Archivio di dicembre 2012

Pagina 3 di 41234

Budino di castagne e noci caramellate

Quanto abbiamo detto che manca a Natale??!?? Quest’anno mi sento un po’ in ansia da prestazione, continuo ad aggiungere sul mio blocco a penna nera le ricette che vorrei preparare e così la lista si allunga, mentre il mio tempo diminuisce, mi sfugge di mano, e mi trovo a sfornare un numero indefinito di piatti nel weekend, piatti che poi – mi sembra giusto – io manco posso assaggiare (sempre causa dieta forzata). E niente, quindi mi rimetto al giudizio di chi assaggia, e mi fido. Vorrà dire che poi mi farete sapere anche voi cosa ne pensate.

Questo dolce è nato in un pomeriggio in cui ci siamo messe – io e la mia mamy – alla ricerca di un dolce senza questo e senza quello, che potessi mangiare serena. Perché infondo, che mondo sarebbe senza dolci?!? Ecco appunto, fu così che il mio forno cominciò a produrre castagnacci in versioni diverse, come se non ci fosse domani, come se i Maya avessero ragione. Ma poi con la farina di castagne volevamo farci qualcos’altro, perché mica a tutti piace il castagnaccio – a me si, fiuu, altrimenti il dolce per me saltava, ciao proprio. E quindi eccoli qua i nostri budini di castagne, veloci veloci e semplici semplici, solo farina, albume, panna e miele. E le noci caramellate. Non fa un sacco Natale con questi bei colori caldi?!?

continua >>

Riso venere all’arancia e zenzero con crema di avocado

Ok, il conto alla rovescia è ufficialmente cominciato. -15 giorni al Natale. E allora non posso fare a meno di proporvi qualche piatto che potrebbe stare bene sulla tavola imbandita per il vostro cenone. O, come succede da me, per il vostro pranzone. Cominciamo con un piatto che non ha i colori del Natale, ma che ha tutte le caratteristiche per entrare nel vostro menù. Piatto veg, buono, bello, leggero. E facile, non vi fate ingannare. Il riso venere mi piace tantissimo, non fosse altro che per il colore super scenografico. E poi si presta a queste preparazioni veloci, lessato e condito a piacere con qualche verdurina di stagione. Comodo d’estate, sfizioso d’inverno. Perfetto come antipasto in versione mignon o come primo piatto nelle dosi che trovate di seguito,  vi stupirà con sapori esotici, freschi. Lo zenzero con l’arancia si sposa benissimo e la crema di avocado, dolce e un po’ burrosa, riequilibra i sapori. Senza contare che i colori sono una gioia per gli occhi.

continua >>

Biscotti di farro e uvette (e poco più)

Cosa fareste se un giorno, all’improvviso, scopriste di dover eliminare DI NUOVO una lista eterna di alimenti dalla vostra dieta?!? L’incubo si ripropone. Non so cosa fareste voi, ma io ho fatto questo, nell’ordine:

1-      Sono diventata triste, nervosa e arrabbiata e mi sono messa a dire “che palle, ma perché, e adesso, non posso mangiare niente, che noia….blablabla”

2-      Ho pensato “al biologico di certo c’è qualcosa per me” e sono andata a svaligiare il negozio, spendendo una fortuna; ho comprato due – dico due – confezioni di biscotti senza questo e senza quello, sono arrivata a casa e mi ci sono fiondata per scoprire che…”biscotti? E questi li chiamano biscotti?!?”

3-      Mi sono fatta coraggio e ho cercato di produrre da me dei biscotti senza questo e quello. Possibilmente, commestibili.

Risultato? Eccoli! Senza uova, senza grano, senza latticini, senza lievito. Ah, e senza limone.

continua >>

Tomini alle pere in pasta fillo

No allora, questa ricetta ve la devo postare perché l’altra sera, mentre loro – che sarebbero la mia mamy e il mio papy – si ingozzavano di tomini, io – che sono a dieta da intolleranze – morivo d’invidia.

La ricetta è super-mega-facile ma il risultato è di grande effetto. Le foto – mi rendo conto – non sono il massimo, ma era sera e ho dovuto scattare subito, prima che quel ripieno libidinoso inondasse il piatto e che il profumo mi facesse svenire con le bave alla bocca. L’abbinamento è un classico: “al contadin non far sapere quanto è buono il cacio con le pere” quindi, come dire, risultato garantito. Le dosi sono indicative, vedete un po’ voi quanta fame avete. Solo non riempite troppo i fagottini, che la pasta è delicatina.

continua >>

Crostatine alle nocciole

La crostata è un dolce dalle mille varianti: aperta, chiusa, con i rombi, senza i rombi, alla marmellata, con la crema, la ricotta, il cioccolato, la frutta…

Io non amo molto le frolle lievitate perché se voglio un dolce morbido faccio una torta, mentre se addento una crostatina voglio sentire la pasta che si rompe in mille pezzi, croccante, in contrasto perfetto con il ripieno.

Saranno gusti o saranno fissazioni?!?

La mia ricetta di oggi su Cosebelle è – dadadadan – proprio quella delle crostatine. Alle nocciole. Le nocciole nella frolla e anche nella crema, un tripudio di nocciola insomma. E – manco a dirlo – la frolla è croccante e la crema va servita nel guscio solo all’ultimo, perché non è una crema composta, di quelle che stanno dove le metti. E’ una crema un po’ ribelle, golosità pura a ogni morso 🙂

Pagina 3 di 41234

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

In libreria!
DIARIO DI UNA VEGETARIANA
Food District - Ultra

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Farinata di lenticchie
Torta all’acqua con uva e mirtilli al miele
Insalata di quinoa con crema di carciofi alle mandorle, zucca e fagioli
Crema di riso al limone e vaniglia

Seguimi via mail!

Follow on Bloglovin

Leggi le mie ricette su:

Leggi le mie ricette su: