Senza zucchero

Crema vegan con cioccolato e anacardi

Cremavegancioccolatoeanacardi_unavegetarianaincucina_00

Si fa caldo, non avete voglia di cucinare, non avete voglia di fare niente, lo so. Avete voglia solo di cose fresche e light (ahahaha, certo, come no) che si preparino in poco tempo senza accendere forno e fornelli. La verità è che vorreste (o forse io vorrei?) uscire a fare colazione al bar, pranzare al chiosco della spiaggia e cenare in un ristorantino carino. Zero sbattimento, massimo godimento.

Io non sono al mare e non me lo posso permettere ma voi…siete proprio sicuri sicuri di non voler fare nulla?

Ecco che arrivo io a darvi un’ottima ragione per cambiare idea, un’ottima ragione che si chiama crema vegan al cioccolato e anacardi che potrebbe finire ancora prima di essere messa in vasetto. Insomma se siete ancora ancora fra i pazzi che comprano la crema spalmabile al super è ora di cambiare registro, che per fare qualcosa di altrettanto goloso da sé non ci vuole molto. E poi il fatto di doverla fare a casa vi eviterà di averne sempre quintali a disposizione, in attesa del cucchiaino, e la vostra salute vi ringrazierà.

Preparatene poca per volta perché si conserverà solo per qualche giorno, direi per stare tranquilli un settimana al massimo, in frigorifero all’interno di un contenitore a chiusura ermetica. Sempre posto che non sia finita prima, molto prima di finire in quel contenitore. Si perché vi avverto, il massimo della goduria è mangiarla appena fatta o a temperatura ambiente, quando è cremosa e avvolgente (nello scatto sopra la crema appena fatta). Ma – c’è sempre un ma – in questa stagione e con queste temperature vi proibisco di conservarla fuori dal frigorifero, rischiate di doverla buttare e io odio gli sprechi, soprattutto questi! Piuttosto mettetela in piccoli contenitori e mano a mano che la mangiate tiratene fuori uno dal frigorifero una mezz’ora prima di consumarla in modo che torni morbida. Poi vi dirò, non è che fredda e densa sia poi così male (nelle foto di seguito)…

Avete una busta di anacardi, del cioccolato, cacao, olio e qualcosa per dolcificare?

Pronti, partenza, via!

continua >>

L’estate, Taste&More, tante ricette. Ma soprattutto tante teste e un solo cuore.

LestateTaste&Moretantericette_unavegetarianaincucina_00

L’estate l’ho aspettata così tanto che ora che è qui non me ne rendo neanche conto. Sono stati mesi intensi e frenetici quelli che in questo 2015 mi hanno portata fino a qui e non ho ancora avuto il tempo di fermarmi e respirare davvero, di godermi una giornata di relax, di sole, di serenità senza affanno. Mi sembra (cioè non è che mi sembri così, è così veramente) di avere sempre il fiato corto, di non riuscire mai a fare tutto, di essere sempre di corsa.

Oggi esce il nuovo numero di Taste&More con tante ricette da preparare fra luglio e agosto, fresche e colorate e vi consiglio di non perderlo perché questo è un numero speciale, per tanti motivi.

Prima di tutto perché dentro ci siamo noi, fra le pagine del magazine troverete ognuna di noi con la sua cucina, i profumi e i sapori che più ama, con una ricetta del cuore. Ci siamo raccontate in un piatto ed è stato bello creare qualcosa di ‘mio’, qualcosa che mi rappresentasse. Ed è ancora più bello anche per me vedere le ricette di tutte le altre blogger che fanno parte della redazione ora che ci siamo finalmente incontrate, ora che ogni piatto ha davvero dietro un volto, un sorriso. Siamo tante, tante donne diverse ma unite da una passione comune, e questo ci rende forti.

continua >>

Mousse  di avocado al cacao e ciliegie

Moussediavocadoalcacaoeciliegie_unavegetarianaincucina_00

A volte ci si deve ingegnare. Capita che un compleanno arrivi così, fra capo e collo, in una settimana densa di impegni lavorativi con temperature ben al di sopra della media che ti impediscono di accendere il forno per salvaguardare la tua vita e quella di chi vive con te (che poi è pure il festeggiato).

Così quel compleanno si avvicina più velocemente del previsto, tu sei in trasferta un giorno si e l’altro pure, non c’è tempo per fare la spesa, non c’è tempo per cucinare. La tua “to do” list è sempre più lunga e per quanto tu t’impegni non riesci mai a spuntare tutte le voci che la compongono. E poi, ogni volta che pensi di alzarti un secondo dalla scrivania – posto che tu riesca a starci una mezza giornata seduta alla scrivania – per andare ad aprire il frigorifero cercando di farti venire un’idea, suona il telefono.

E finisce così, con il giorno X che arriva e tu con te che ti ritrovi…dadadadan…senza dolce. Ma chi mi conosce lo sa che per me UN COMPLEANNO NON PUÒ ESISTERE SENZA UN DOLCE. Che compleanno sarebbe? Non scherziamo. E io sono pronta a tutto, anche a costo di dover mettere una candelina su una fetta di pane e marmellata.

E invece poi, mentre con il fiato corto e l’aria condizionata a palla accendo il gas e scaldo l’acqua per gli gnocchi – desiderio espresso dal festeggiato per il pranzo di compleanno –, butto l’occhio nel cesto della frutta ormai deserto e mi si accende una lampadina: l’avocado. Da lì in poi c’è solo l’immagine di me che mescolo ingredienti, trito, frullo, peso e prendo appunti sul mio quaderno facendo tutto a velocità supersonica. E quando il festeggiato apre la porta di casa sfodero il mio sorriso migliore e fingo di avere tutto sotto controllo: la mousse è in frigorifero, gli attrezzi in lavastoviglie e per le ciliegie sul fuoco…qualcosa m’invento.

L’importante è che nessun compleanno resti senza il suo dolce.

PS: Oggi è il mio turno, buon compleanno a me! Ragazzi non scherziamo, il mio dolce dov’è?!?

continua >>

Biscotti di mais alle mandorle e uva passa

Biscottidimaisallemandorleeuvapassa_unavegetarianaincucina_00

Forse qualcuno di voi avrà già sentito parlare della mia passione per i biscotti. Ahaha, vi scherzo, so che ormai lo sapete tutti, vi ho storditi di chiacchiere su questo. In un mondo perfetto i biscotti sarebbero ovunque e sarebbero gratis a disposizione di ognuno di noi, ce ne sarebbero di tutte le forme e di tutti i gusti, preparati con tutte le farine, integrali, al cocco, alle nocciole, farciti e – ovviamente – con le gocce. In un mondo perfetto si potrebbero mangiare montagne di biscotti senza prendere un etto, senza danni per la salute e senza sensi di colpa. Sarebbe sicuramente un mondo felice.

Detto ciò, in questo mondo dove i biscotti non sono mai abbastanza, arriva per tutti il momento di dare fondo alla dispensa per prepararsi alle pulizie di primavera e alle ricette più estive. Nella mia dispensa c’era della farina di mais fioretto, quella super sottile, mandorle e uvette. E indovinate? Non c’è voluto molto prima che decidessi di mettere tutto insieme per farci dei biscotti, non serve dirlo che sono preparati con l’olio, senza uova e senza latticini oltre che – se preparati verificando con cura tutti gli ingredienti – senza glutine*.

*Raccomando a tutti gli intolleranti e gli allergici di verificare SEMPRE che i prodotti che acquistano e gli ingredienti utilizzati per realizzare le ricette – anche quelle indicate come “senza” – siano adatti alla loro alimentazione e non contengano neanche possibili tracce dell’allergene in questione.

continua >>

Tartufi alla nocciola e noci macadamia

Tartufiallanocciolaenocimacadamia_unavegetarianaincucina_00

E’ tempo che io condivida con voi la mia attuale – per niente nuova peraltro – ossessione: il cioccolato. Sarà stata colpa della Pasqua? Sarà stata l’astinenza forzata per lungo tempo? Sarà che sono stanca e un po’ stressata e cerco conforto nel cibo più confortante del mondo? Mah.

Secondo me il problema è che sono sempre stata una cioccolatomane. Amo il cioccolato in tutte le sue forme, sono pazza per il gianduia ma per ovvi motivi prediligo il fondente. Sono stata per anni una gran consumatrice di cioccolato, poi uno stop repentino perché si sa, il cioccolato non è il migliore amico di chi come me soffre di allergie di vario genere, è un istamino liberatore. Quelli senza di lui sono stati mesi – forse un paio d’anni direi –  durissimi.

Ora sono tornata sulla strada del mio sempre caro e vecchio buon senso e ogni tanto mi vizio. Nell’ultimo periodo mi è venuta una gran voglia di cioccolata e l’ho assecondata preparando qualche dolce e di nuovo – sì lo so perdonatemi, ve l’ho detto che è un’ossessione – dei tartufini vegan*. Stavolta li ho fatti alla nocciola, altra mia grande e fedelissima amica, anche lei per cause di forza maggiore a lungo rimasta lontana dalla mia tavola. E c0ho messo pure le noci di macadamia. E’ che poi, quand’è ora di sgarrare, è bello farlo bene. No?!

*Se volete essere certi che la ricetta sia vegan controllate tutti gli ingredienti, in particolare in cioccolato, e sceglietene uno adatto. La ricetta può essere considerata glutenfree se tutti gli ingredienti che utilizzate non contengono neanche tracce di glutine. Mi raccomando, tutti coloro che soffrono di intolleranze o allergie alimentari devono ricordarsi di verificare sempre con la massima attenzione la composizione di tutti gli ingredienti utilizzati nella ricetta, per essere certi che non contengano neanche tracce di glutine o dell’allergene da evitare.

continua >>

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

DIARIO DI UNA VEGETARIANA, il mio libro, è in vendita su ordinazione in libreria, su Amazon oppure da 11 a Treviso, in via Diaz!

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Tofu impanato ai semi di zucca e capperi
Riso rosso con verdure al forno e cicerchie speziate
Crostatine vegan al cocco e cioccolato
Polpette di lupini e riso ai pistacchi

Seguimi via mail!

Leggi le mie ricette su:

Leggi le mie ricette su: