Mini pavlove ai frutti di bosco

BUON ANNO!! Anche se qualcuno – forse più di qualcuno – è già tornato al lavoro – ogni riferimento a cose o persone è puramente casuale – è bello ricordare che LE FESTE NON SONO ANCORA FINITE. E allora, prima che arrivi l’Epifania che tutte le feste si porta via, godiamoci ancora per un po’ questo clima di vacanze, questi ritmi un po’ più rilassati del solito, queste piccole concessioni che ci facciamo perché infondo è giusto farsi un regalo ogni tanto. Avete ancora 4 giorni per darvi alla pazza gioia, approfittatene! Io, sempre per la serie – ho albumi inogniddove – vi propongo delle piccole pavlove monoporzione. Fatte le meringhe la strada è in discesa, vedrete, e sono davvero molto, molto belle. Senza contare che le ricette del reciclo sono pure un ottimo modo per evitare gli sprechi. Coraggio, facciamolo cominciare bene questo 2013!

Ingredienti per le meringhe (per circa 10 monoporzione)

1 albume

100 g zucchero

5 g maizena

Qualche goccia di succo di limone

Un pizzico di sale

Ingredienti per la farcitura

200 g panna fresca

200 g frutti di bosco

Zucchero di canna integrale o  miele

Succo di limone BIO

Preparazione

Preriscaldate il forno a 150°C e rivestite le placche da forno.

In un recipiente ampio sbattete l’albume con un pizzico di sale e qualche goccia di limone fino a quando sarà spumoso poi, sempre sbattendo, unite gradualmente lo zucchero e montate bene fino ad ottenere una meringa gonfia.

Aggiungete la maizena e amalgamate molto bene con una spatola dal basso verso l’alto.

Riempite una sacca da pasticcere con bocchetta liscia o a stella e formate delle rosette del diametro di circa 5 cm mantenendole abbastanza distanti l’una dall’altra.

Infornate e lasciate cuocere per almeno 30 minuti, controllatele spesso e sfornatele quando saranno croccanti, con la superficie dorata con qualche piccola crepa o buchetto.

Mentre le meringhe raffreddano mettete in un padellino antiaderente i frutti di bosco con qualche cucchiaio di zucchero di canna e del succo di limone. Fate caramellare a fiamma bassa, poi spegnete e montate la panna (io non l’ho zuccherata, ma fate un po’ voi).

Assemblate le pavlove solo un attimo prima di portarle in tavola: bucate delicatamente le superficie delle meringhe per formare un buco in cui inserire qualche cucchiaio di panna montata, poi decorate con i frutti di bosco. E buon anno!!!!

Finocchi gratin

State rotolando invece di camminare appesantiti dai gozzovigli natalizi? State pensando alla dieta come buon proposito per il nuovo anno? Natale arriva una sola volta l’anno, godiamocelo!

Detto questo, dopo dolci trionfanti e condimenti da re, è tempo di riconcentrarsi sulle nostre tanto amate verdurine. Per evitare lo shock del passaggio da crema al mascarpone a insalata scondita e per non perdere le buone abitudini in vista di Capodanno, vi propongo una ricettina con il finocchio, noto per le sue proprietà depurative e sgonfianti, ma…in versione golosa 🙂

Il finocchio è una delle verdure che ho cominciato ad apprezzare solo da grande. Fino a qualche anno fa non riuscivo a mangiarlo, nonostante mi facessi di litri e litri di tisana. Poi un giorno tutto è cambiato e, finalmente, ci siamo amati. Da quel giorno il finocchio lo mangio in tutte le salse: crudo, in padella, lesso, al vapore, nella zuppa, nei primi…dove volete. Il gratin è sicuramente una delle versioni più golose che, direi, di tanto in tanto possiamo concederci.

continua >>

Christmas is comin’ <3

Panettoncini caramellati ripieni

Eh beh, chevvvvelodicoafffà, senza panettone non è Natale. No, non m sono messa a fare il panettone – purtroppo – non ero pronta a investire così tante ore per veder nascere un meraviglioso dolce di pasta lievitata che non avrei neanche potuto assaggiare. Però, siccome il panettone così come sta e giace non ci poteva bastare, ho pensato di personalizzarlo. Ahaha. Neanche stessi parlando di un paio di scarpe.

E allora sono nati i panettoncini ripieni, quelli piccolini che sono bellissimi. E poi ci stanno nel mio congelatore 😉 Dentro il semifreddo al torrone che ho preparato nei giorni scorsi – perché senza torrone che Natale è – e fuori mandorle e caramello. Lo riempio, lo fotografo, lo guardo, e vorrei solo addentarlo. Voi, che potete, fatelo. Vi prego.

continua >>

Ravioli di Natale al radicchio su crema di fagioli

Anche se la tentazione di imbandire la tavola solo ed esclusivamente con una serie infinita di dolci per me è sempre forte, è tempo di pensare a un primo per il pranzo di Natale. Saranno anche un classico, ma ai ravioli – con un ripieno di stagione e una cremina avvolgente – non si può dire di no. Un piatto bilanciato e goloso in cui l’abbinamento radicchio-fagioli – tipico del mio Veneto – trova la sua massima espressione. Dentro le stelle, infatti, un cuore morbido di radicchio e ricotta, fuori una crema di borlotti al rosmarino.

continua >>

Pagina 104 di 114« Prima...51015...102103104105106...110...Ultima »

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

DIARIO DI UNA VEGETARIANA, il mio libro, è in vendita su ordinazione in libreria, su Amazon oppure da 11 a Treviso, in via Diaz!

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Resta aggiornato via mail!
Rispettiamo la tua privacy
Torta di pere e anacardi senza zucchero
Riso venere con cavolfiore, carote e batate viola
Granola senza glutine al cocco
Pasta al pesto di noci salvia e rosmarino

Seguimi via mail!

Follow on Bloglovin

Leggi le mie ricette su:

Leggi le mie ricette su: