Articoli marcati con tag ‘caprino’

Quiche senza glutine con asparagi e crema di piselli

Mi piace quando la vita mi sorprende, quando l’universo, il destino o chiamalo come ti pare porta qualcosa di inaspettato sulla tua strada. Ci sono momenti in cui ti pare che tutto vada nel modo sbagliato e tu ti sforzi di restare centrato e positivo, poi all’improvviso le cose cominciano a sistemarsi e senza che tu ti debba sforzare i pezzi del puzzle si incastrano. Ci sono periodo di stallo in cui pesti i piedi a terra perché ti senti fermo e altri in cui tutto fluisce in modo naturale.

Così ho imparato a prendere delle grosse boccate d’aria fresca nei momenti buoni, a respirarli riempiendomene i polmoni, a far penetrare quell’energia fino alle ossa. Serve ricaricare le batterie, nutrirsi del bello, del positivo, godere delle opportunità e delle persone che arrivano, riprendere fiato.

E’ come quando sperimenti una ricetta e hai in mente il risultato che vuoi ottenere ma niente, provi e riprovi senza riuscire ad arrivarci. E poi un giorno, come per magia, trovi il mix giusto di ingredienti e ti sembra che senza fatica le cose siano andate come dovevano andare e ti trovi fra le mani proprio quello che avevi immaginato. Bisogna non farsi prendere dallo sconforto perché se riesci a tenere duro e non mollare, presto o tardi qualcosa di buono arriva.

Così una sera è nato questo impasto vegan per la quiche senza glutine che mi ha sorpresa, croccante ma friabile, arricchito con tanti semi, perfetto da riempire con le verdure di stagione. Queste quiche senza glutine con asparagi e crema di piselli sono arricchite da olive, pinoli e caprino (potete scegliere un altro formaggio o ometterlo se preferite una ricetta vegan!), profumano di timo e limone.

Leggi il resto di questo articolo »

Riso thai giallo con cavolfiore e caprino nella zucca

riso thai giallo cavolfiore

A volte nella vita basta cambiare punto di vista per sentirsi meglio, cambiare prospettiva per scoprire qualcosa di bellissimo. Come quando percorri la stessa strada per giorni, mesi oppure anni e un giorno ti accorgi di qualcosa che non avevi mai visto prima: è bellissimo.

A volte per vincere una partita è sufficiente scambiare le carte in tavola, non serve per forza pescare un jolly. Come quando giochi a Macchiavelli e riesci a ripiazzare tutte le carte che avevi in mano per chiudere la partita: è una soddisfazione.

Com’era la regola matematica? “Scambiando l’ordine degli addendi il risultato non cambia”. Mmmmh in cucina questa regola è vera fino a un certo punto. Certo, se gli ingredienti sono quelli, quelli restano, ma il risultato può essere sorprendente con un po’ di creatività e di amore.

Come già vi ho raccontato in questi anni ho imparato a gestire gli ingredienti disponibili (leggi “consentiti dalle varie diete”) in mille modi diversi per non annoiarmi e riuscire a sentirmi soddisfatta anche mantenendomi dentro i confini del mio regime alimentare. Credo sia un po’ un tema generale: qualsiasi sia il motivo per cui si sta a dieta il rischio di noia, banalità e tristezza a tavola è dietro l’angolo. Questa è un po’ la mia missione oltre che il motivo per cui è nato il mio progetto #chihapauradelladieta? con il quale cerco proprio di venirvi in aiuto quando vi prende la malinconia guardando quello che c’è in frigo.

In questi ultimi 8 mesi sono stata a regime eliminando oltre a glutine e latticini (capra consentita) tutti gli alimenti ricchi di istamina o istamino-liberatori, correlati ai malesseri allergici o dermatologici. Inoltre ho escluso tutti i dolcificanti, anche naturali come agave, acero, e frutta essiccata (lo zucchero già da tempo non faceva parte della mia dieta salvo piccole quantità di zucchero mascobado o di cocco in qualche dolce) che aumentano lo stato infiammatorio.

Se vi mostrassi la lista di quel che rimane vi prenderebbe un colpo ;P Eppure non solo sono riuscita a sopravvivere, sono anche riuscita a creare un sacco di ricette nuove! E ovviamente continuo a condividere con voi i risultati a prova di “onnivori che non conoscono la parola dieta” (i disastri me li tengo per me!)

Questo è un riso thai alla curcuma, condito con cavolfiore giallo e zucca al forno, servito con fiocchi di caprino dentro una zucca cotta al forno. Così ho trasformato una ricetta semplice senza glutine e senza istamina in un piatto scenografico che potete anche portare in tavola quando avete ospiti a cena, lasciando poi che quegli adorabili “onnivori che non conoscono la parola dieta” possano aggiungere a loro piacimento eventuali altri ingredienti proibiti a noi (che comunque siamo ancora più adorabili!)

Leggi il resto di questo articolo »

Insalata di cachi e caprino con salsa alla melagrana

insalata cachi caprino salsa melagrana

Dicembre. Dicembre è arrivato e lo so, forse un po’ mi ripeto, ma mi sembra che solo ieri fosse settembre con me che mi agitavo per la fine dell’estate.

Questi mesi sono volati, e sono felice. Sono stati mesi pieni, da settembre ho preso un’altra decisione importante, lavorativa, per focalizzare tutte le mie energie su quello che amo: il cibo – e quindi il blog – e lo yoga. Ogni volta che si prende una decisione quella porta con sé conseguenze che vanno gestite, bisogna essere pronti ad affrontarle, non farsi abbattere dai momenti di difficoltà. Ma le soddisfazioni per chi non molla arrivano e la gioia di poter combinare insieme le mie passioni con eventi, iniziative, vacanze yoga e chi più ne ha più ne metta è tantissima.

Ora è arrivato anche dicembre, la brina, il vento gelido nelle giornate di sole, il Natale dietro l’angolo, e io che vorrei 365 giorni d’estate, mi sto godendo tutto.

Ovviamente, dieta o non dieta, è tempo di pensare a qualche piatto sano, buono e senza per le tavole delle feste. E a me è sempre piaciuto aprire pranzi e cene con un’insalata speciale, fresca e croccante, leggera e saporita. Per non appesantirsi troppo e anzi, farci venire voglia di proseguire con le altre portate.

Voi la portate l’insalata in tavola a Natale? Ma non quella triste a cui state pensando, deve essere vestita a festa! Prometto che con questa versione vi leccherete i baffi: una base croccante con radicchio, ravanelli e barbabietola, caco mela (si!), semi di zucca e caprino, tutto reso ancora più speciale con una salsa allo yogurt e melagrana che vi farà venire voglia di non smettere più di mangiare insalata ;P

Provatela, poi condividete le vostre versioni e ditemi.

Leggi il resto di questo articolo »

Fiori di zucchina ripieni con erbette e scorza di limone

Fioridizucchinaripieni_unavegetarianaincucina_00

Da un po’ di tempo a questa parte mi sono arresa all’idea di weekend che somigliano sempre di più a tutti gli altri giorni della settimana. Uno dei miei desideri più grandi, ultimamente, sarebbe riuscire a trascorrere una giornata intera in panciolle, a non fare assolutamente niente.

C’è stato il libro, il lavoro e poi semplicemente la vita che ti scorre fra le mani e ti riempie le giornate. E, a quanto pare, dovrò continuare a sognare ancora per parecchio tempo. Eppure queste giornate così piene e così stancanti, che mi fanno arrivare sul divano a mezzanotte e crollare circa 5 minuti dopo, sono state – e mi auguro continuino ad essere – costellate di piccoli momenti di grande gioia che mi hanno riempito il cuore: tenere in braccio mia nipote e riempirla di baci, ricevere un messaggio che non ti aspetti, vedere il sorriso di nonna mentre legge una pagina del libro, avere i miei genitori ospiti a pranzo, mettere dei fiori sul tavolo della cucina. E svegliarsi presto il sabato per fare la spesa al mercato contadino, trovare le verdure più fresche di sempre e regalarmi un mazzo di fiori – di zucchina – meravigliosi. Quello che viene dopo è una corsa a casa per fotografarli, pulirli con delicatezza, farcirli e ripassarli in forno. Ah, quando si dice che la gioia sta nelle piccole cose.

continua >>

Melone, caprino, cumino

 

Tre ingredienti, niente di più semplice per un antipasto un po’ diverso, per una cena in giardino, un aperitivo sotto la pergola.

Il melone ben si abbina con la crema di caprino che si posa come una nuvola bianca sopra i dadini succosi, salati e pepati, accompagnati da un bel giro d’olio.

Per finire, per dare una nota aromatica e un tocco croccantino, una pioggia di semi di cumino.

I vostri commensali si aspetteranno un dolce e invece, quando affonderanno il cucchiaio, resteranno piacevolmente colpiti.

Prosciutto e melone adieu, è arrivato il caprino 😉 La ricetta su LuukMagazine.

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

DIARIO DI UNA VEGETARIANA, il mio libro, è in vendita su ordinazione in libreria, su Amazon oppure da 11 a Treviso, in via Diaz!

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Quiche senza glutine con asparagi e crema di piselli
Insalata con asparagi al timo patate arrostite e ricotta
Gnocchi di patate senza glutine agli asparagi
Spaghetti di riso con verdure e anacardi alle spezie

Seguimi via mail!