Verdure e contorni

Pagina 3 di 1612345...1015...Ultima »

Insalata estiva di frutta e verdura

Insalataestivadifruttaeverdura_unavegetarianaincucina_01

Il caldo dei giorni scorsi ha messo un po’ tutti in difficoltà. Avevo fame, ma in realtà poi non avevo molta voglia di mangiare, volevo principalmente bere. Salvo qualche eccezione – leggi pizza e brioches, insalate di pasta e di cereali fredde – ci siamo nutriti soprattutto di frutta e verdure. Non che di solito le cose siano molto diverse, ma di certo in queste settimane pomodori, zucchine, melanzane e peperoni sono stati protagonisti insieme a anguria, melone, pesche e albicocche. La mia strategia anti caldo è sempre quella: cucinare l’indispensabile nelle ore più fresche in modo da avere tutto pronto e dover solo assemblare gli ingredienti all’ora della fame. Sì perché d’estate tendiamo a mangiare sempre un po’ più tardi, specie la sera quando non siamo vincolati dagli orari di lavoro.

L’ora del pasto quindi è caratterizzata dalle seguenti azioni: apro il frigo, seleziono gli ingredienti, mescolo tutto, condisco e servo. Viene tutto molto naturale quando si tratta di scegliere fra cereali, verdure e legumi ma un giorno avevo lessato zucchine e fagiolini gialli, dolcissimi e succosi, così ho voluto provare qualcosa di diverso che fosse leggero, fresco e dissetante.

Scettici? Lo capisco. Nella stessa ciotola sono finite frutta e verdure, cotto e crudo insieme, tutto condito da una salsina acidula allo yogurt. Un po’ di buon pane tostato, del formaggio fresco per chi ne ha voglia, e il pranzo è servito.

continua >>

Panini di ciliegini al melone

Paninidicilieginialmelone_unavegetarianaincucina_00

Fa caldo. E io sto in fissa con i pomodori. Quindi? Quindi ogni scusa è buona per non accendere i fornelli (diciamolo, però, che sono reduce da una cena a base di parmigiana di melanzane e di zucchine preparata con le verdure al forno eh, inutile che io faccia finta di non essere masochista) e preparare qualcosa di fresco, veloce, sfizioso.

La caprese? Buona eh, però che noia. Ma vi giuro che basta pochissimo per partire da una caprese e trasformarla, nella forma e nel sapore. Ho usato i ciliegini come panini e li ho farciti ma non mi sono fermata lì. C’ho messo anche un ingrediente in più. Sì lo so ve l’ho detto nel titolo, non sono brava con la suspense (ma come si scrive?!) 😉

Insomma non si può neanche chiamare ricetta, però vi giuro che l’abbinamento c’è tutto e che questi bocconcini andranno via che è un piacere. Che poi penso: predico bene e razzolo male. Perché io a cena mica ho fatto i panini di ciliegini prima della parmigiana eh, troppo facile!

PS: sono perfetti anche da portare in spiaggia!

continua >>

Ciliegini con crema di panzanella

Cilieginiconcremadipanzanella_unavegetarianaincucina_00

Di recente ho avuto il piacere, per la prima volta, di assaggiare una panzanella preparata da un toscano. Ho sempre amato i sapori freschi ed estivi che caratterizzano questo piatto: pomodoro, tanto basilico, olio buono, pane. Potrei vivere tutta l’estate nutrendomi così, datemi una panzanella e sarò felice!

Pur non essendo una toscana anche io di tanto in tanto preparo una panzanella a modo mio – manco ci provo a sfidare la tradizione, se volete mangiare la “classica” trascorrete un fine settimana in Toscana e magnatevela là, è un ottimo motivo per prendersi una pausa e staccare la spina un paio di giorni –, una versione rivisitata e arricchita preparata con pane integrale ai cereali, avocado e capperi (la ricetta è sul libro DIARIO DI UNA VEGETARIANA a pagina 56!).

Qualche giorno fa però ero in cucina, stavo preparando una ricetta di ciliegini ripieni e mentre li svuotavo da polpa e semi ho acceso il cervello per pensare a un modo per riutilizzarla e non buttare niente. Si è accesa una lampadina: panzanella. Quella che avevo mangiato in Toscana era pastosa, il pane non era a pezzettoni ma si era completamente disfatto e aveva creato una crema. Così ho messo una crema di panzanella – o simil panzanella, sempre una mia versione – dentro i ciliegini. Ragazzi l’aspetto è quel che è, mi rendo conto, ma vi giuro che il risultato è spaziale. L’assaggiatore di fiducia saltellava per la cucina con il piatto in mano dicendo “me li mangio tutti io”. Ecco, che questo sia sufficiente per raccontarvi quanto sono buoni.

