Articoli marcati con tag ‘topinambour’

Quinoa con barbabietola, topinambour e zucca al rosmarino

quinoa barbabietola zucca topinambour

Non so quante idee, quanti progetti, quanti buoni propositi mi abbiano accompagnato in tutti questi anni di blog. Periodicamente decido che sì, da domani farò questo, scriverò di quello, posterò quest’altro. Poi, inevitabilmente, mi perdo fra i meandri delle mie giornate lunghe e tutte incastrate, divisa fra il lavoro “ufficiale” e le lezioni da insegnare. Sono felice della mia vita a mosaico anche se ci sono momenti in cui sento che sto disperdendo tanta energia su troppi fronti e penso che dovrei incanalarla meglio nella direzione in cui voglio andare. Mi sono messa in testa delle cose e sto dando il tempo all’universo di portarmi esattamente lì, dove voglio stare.

Una delle cose che vorrei fare è postare le ricette anche in inglese, sono almeno 2 anni che me lo chiedono. L’altro progetto è inserire i post sui miei viaggi, ne ho almeno 3 da smaltire: Roma, Barcellona, New York. Ho voglia di condividere con voi le mie scoperte culinarie e di darvi una piccola guida per chi come me mangia differente e ama viaggiare. Poi mi piacerebbe cominciare a riunire le idee in post dedicati a determinati momenti della giornata o ingredienti, per raccontarvi come mangio, come combino gli alimenti, come organizzo la mia spesa e la mia cucina. Cosa dite, c’è qualcosa di tutto questo che vi manda delle buone vibrazioni? Scrivetemi, con la vostra energia troverò il modo di far partire almeno uno di questi progetti!

Nel frattempo però continuo a cucinare meno del solito, seppur con la stessa passione. Fotografo di rado quello che mangio, promettendomi che questo o quel piatto lo rifarò, con calma, per benino, solo per il blog. E poi…mannaggia a me! Come la granola proteica che ho improvvisato e finito in due giorni. Sì, da sola 😉

Oggi condivido con voi proprio una delle ricette base della mia dieta, facile facile, che ripropongo praticamente ogni settimana in versioni diverse: la quinoa. La preparo e la condisco in modo sempre diverso, a volte come fosse un risotto, altre in insalata, altre ancora saltata in padella. Ormai si prepara da sola, non peso nulla, la metto sul fuoco e aspetto che mi chiami quando è pronta e va condita. In 15 minuti al massimo la base per il vostro pranzo e pronta e a voi non resta che aggiungere le verdure, i semini e gli ingredienti che avete a disposizione. La versione di oggi è condita con verdure al forno – zucca al rosmarino, topinambour e barbabietola – pinoli tostati e rucoletta.

Leggi il resto di questo articolo »

Crema di zucca lenticchie e topinambour

Mi ci sono voluti 30 anni per capire che sono una persona che ha bisogno di cambiamenti, per capire che periodicamente ho bisogno di crescere, di evolvere. Per anni ho pensato di essere un’abitudinaria, una che aveva bisogno di schemi e di ripetizioni confortanti. Poi ho realizzato che avevo vissuto dentro quello schema ma che non era il mio, mi ero adattata a quel mood per un milione di motivi apparentemente validi.

É stato come un risveglio. E più passa il tempo e riesco a uscire dalla mente razionale per seguire le emozioni, più mi accorgo di quanto mi sono costretta dentro una storia che non era la mia.

In questi giorni sto affrontando un capitolo nuovo e sono partita. Sono ad Amsterdam e qui ieri nevicava. Mi sono innamorata – di nuovo – della città in bianco.

E con la neve fuori mi è venuta voglia della crema di zucca topinambour e lenticchie rosse che ho preparato qualche giorno fa. Cremosa e super saporita, con il topinambour che rende speciale la classica zuppa di zucca. Poi rosmarino, scorza di limone e semi di nigella. Mai assaggiati? Danno una nota speziati che vi stupirà!

Leggi il resto di questo articolo »

Pasta al forno con topinambour zafferano e nocciole

Pastaalfornoaitopinambour_unavegetarianaincucina_00

La mia mamma, da buona piemontese, mi ha introdotta anni fa al mondo dei topinambour (topinambur) e me ne sono innamorata. Si sa che io per i ‘brutti ma buoni’ ho un debole e questi tuberi bitorzoluti che sono sempre piaciuti un sacco a lei sono stati subito simpatici anche a me, ecco perché ancora mi stupisco quando al mercato sento chiedere “ma quelli cosa sono?” o quando chiedo i topinambour e mi rispondono “ne vuoi solo due o tre vero? Non li vuole nessuno”.

FERMI TUTTI: coltivatori di tutto il mondo di topinambour, se non li vuole nessuno dateli a me!

La verità secondo me è che sono ancora pochi quelli che conoscono questi tuberi e la maggior parte delle persone sono sconfortate dall’aspetto e dalla rottura che costa pulirli. Ci vuole un po’ di pazienza, è vero, ma ne vale la pena. Poi c’è chi fatica a digerirli e a voi suggerisco di non mangiarli interi ma di frullarli e di non abbinarli a legumi o patate. Potete farci una vellutata, delle polpette, dei tortini, degli gnocchi oppure condirci una pasta al forno come ho fatto io, golosa e filante.

Sarà che qui la pasta al forno non la mangiamo quasi mai e a me sembra tanto un piatto delle feste, ma secondo me dovreste provarla 🙂

continua >>

Verdure croccanti al forno (chips per gli amici)

VerdureCroccantialfornoChipspergliamici_unavegetarianaincucina_0022

Ho preparato le chips di verdure e voglio raccontarvi com’è andata. Le verdure al forno le ho preparate un sacco di volte e le adoro, ma di solito le taglio secondo l’ispirazione e le cucino, pure, secondo l’ispirazione. A volte vengono più croccanti a volte più morbide, a volte più caramellate altre volte un po’ seccarelle. Il fatto è che mi piacciono così tanto che non ci faccio troppo caso, vanno divorate sempre e comunque.

Il tema però stavolta era riuscire a farle venire croccanti utilizzando il mio forno, non uno di quelli di ultima generazione con mille mila funzioni, quelli che intanto che impari a leggere il libretto si è fatta notte e decidi di mangiarti uno yogurt. Ecco no, il mio è il forno che ognuno di voi potrebbe avere a casa, unico vezzo è la funzione “ventilato” che mi salva la vita e che utilizzo quasi sempre vista la mia scarsa pazienza, soprattutto quando si parla di cibo.

Il vero problema era trovare il modo per ottenere delle sfoglie croccanti ma non carbonizzate: meglio una botta di forno alto, meglio partire bassi e poi alzare, meglio coprire le verdure così non bruciano? C’ho riflettuto molto e mi sono anche andata a studiare le varie scuole di pensiero, per un momento ho pensato anche di friggerle e risolverla così. E invece sono andata per tentativi e ho scoperto che la scelta migliore – a meno che non abbiate un forno con funzione apposita – è una temperatura intermedia per almeno 30 minuti in modo che le verdure si disidratino senza bruciarsi e poi abbiano un calore sufficiente per dorarsi e diventare croccanti. Ho preparato barbabietola, carote e topinambur. Scordatevi i colori brillanti delle chips di verdure in sacchetto, chiariamolo. L’effetto crispy che più mi ha soddisfatta è quello dei topinambur, ecco perché vi consiglio di provare anche il sedano rapa, la patata dolce e magari la zucca che secondo me hanno dell’ottimo potenziale.

La mia versione è su IlCucchiaio.it

Crema di topinambour con olio alle erbe e patate croccanti

Cremaditopinambourconolioalleerbeepatate_unavegetarianaincucina_00

Sarà capitato anche a voi – no, non di avere un pensiero nella testa – di causarvi un attacco di cervicali pelando un chilo di topinambour. Si è inutile che stiate lì a scuotere la testa, lo so che a qualcuno è successo, non posso essere io l’unica pirla. O sì? Insomma è successo che li ho pelati con troppa foga a quanto pare, già ero incruccata di mio e a fine giornata non muovevo più il lato destro della schiena e il collo. Son bei momenti, soprattutto quando sono frequenti come capita a me in questo periodo. Certo però ne è valsa la pena. Volete dire di no?

Intanto alzi la mano chi di voi non ha ancora mai mangiato i topinambour. Tutti voi con le mani alzate andate a mettervi in castigo in un angolo oppure uscite a comprarli, su.

Bene, ora che tutti avete dei topinambour a casa mi sento più tranquilla. Però mettetevi comodi a pelarli, mi raccomando, senza fretta, che non voglio le vostre cervicali sulla coscienza.

Io stavolta c’ho preparato un classico, la crema di topinambour, profumata con un olio al prezzemolo e cipollina e arricchita con delle sfoglie di patata croccante fatte al forno. Semplice ma confortante. La ricetta è su IlCucchiaio.it

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

DIARIO DI UNA VEGETARIANA, il mio libro, è in vendita su ordinazione in libreria, su Amazon oppure da 11 a Treviso, in via Diaz!

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Crackers senza glutine ai semi di chia
Quiche senza glutine con asparagi e crema di piselli
Insalata con asparagi al timo patate arrostite e ricotta
Gnocchi di patate senza glutine agli asparagi

Seguimi via mail!