e quadrotti con pomodoro e mozzarella

Diariodiunavegetarianaequoadrottiacquaefarina_unavegetarianaincucina_00

Ok ragazzi, è arrivato il tempo di parlarvi un pochino del mio libro, DIARIO DI UNA VEGETARIANA. E’ ancora strano chiamarlo il “mio” libro, è successo tutto così velocemente, molto del merito va a questo blog (e quindi grazie a voi!). Mi viene ancora da ridere quando mi chiedono se sono una food blogger, per questo quando mi hanno proposto di scrivere un libro credevo quasi mi stessero facendo uno scherzo telefonico.

Ho sempre cercato di fare le cose per bene, al mio massimo, ma nonostante questo ho sempre fatto fatica a dirmi “stai andando bene”, mi è sempre sembrato semplicemente di fare quello che andava fatto, di fare il mio dovere.

Il blog è stato un po’ una sfida, un po’ una forma di evasione, un po’ un progetto su cui concentrarmi per allontanare altri pensieri in un momento complicato della vita. E poi dal blog sono nate altre cose, il tempo è diventato sempre meno e la lista delle cose da fare sempre più lunga eppure cucinare è rimasta una delle mie priorità. Per necessità, certo, ma soprattutto per piacere e per passione.

Quindi quando mi hanno proposto di mettere tutto questo su carta, è stata una grande emozione. Ma nonostante questo non ho voluto parlarne, quasi temessi che fosse un sogno, quasi pensassi un giorno di svegliarmi con l’idea per una ricetta in testa per poi scoprire che non c’era nulla di vero, nessun libro, nessun Diario di una vegetariana. Non c’ho creduto fino a quando mi hanno detto “è in stampa” e ancora non ero convinta, ho dovuto vederlo sullo scaffale della libreria per realizzare.

Ora non voglio essere fastidiosa o pesante, non so chi di voi l’abbia già comprato o abbia intenzione di comprarlo, non importa (anzi importa molto, compratelo!), ma visto che è una mia creatura sento di dovervi dire ancora qualcosa di lui, mi pare di averlo un po’ trascurato 🙂

Carodiario_diariodiunavegetariana_unavegetarianaincucina_00

Il libro è pieno zeppo di ricette – in tutto sono 100 ricette vegetariane, vegan e adatte a chi soffre di intolleranze alimentari quindi, ad esempio, senza uova, latte e derivati, glutine – ma ci sono anche tanti brevi testi introduttivi in cui vi racconto un po’ di me, della mia vita e della mia cucina. L’idea resta quella che mi guida da sempre fra i fornelli: la cucina vegetariana è una cucina per tutti, al di là delle classificazioni, delle polemiche e delle critiche. Ecco perché le mie ricette sono alla portata di tutti, non richiedono l’utilizzo di attrezzature particolari e si possono preparare con ingredienti di stagione.

Ad esempio, se sfogliate il libro fino a pagina 67, troverete una ricetta vegetariana perfetta per questo periodo che richiede un po’ di lavoro – non troppo ma magari potete prepararla nel weekend quando i ritmi sono un po’ più lenti – che però da grandi, grandissime soddisfazioni. Della pasta acqua e farina vi avevo già parlato, del modo meraviglioso in cui assorbe il sugo, della sua consistenza unica e dell’incredibile facilità di preparazione. Stavolta ve la propongo con melanzane e bufala in un trionfo d’estate!

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

DIARIO DI UNA VEGETARIANA, il mio libro, è in vendita su ordinazione in libreria, su Amazon oppure da 11 a Treviso, in via Diaz!

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Crackers senza glutine ai semi di chia
Quiche senza glutine con asparagi e crema di piselli
Insalata con asparagi al timo patate arrostite e ricotta
Gnocchi di patate senza glutine agli asparagi

Seguimi via mail!