PS: trattandosi di una ricetta del riciclo in cui ho unito preparazioni diverse le dosi sono approssimative, regolatevi assaggiando il composto strada facendo e aggiustando i sapori secondo i vostri gusti.

continua >>

Fiori di zucchina ripieni con erbette e scorza di limone

Fioridizucchinaripieni_unavegetarianaincucina_00

Da un po’ di tempo a questa parte mi sono arresa all’idea di weekend che somigliano sempre di più a tutti gli altri giorni della settimana. Uno dei miei desideri più grandi, ultimamente, sarebbe riuscire a trascorrere una giornata intera in panciolle, a non fare assolutamente niente.

C’è stato il libro, il lavoro e poi semplicemente la vita che ti scorre fra le mani e ti riempie le giornate. E, a quanto pare, dovrò continuare a sognare ancora per parecchio tempo. Eppure queste giornate così piene e così stancanti, che mi fanno arrivare sul divano a mezzanotte e crollare circa 5 minuti dopo, sono state – e mi auguro continuino ad essere – costellate di piccoli momenti di grande gioia che mi hanno riempito il cuore: tenere in braccio mia nipote e riempirla di baci, ricevere un messaggio che non ti aspetti, vedere il sorriso di nonna mentre legge una pagina del libro, avere i miei genitori ospiti a pranzo, mettere dei fiori sul tavolo della cucina. E svegliarsi presto il sabato per fare la spesa al mercato contadino, trovare le verdure più fresche di sempre e regalarmi un mazzo di fiori – di zucchina – meravigliosi. Quello che viene dopo è una corsa a casa per fotografarli, pulirli con delicatezza, farcirli e ripassarli in forno. Ah, quando si dice che la gioia sta nelle piccole cose.

continua >>

Insalatina in verde con asparagi e pistacchi

Insalataverdeconasparagiepistacchi_unavegetarianaincucina_00

Questi ultimi cinque mesi sono stati mesi di cambiamenti e di grandi impegni. Sono stati mesi intensi pieni di cose che non avevo mai fatto prima, pieni di progetti e di novità.

In tutto questo, mi sono anche trasferita. Ho cambiato casa e città e sto imparando a gestire ritmi ed esigenze diversi, sto cercando di abituarmi a orari nuovi.

Quello che non ho mai smesso di fare, in questi mesi, è stato cucinare.

Ora ho una nuova cucina in cui ho solo il minimo indispensabile – ancora non ho comprato tutto – ma mi sto ingegnando come posso, cuocendo la torta nella teglia per le lasagne, usando bicchieri e cucchiai per pesare gli ingredienti, montando tutto con le fruste a mano invece che con quelle elettriche. Ho già avuto i miei primi ospiti ed è stato bello cucinare per loro e passare la serata a chiacchierare, a casa nostra, anche se avevamo le tazzine spaiate.

Le mie giornate continuano a essere dense e lunghe ed io non vedo l’ora di riuscire a sistemarla un po’, questa casa, a mettere ordine, ma per ora va bene così.

I biscotti con le gocce nella credenza ci sono (lo prova il fatto che sono anche un po’ ingrassata..a casa da sola tutto il giorno mi consolo come posso!), in freezer c’è il gelato e stasera vado a correre, così a pranzo ho imbastito la cena (per chi volesse saperlo, stasera tempeh per noi).

L’altra sera invece, dopo che avevo cotto gli asparagi, ho preparato un’insalatina e l’ho fotografata al volo per voi 🙂

continua >>

Pagina 3 di 1612345...1015...Ultima »

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

In libreria!
DIARIO DI UNA VEGETARIANA
Food District - Ultra

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Zuppa fredda di cetriolo zucchine e avocado
Cecina alle erbe aromatiche
Smoothie banana e caffè al cardamomo
Insalata di ceci neri e mais con avocado e salsa piccante

Seguimi via mail!

Follow on Bloglovin

Leggi le mie ricette su:

Leggi le mie ricette su: