Senza glutine

Pagina 20 di 45« Prima...51015...1819202122...253035...Ultima »

Risotto alle pesche con robiola e rosmarino

Lo so che anche voi avete un paio di pesche nel portafrutta. Non sono più quelle sode e succose di qualche settimana fa, ma sono pur sempre bellissime, con la loro buccia screziata e il profumo d’estate.

L’altro giorno, mentre le guardavo, ho avuto una delle mie ispirazioni e nel giro di dieci secondi ho deciso che c’avrei fatto un risotto, mantecato con la robiola e profumato con rosmarino fresco e pepe nero. Sentivo già il sapore in bocca, assaporavo i contrasti. Quando una ricetta nasce così, difficilmente mi delude. Non so cosa sia, gli accostamenti fra gli ingredienti sono spontanei e, anche quando suonano azzardati, funzionano.

E’ un risotto di fine estate fresco e profumato, cremosissimo, caratterizzato dal sapore intenso del rosmarino e dal pepe in grani, tritato grossolanamente, che da forza al tutto. Se siete dei tradizionalisti starete rabbrividendo, ma se avete voglia di provare qualcosa di nuovo, buttatevi.

continua >>

Penne allo zafferano con verdure e semi di zucca croccanti

Dopo un post un po’ malinconico dedicato a settembre, l’uscita del nuovo numero di Taste&More (correte a leggerlo se non l’avete ancora fatto!), e un appello caduto nel vuote per ricevere dei fichi in regalo, affrontiamo ciò che resta di settembre con una ricetta a base di carboidrati. Quando ci vuole ci vuole, un bel piatto di pasta in versione vegan, con tante verdure, è un ottimo sistema per ritrovare un po’ di carica, meglio ancora se portate in tavola qualche novità e scegliete una pasta diversa, magari integrale, magari senza glutine…

Sono una sostenitrice convinta dell’importanza di variare la propria alimentazione. So che a volta comprare le stesse cose rende la vita più facile ed è rassicurante, ma in cucina è importante cercare di evitare gli accumuli, seguire la stagionalità, sperimentare.
Per alcuni l’idea di preparare un piatto di cereali è sconfortante, sostituire il classico riso con quello integrale, l’orzo, il farro o quinoa e amaranto può sembrare difficile, ma chi non ha voglia e tempo di abituare l’occhio, il palato e la mente a nuove ricette può facilmente buttarsi sulla pasta.
Oggi in commercio trovate pasta – di ogni qualità quindi leggete, informatevi, provate – di farro, orzo, riso, mais e non solo, tutte alternative comode e veloci alla “solita” pasta di grano. Certo la tenuta della cottura, la consistenza e il rapporto con i sughi non sono identici, non si può pretendere che sia così, ma siate curiosi, cercate la pasta che preferite e mettetela in dispensa così potrete alternarla alla vostra pasta del cuore (la classica di grano per capirci).

Io in questo caso ho preparato delle penne senza glutine di mais, quinoa e riso allo zafferano, condite con zucchine e melanzane perline e arricchite con semi di zucca croccanti. Un piatto facile, veloce e leggero. Scoprite la ricetta su CosebelleMag!

Riso integrale al limone e cardamomo con verdure

Un semplicissimo riso integrale e tante verdure, tutto insieme in un piatto unico vegan facilissimo da preparare, leggero ma davvero buono. La prima volta che l’ho preparato è stato quando è arrivato un ospite improvviso e io non avevo tempo per fare la spesa. Ho messo a lessare il riso integrale (ci vuole un po’, di solito almeno 30 minuti) e ho pensato che mi sarei fatta venire in mente qualcosa.

Avevo dei piselli lessati in frigo, carote, zucchine, sedano. E poi le mie spezie come al solito. Ho pensato alla pasta mangiata a casa della nonna con tante verdure, cotte tutte insieme in padella, lentamente, senza fretta. Si lo so, non è più di moda cucinare così, adesso le verdure devono essere sempre “croccanti” per mantenere il colore e il sapore originale. Bello sì, anche buono spesso (non sempre sempre secondo me), però voi non avete mai assaggiato le verdure della nonna.

Così mi sono messa a tagliare tutto e ho lasciato che le verdure cuocessero con calma mentre il riso arrivava a cottura. Il risultato mi è piaciuto un sacco e allora vi racconto per benino come ho fatto.

continua >>

Taste&More n.10, è arrivato settembre

Eccoci qua, settembre è arrivato e il primo appuntamento importante del mese è proprio questo: oggi esce il nuovo numero di Taste&More, quello con le ricette che guardano nostalgiche all’estate che non c’è stata e che allungano una mano verso l’autunno, senza avere il coraggio di afferrarlo.

Settembre è stato per molti anni, per me, il mese delle vacanze. Ho fissato il calendario mentre tutti partivano per le vacanze, segnando con una croce ogni giorno che mi separava dal mio amato settembre. Amo settembre perché è un mese di transizione, è un mese in cui puoi vestirti come vuoi, in cui sei ancora abbronzata e ti basta un po’ di mascara per sentirti a posto. Prego ogni anno settembre di durare un po’ di più, gli chiedo di tenermi lontana dal freddo e dalla pioggia che sento arrivare in lontananza, di lasciarmi mettere le mie Converse ancora per qualche giorno.

Quest’anno il mio settembre è molto diverso, non parto e mi sembra come se l’estate non fosse mai arrivata, come se questi mesi si fossero moltiplicati all’infinito senza darmi tregua, senza lasciarmi scaldare le ossa al sole, senza farmi fare indigestione d’anguria. Non sono luoghi comuni, è la realtà: non ho mai portato così poco i miei sandali, non ho mai messo così poco i miei vestiti leggeri, non ho mai acceso così spesso il forno e non ho mai avuto così tanta voglia di cioccolato, d’estate. E poi non ho mai avuto così tanti esperimenti fallimentari in cucina, uno in fila all’altro, e non ho mai perso tante ore con la macchina fotografica al collo, in cerca della luce giusta, quella luce unica che rende ogni foto più bella, d’estate.

Continuo ad amare settembre, ma non sono pronta per i buoni propositi, credo che per quelli aspetterò ancora qualche mese.

Ma sono pronta per sfogliare insieme a voi questo numero della mia rivista preferita, perché so che quelle pagine piene di colori, di profumi e di idee meravigliose sapranno mettermi di buonumore e mi faranno venire voglia di correre a spignattare. Se poco poco riescono a fare quest’effetto anche a voi, io sono contenta. Nonostante sia (questo) settembre.


Bando alle ciance, per questo numero ho preparato le polpette di pane al sugo, la versione vegetariana di un vero classico. Io ho usato pane e farina di kamut in questo caso, e poi le ho immerse nella salsa di pomodoro con olive taggiasche e basilico fresco. E’ di questo che parlavo, una ricetta adatta tutto l’anno si sposa con un condimento che profuma d’estate, meglio ancora se la salsa l’avete preparata voi con i pomodori dell’orto 🙂

L’altra ricetta è un’insalata di ceci con piattoni, patate e peperoni servita con porri croccanti e condita con un olio aromatico fatto in casa. L’ho voluta tiepida, perché c’abbiamo ancora voglia d’insalata ma non c’è più il sole di luglio a scaldarci…una ricetta vegan semplice e completa, perfetta anche per rendere meno traumatico il rientro al lavoro 🙂

Siete pronti a scoprire con me queste ricette e tutte le altre?

Burger di miglio e amaranto con zucchine e semi di lino

A volte penso che sarebbe divertente se aveste l’opportunità di venire nella mia cucina per vedere cosa succede, per capire che quando parlo di “esperimenti” sono seria e che a volte le tue idee ti sorprendono e i risultati sono davvero ottimi, anche oltre le aspettative, ma altre volte…sono un vero disastro.

In realtà non potrei mai avervi in cucina, già quando devo cucinare per gli altri sono sotto pressione, sento che potrei deludere le aspettative e mi stresso, se poi quegli “altri” stanno pure a vedermi mentre pastrocchio, mi sento a disagio. Sarà perché questa passione è nata osservando i gesti e rubando i segreti della nonna e della mamma, sarà perché non ci sono basi tecniche o corsi di livello, solo cuore, passione, istinto e creatività. E tanta pratica, tanta voglia di non arrendersi, di provare e riprovare.

Qualche giorno fa mi sono messa ai fornelli all’ultimo per improvvisare il pranzo. Il frigorifero piangeva ma forno – mio salvatore – era acceso, così ho pensato di provare a fare dei burger vegan usando quello che avevo a disposizione, ovvero miglio e amaranto, qualche zucchina e poi semi e spezie e erbe aromatiche. Per fortuna c’erano anche dei pomodorini, altrimenti addio contorno.

I burger sono leggeri e saporiti, l’esterno croccante e l’interno compatto ma consistente, gli aromi sono freschi ed estivi. Non vi aspettate il burger classico che ricorda la polpetta perché sentirete comunque i grani dei cereali, è un’altra storia insomma. Eppure perfino il mio papy, decisamente restio alle variazioni in tema di menù, li ha voluti assaggiare e li ha approvati.

Accompagnateli con dei pomodori in insalata per aggiungere una nota acidula e per dare una parte acquosa al piatto e provateli con un po’ di senape dolce. Anche in un panino con dell’insalata fresca e un po’ di rucola, secondo me, funzionerebbero alla grande. Oppure in versione mignon, per un finger food 🙂

*la ricetta è glutenfree ma verificate SEMPRE che tutti gli ingredienti che utilizzate per la preparazione non contengano tracce di glutine e siano adatti a chi soffre di intolleranze alimentari.

continua >>

Pagina 20 di 45« Prima...51015...1819202122...253035...Ultima »

IN LIBRERIA

IN LIBRERIA

In libreria!
DIARIO DI UNA VEGETARIANA
Food District - Ultra

Il mio sito web

healthy food yoga communication
Curry di verdure con sorgo al cocco e albicocche
Torta salata con melanzane perline e datterini
Gelato vegan cioccolato e cocco
Insalata alla greca con feta e olive

Seguimi via mail!

Follow on Bloglovin

Leggi le mie ricette su:

Leggi le mie ricette su: